Ferpi > News > Da Public Relations a People Relations

Da Public Relations a People Relations

25/05/2015

A Milano il 25 maggio workshop sulle Digital PR.  

Nella nostra società le relazioni tra persone ma anche tra le organizzazioni sono sempre più digitali.

La grande diffusione delle Digital Pr, l’accessibilità in mobilità e la pervasività del web nella vita quotidiana, obbliga a ripensare la professione delle Relazioni pubbliche. Su questo tema la Delegazione Ferpi Lombardia ha organizzato un workshop lunedì 25 maggio alle ore 18.00 presso i Chiostri dell’Umanitaria – Sala Cinema  (Via San Barnaba, 48) dal titolo “Relazioni Pubbliche e digitale: nuovi paradigmi e nuove frontiere”.

All’incontro che sarà aperto da Fabio Famoso, responsabile della Delegazione Ferpi Lombardia, si discuterà dell’impatto del digitale nelle attività di relazioni pubbliche con Daniele Sesini, Direttore Generale IAB, Marco Massarotto, Founder Doing, Vittorio Cino, Direttore Communications & Public Affairs The Coca-Cola Company e Giancarlo Panico, responsabile informazione ed editoria di Ferpi  e direttore di Ferpi.it, il sito della Federazione, recentemente riprogettato dalla digital business company DOING. Conclusioni del Presidente Ferpi, Patrizia Rutigliano.

Nella network society quelli che un tempo erano i destinatari della comunicazione sono diventati protagonisti sancendo, di fatto, il passaggio dalle tradizionali Public relations alle nuove “People relations”. Allargandosi le frontiere delle Rp cambiano anche le competenze necessarie al professionista della comunicazione per operare nel nuovo scenario che si è determinato che nelle attività quotidiane ha a che fare con influencer e non “semplici” destinatari delle azioni di comunicazione, social engagement e management delle relazioni attraverso i social media, content curation: framework complessi e in continuo cambiamento che richiedono un approccio nuovo.

Scenario ben delineato da una recente ricerca dello IAB sulla comunicazione digitale. L’Internet advertising (incluso Programmatic e Mobile) continua a crescere a due cifre ma in maniera molto differenziata. Nel 2014 i banner tradizionali dell’8%, il Video advertising del 25%, il Social advertising del 70%. Eccezionale la progressione dimostrata dal Programmatic (+120%), dal Social (+70%) e dal Mobile (+50%). Ai navigatori, nei loro ruoli di cittadini, clienti o utenti è sempre più difficile distinguere tra informazione, comunicazione, promozione e pubblicità. Dall’altra parte, quella delle aziende, i confini tra comunicazione corporate, istituzionale e di prodotto e la pubblicità sono più labili.


Scarica l'invito.


 




 

Ufficio Stampa

tel.  +39 02 58 31 24 55
mail ufficiostampa@ferpi.it

 

COMMENTI

Eventi