Ferpi > News > Documentario su McDonald's: superdistorsioni o no?

Documentario su McDonald's: superdistorsioni o no?

08/06/2004

Nelle sale cinematgorafiche è già uscito Super Size Me, un film prodotto da IGN FilmForce che racconta criticamente cosa succede dopo 30 giorni di alimentazione only-McDonald's.

E dopo un attacco così diretto al simbolo numero uno della cosiddetta industria del junk food, arrivano le reazioni e i primi comunicati stampa. E andando a curiosare chi si nasconde dietro le dichiarazioni incorciate che si sono scatenate si trovano i protagonisti principali dell'industria del cibo.In un comunicato stampa dal titolo eloquente "Super Size Me a Super Sized Distortion of the facts" si legge della reazione dell'American Council on Science and Health, consorzio dedicato alla sensibilizzazione sulle tematiche ambientali  e nutrizionali e agli stili di vita. Quest'ultimo non ha mai preso posizioni nette nei confronti dell'industria del cibo, come invece ha fatto in passato nei confronti dell'industria del tabacco. Ma curiosando tra i suoi passati donatori si trovano i nomi più prestigiosi dello junk food, come McDonald's e Burger King. La lista delle reazioni calde che il documentario ha provocato continua e il sito di IGN Film Force propone uno sguardo critico alle prese di posizione che la pellicola ha suscitato, troppo spesso provenienti da soggetti coinvolti nel business del cibo spazzatura.
Emanuela Di Pasqua - Totem

COMMENTI

Eventi