Ferpi > News > Dedalo: il roadshow fa tappa anche a Napoli

Dedalo: il roadshow fa tappa anche a Napoli

03/03/2015

Letizia Nassuato

Consolidare la professione attraverso la condivisione delle novità introdotte dalla Legge 4/2013, questo l’obiettivo della seconda tappa del roadshow di Dedalo, svoltasi a Napoli lo scorso 19 febbraio.

Appuntamento con i Soci Ferpi campani organizzato non solo per adempiere ad una esigenza formativa, ma anche per proseguire quel percorso di dialogo avviato lo scorso anno tra i soci sul territorio ed i consiglieri nazionali intervenuti: Amanda Jane Succi, vicepresidente Ferpi con delega alla Comunicazione Interna e Massimo Alesii, con delega all’Osservatorio Stakeholder Relationship.

L’incontro, svoltosi all’interno della sede partenopea delle Poste Italiane a Piazza Matteotti, nella cornice della Sala Matilde Serao si è articolato su due assi principali: formazione e ascolto. Da una parte quindi la necessità di condividere i risvolti della nuova regolamentazione delle professioni nell’esercizio dell’attività di relazioni pubbliche e comunicazione in Italia e in Europa, dall’altra strutturare un momento organico di confronto tra i diversi attori intervenuti.

Ferpi infatti, coerentemente con quanto riportato nell’articolo 7 della Legge 4/2013 ha perfezionato il proprio sistema di attestazione della qualifica dei professionisti soci Ferpi introducendo, nel proprio Statuto e nel Regolamento della Commissione Aggiornamento e Specializzazione Professionale (CASP), l’obbligo di assicurare la formazione professionale permanente agli iscritti. La scelta di fare quindi un momento formativo itinerante va proprio in questa direzione, offrire l’opportunità ai territori di approfondire tutti i risvolti dell’inserimento di Ferpi nell’Elenco del Ministero dello Sviluppo Economico, riservato alle associazioni professionali che rilasciano attestato di qualità dei propri iscritti e di confrontarsi su alcuni aspetti della Legge 14 gennaio 2013, n.4, che regolamenta le professioni non regolamentate.

Alta l’attenzione che ha visto i partecipanti contribuire ad un’ampia riflessione sia sugli obblighi statutari, che valorizzano la professione, come la trasmissione al MISE degli elenchi dei soci professionisti qualificati e non, in linea con la normativa europea, sia sugli obblighi per i professionisti iscritti, necessari per non incorrere nelle sanzioni previste dal Codice di Consumo (Dlgs206/2005).

Spazio importante riservato poi alla condivisione delle evidenze, emerse a valle della prima fase della ricerca interna, svoltasi tra i soci Ferpi lo scorso autunno. Obiettivo: interrogarsi sul ruolo della professione delle relazioni pubbliche e della Federazione per gli associati, e fornire risposte concrete attraverso un percorso di dialogo strutturato con tutti i soci. Gli esiti, consuntivati con il supporto dell’istituto di ricerche Lorien Consulting, hanno fotografato una situazione in cui emerge il ruolo centrale dei professionisti Ferpi in uno scenario di profondo cambiamento sociale ed economico in cui diventa prioritario supportare lo sviluppo delle imprese e del lavoro.

Prossimo appuntamento con il roadshow di Dedalo a Milano in aprile.

COMMENTI

Eventi