Ferpi > News > Donna, economia e potere: il mondo femminile come risorsa per l’innovazione

Donna, economia e potere: il mondo femminile come risorsa per l’innovazione

20/10/2011

Un convegno, organizzato dalla _Fondazione Bellisario_ il 28 e il 29 ottobre a Milano, fa il punto sul ruolo della donna come risorsa per l’innovazione sociale. Uno spazio virtuale dove convergeranno idee e proposte concrete per generare una conoscenza più profonda di quale sia il valore tangibile delle donne nello sviluppo sociale ed economico.

Un momento di incontro, confronto e dibattito quello che si svolgerà venerdì 28 e sabato 29 ottobre prossimo a Milano durante la XXII edizione del Seminario Internazionale Donna, Economia & Potere promosso dalla Fondazione Marisa Bellisario in cui verrà fatto il punto sul tema Risorse per l’innovazione social alla luce del numero di donne che entreranno negli organi sociali delle società quotate e delle controllate dalle Pubbliche Amministrazioni a seguito della legge sulle quote di genere che entrerà in vigore dal 28 luglio 2012 per i prossimi nove anni. Ciò grazie al lavoro dell’on. Lella Golfo, presidente della Fondazione Bellisario, la prima ad aver ideato elaborato e presentato il provvedimento che per la prima volta introduce le quote obbligatorie in Italia.
Nella due giorni milanese dedicata al convegno si avvicenderanno incontri e tavole rotonde a cui parteciperanno i protagonisti del mondo istituzionale, economico, finanziario e culturale che si confronteranno su diversi temi. Al centro del dibattito, il ruolo e il valore delle donne come risorse per l’innovazione sociale, l’incontro tra la mappa del potere economico e la mappa dei talenti femminili in Italia, ma anche gli scenari attuali e futuri, le idee e proposte per mettere al centro dell’agenda del Paese l’innovazione sociale e istituzionale
“Abbiamo iniziato un cammino che rappresenterà per il nostro Paese uno strumento di innovazione sociale e istituzionale – commenta Lella Golfo. Il Seminario di quest’anno vuole rappresentare uno spazio virtuale nel quale far convergere idee e proposte concrete che siano funzionali a generare una conoscenza più profonda di quale sia, anche al di là della quote, il valore tangibile delle donne nello sviluppo sociale ed economico italiano anche in funzione dei posti che andranno a ricoprire. Oggi le aziende, anche grazie al nostro lavoro e al dibattito che abbiamo stimolato attorno alle quote, vivono la presenza femminile come un’occasione di crescita. C’è un gran bisogno di competenza e preparazione e dalle donne può venire quel valore aggiunto che farà la differenza per tornare a essere competitivi sui mercati internazionali. Inoltre grazie a questo provvedimento si creeranno modelli di leadership di successo che le giovani potranno seguire e avere l’ambizione di uguagliare e allo stesso tempo potremo finalmente liberarci di alcuni stereotipi che in questi anni hanno limitato le aspirazioni di crescita e carriera delle donne, precludendo loro i ruoli di vertice del nostro sistema economico e istituzionale”.
Clicca qui per scaricare il programma dettagliato.

COMMENTI

Eventi