Ferpi > News > Da questa settimana nasce sul sito Ferpi una nuova sezione dedicata alla Comunicazione Pubblica

Da questa settimana nasce sul sito Ferpi una nuova sezione dedicata alla Comunicazione Pubblica

14/02/2006

Una lettera di Giuliano Bianucci ce la presenta.

Cari amici,dopo una necessaria  fase di preparazione è al via l'attività del gruppo Comunicazione Pubblica e Marketing Territoriale di Ferpi. 
Con molti di voi ho già confrontato le idee e il programma che avevo presentato al Consiglio Nazionale. Ho riscontrato una notevole convergenza su quelle che, evidentemente, sono esigenze sentite da tutti: crescere professionalmente e fare Rete.Da oggi troverete sulla home page del sito Ferpi un link che vi porterà in uno spazio nostro, da costruire, giorno dopo giorno, insieme.Tutti i contributi che vorrete fornire e che riterrete d'interesse troveranno spazio nelle pagine PA del sito Ferpi. Progressivamente le raccoglieremo e le indicizzeremo per rendere semplice trovare i documenti e gli appuntamenti che ci riguardano da vicino.
Ma il primo passo che vorrei proporvi è di cominciare a conoscerci meglio e verificare l'interesse di voi tutti a partecipare in modo attivo al Gruppo di Lavoro PA.  Contiamo già su alcune adesioni significative. Oggi l'invito è esteso a tutti e contiamo già su qualche dato significativo: il questionario diffuso in dicembre da FERPI, che conteneva una domanda specifica, ha registrato un centinaio di risposte dai Soci, 78 dei quali hanno espresso interesse ai segmenti di attività proposti con il seguente dettaglio (il totale è più di 78 in quanto erano contemplate opzioni multiple):




Segmento di attività
Indicazioni di esperienze


Comunicazione interna

21


Comunicazione ai cittadini

31


Comunicazione turistica

21


Promozione eccellenze

25


Grandi eventi

27


Attrazione investimenti

12
A questi 78 ho aggiunto tutti quelli che conosco e che so interessati alla PA o in essa operativi e quelli che hanno un indirizzo e-mail "spia". Sono arrivato a 300 nominativi: quasi un terzo dei Soci FERPI.
Censire e organizzare le competenze dei Soci FERPI nella PAA tutti verrà inviato in settimana un questionario che passa dalla generica espressione di interesse a una più approfondita auto-presentazione da mettere in rete.Ogni Socio interessato potrà indicare:

le proprie esperienze,
l'area territoriale in cui opera,
le proprie referenze, 
l'interesse a partecipare in modo attivo al Gruppo di Lavoro PA,
l'interesse a fungere da docente in corsi di formazione,
la disponibilità a forme di partenariato per l'eventualità di cooperazione tra Soci su progetti da realizzare.
L'obiettivo è di mettere a fuoco, nel giro di pochi mesi, un database di esperienze, referenze, modelli,presenti in FERPI con l'obiettivo di valorizzare il lavoro dei colleghi che operano all'interno degli Enti e di consentire una facile individuazione sul territorio delle esperienze di rilievo nella Comunicazione Pubblica e nel Marketing Territoriale.
I segmenti in cui articolare le professionalità censite dovrebbero essere i seguenti:

A) comunicatori interni agli enti
B) comunicatori esterni agli enti, che offrono servizi direttamente e tramite strutture aziendali.
C) giornalisti, pubblicitari, professori universitari ecc&
D) nuove professionalità legate alla Rete, al marketing del territorio, ai nuovi servizi, alla progettazione legata all'acquisizione di fondi Comunitari, dello Stato, delle Regioni, alla valutazione, alla certificazione della qualità, al benchmarking, al rating ecc. Questa categoria, che è la più trascurata da tutti, comprende soggetti che si occupano dello sviluppo del territorio in numerosi Comuni, Province, Regioni, Aziende di Sviluppo locale, Camere di Commercio, Unioni Industriali, Banche, Associazioni ecc. Anche per questa categoria valgono le considerazioni interno/esterno.
Dare  visibilità all'area PA di Ferpi
Le informazioni raccolte serviranno:

a costruire una mappa conoscitiva delle professionalità e referenze interne
a promuovere verso l'esterno l'insieme delle professionalità e competenze presenti in FERPI (sito, eventuale pubblicazione cartacea, ecc.)
a far crescere la cultura della PA anche offrendo come docenti per corsi di formazione e master le risorse presenti in Associazione.
Due fronti caldi: gare pubbliche e tagli degli "sprechi"Oltre all'obiettivo generale di crescere culturalmente e fare Rete, ci sono almeno due linee di impegno su cui ho registrato una convergenza di interessi:
1) Tagli degli "sprechi"In Finanziaria sono stati apportati tagli brutali alla spesa pubblica. Eliminare con la spada il 50% delle spese per gli investimenti in comunicazione significa in molti casi intervenire su sprechi, ma almeno in altrettanti casi significa depotenziare assi innovativi, mortificare attività di successo, impedire la crescita di progetti e servizi. Come intervenire allora in una stagione che, per mancanza di risorse, dovrà far diventare tutti più virtuosi? La strada obbligata sembra quella di indicatori che consentano una valutazione, come avviene in molti Paesi che attribuiscono il giusto peso alla misurazione per evitare di buttare il bambino con l'acqua sporca.Su questa strada ci siamo già mossi e proporremo in primis alle Associazioni della Comunicazione e ai Comunicatori tutti, interni e esterni agli Enti, di sottoscrivere una proposta  da formulare al nuovo Governo.
2) Gare pubblicheTroppo spesso i Bandi di Gare pubbliche contengono, in modo confuso, advertising e RP, maxi eventi e soglie di sbarramento di fatturato irraggiungibili dai nostri Soci. Troppo spesso i Comunicatori interni agli Enti leggono sui giornali i Bandi alla cui stesura  non sono stati chiamati a partecipare. Eppure molti Soci delle primarie Associazioni dei Comunicatori hanno la professionalità  per formulare bandi professionali, in cui si tenga conto che il progetto è distinto dalla sua realizzazione e che non si possono inserire nei Bandi vincoli di soglie di fatturato di milioni di euro senza escludere molti dei professionisti che potrebbero contribuire alla realizzazione di efficaci interventi. Siamo pronti a intervenire, con un confronto preliminare con le altre Associazioni, per definire un documento da presentare in primis alle Regioni, Province, Comuni.
Giuliano BianucciDelegato Ferpi alla Comunicazione Pubblica 
Per informazioni scrivete direttamente a: giuliano.bianucci@info-group.it

COMMENTI

Eventi