Ferpi > News > Dalle pierre alle Rp. Il punto sulla professione delle Relazioni Pubbliche

Dalle pierre alle Rp. Il punto sulla professione delle Relazioni Pubbliche

25/11/2010

Questo il titolo dell’incontro organizzato a Savona dalla delegazione ligure. I professionisti di oggi hanno incontrato i professionisti di domani per fare il punto su un mestiere sempre più strategico.

di Giovanna Fabiano
“Consulente di management, trend setter e molto altro, che va oltre le sole nozioni universitarie.” Questa la figura del consulente di comunicazione tracciata da Luca Barabino agli occhi attenti dei numerosissimi studenti di Scienze della Comunicazione che hanno partecipato all’incontro organizzato ìl 24 novembre al Campus Universitario di Savona su iniziativa della Delegazione Ferpi Liguria, dal titolo Dalle pierre alle Rp. Il punto sulla professione delle Relazioni Pubbliche .
Obiettivo dell’incontro era fare chiarezza sulle relazioni pubbliche, il loro ruolo, e gli sviluppi professionali nell’attuale contesto socioeconomico.
Dopo i saluti istituzionali dell’Università di Genova, il professor Felice Rossello ha introdotto l’incontro ed affidato alla Delegata Regionale Ferpi Liguria, Sabina Alzona, il compito di presentare Ferpi agli studenti.
L’incontro è stato moderato dalla giornalista de Il Secolo XIX, Antonella Granero che ha fatto emergere il valore dei diversi interventi sottolineando in particolare ai giovani l’importanza del confronto con il mondo professionale fin dalle mura universitarie.
Gli studenti hanno quindi cercato di comprendere l’importanza di appartenere a Uniferpi, il valore di vivere la professione e le relazioni con i professionisti fin dai primi anni accademici. E’ stato sottolineato più volte che relazione è al centro della nostra professione e le relazioni si creano sopratutto fuori dalle mura universitarie. Ecco perché è importante partecipare e vivere insieme ad altri giovani curiosi, intraprendenti, fiduciosi il viaggio verso la professione.
Grande interesse da parte degli studenti all’intervento di Luca Barabino, che ha esordito mettendo alcuni punti fermi: la confusione “linguistica” nel mondo delle relazioni pubbliche ma non in quello delle public relations lo porta a considerarsi un consulente di comunicazione. “La comunicazione – ha detto Barabino – è una leva strategica funzionale volta a creare valore per la società, una leva di management nel governo dell’azienda e un asset intangibile e difficilmente misurabile”.
Barabino ha poi illustrato in modo chiaro e concreto come la comunicazione sia il frutto di tre componenti: complessità, articolazione, convergenza e che tutte queste componenti rimandino alla reputazione. Tema sul quale si dibatte costantemente, vista anche la forte rivoluzione portata dal web 2.0. L’attenzione si è poi spostata su “come deve essere” il comunicatore: una persona in grado di comprendere l’azienda nelle sue diverse articolazioni, saper leggere l’attualità anche in via prospettica, valorizzando l’azienda e facendosi “trend setter”; un consulente di management, in grado di mixare sapientemente gli strumenti a disposizione, imporre la progettualità, la propria capacità di pensare.
Roberta Milano, esperta di web marketing per il turismo, ha mostrato invece, attraverso una carrellata di dati ed esempi tratti dal mondo dei social network, come la comunicazione on line si sia sempre più evoluta e come l’ambiente virtuale sia, di fatto, un mondo reale: “Infatti se oggi si usa bene il web 2.0, si conosce bene la grammatica dei suoi strumenti e si coniugano insieme correttamente ed efficacemente, è possibile ottenere buoni risultati in termini di reputazione, senza mai dimenticare la bidirezionalità ed il continuo scambio tra pari non solo inevitabile ma necessario oggi sul web”.
Infatti se il mondo del web 2.0 si presenta come un immenso universo, dai confini non nettamente definibili, è fondamentale ascoltare gli altri, osservare come ci vedono, interagire con loro e creare partecipazione al fine di aumentare, mantenere, consolidare la nostra reputazione.
I lavori sono stati conclusi da Elisa Scarcella, comitato territoriale Ferpi Liguria, a cui va il merito di questa giornata, che ha invitato gli studenti a partecipare al momento di approfondimento dedicato ad un medium ancora oggi molto amato e seguito: la radio. Ultimo intervento in aula quindi con Luciana Del Giudice, Direttore Responsabile di Radio Babboleo, che ha portato l’esperienza della Radio con sede a Genova e presentato la campagna di comunicazione promossa con grande successo con l’obiettivo di consolidarne la leadership.
Di seguito, i partecipanti all’incontro si sono trasferiti negli studi della web-radio CampusWave, per una visita guidata che ha permesso di conoscere l’emittente creata da alcuni studenti del Campus di Savona nel gennaio 2010 e si dimostra un ottimo esempio di “preparazione alla professione” per gli studenti che hanno voglia di vivere l’Università in maniera attiva e consapevole.

COMMENTI

Eventi