Ferpi > News > Comunicazione ICT: Assintel e Insintesi analizzano lo stato dell’arte

Comunicazione ICT: Assintel e Insintesi analizzano lo stato dell’arte

25/03/2009

Avviata una ricerca per mettere a fuoco i trend della comunicazione ICT al mercato.

In che modo le aziende ICT si rivolgono al mercato? Per rispondere a questa domanda Assintel e Insintesi hanno realizzato un questionario on line da sottoporre ai responsabili della comunicazione delle aziende di settore. La ricerca prende in esame il set di strumenti, contenuti e approcci utilizzato dalle imprese ICT per comunicare al mercato, prestando particolare attenzione ai seguenti punti: la percezione degli ostacoli all’innovazione da parte delle aziende utenti; la percezione del ritorno degli investimenti in comunicazione; le tipologie di contenuti; i principali problemi di comunicazione al target; le prime ripercussioni registrate a seguito dell’attuale scenario di crisi.


Lo scopo della ricerca è di delineare un quadro semplice e preciso delle modalità con cui le aziende si rivolgono ai loro interlocutori, per contribuire alla creazione di un sistema virtuoso che favorisca lo sviluppo dell’Innovazione nel Paese. Al momento, infatti, questo tipo di comunicazione risulta carente e inefficace. A conferma di ciò, nelle “Statistiche sull’innovazione nelle imprese“ del 2008, l’ ISTAT rileva che uno dei principali ostacoli all’innovazione è per l’appunto la mancanza di informazione e di conoscenza.


Le aziende ICT sono spesso accusate di autoreferenzialità, di linguaggio eccessivamente tecnico, di lontananza dalle esigenze del proprio target. Questo porta ad un allontanamento dal settore delle micro e piccole imprese, che non percepiscono l’utilità della tecnologia come investimento strategico per il proprio business. Il risultato è un crescente digital divide rispetto alle grandi società, e una scarsa possibilità di crescita e affermazione nel proprio mercato di riferimento.


Per una ripresa competitiva del Paese, che punti sulla cultura dell’innovazione, diventa fondamentale quindi creare un circolo virtuoso tra le aziende che forniscono soluzioni tecnologiche e le aziende utenti, siano esse di grandi dimensioni o piccole realtà locali.


Link al questionario:


http://www.insintesi.eu/%20index.php?option=com_wrapper&Itemid=24


Luana Andreoni – Redazione Cultur-e

COMMENTI

Eventi