Ferpi > News > E' tempo di elezioni...e anche i soci Ferpi scendono in campo

E' tempo di elezioni...e anche i soci Ferpi scendono in campo

03/05/2006

Non senza qualche critica...

La scorsa settimana, il sito ha pubblicato l'articolo di Toni Muzi Falconi "La rimozione forzata" in cui, fra le molte altre cose, si annunciava la candidatura di due soci Ferpi (Gherarda Guastalla Lucchini e Carlo Montalbetti) nella lista civica capeggiata da Bruno Ferrante, in corsa per le elezioni comunali di Milano del prossimo 28 maggio.Sempre nel rispetto della volontà dei singoli, la Ferpi ha sempre utilizzato le pagine del suo sito anche per informare i lettori di iniziative pubbliche che coinvolgono i suoi soci. Così come fa anche oggi nel dare l'annuncio della candidatura di un altro socio milanese, Davide Pozzi, nella lista civica della Rosa nel Pugno, sempre per il Consiglio Comunale della sua città (www.davidepozzi.it)Nel caso dell'articolo della scorsa settimana però, la notizia ha mosso la socia Donatella Lanzeni ad inviare un messaggio di dissenso che - con la sua autorizzazione - pubblichiamo di seguito, nel consueto intento di offrire a tutti i nostri lettori un libero spazio di opinione.Nello stesso spirito, ci è però d'obbligo comunicare anche che Gherarda Guastalla Lucchini si riserverà di replicare al messaggio della collega ad elezioni avvenute, evitando di alimentare potenziali dubbi di strumentalizzazione di canali pubblici.V.P.

Ecco il messaggio di Donatella Lanzeni:Cari Toni e Cara Gherarda,leggo con piacere, stupore e desolazione insieme la tua nota della newsletter del 27 aprile sul va e viene dei comunicatori politici.Mi spiego:- con piacere perche' vedo indignazione per il lazzaronismo, vacanzismo e lagnosita' del cosiddetto popolo italiano che a mio avviso sta in paese di bengodi ben protetto dalla sinistra  - con stupore, la candidatura di Gherarda nella lista civica di Ferrante!! Tu quoque Ghe!!!  Cercherò, con grande amicizia, di farti perdere!  - con desolazione, vedendo da questa nota che la Ferpi e' di nuovo lo specchio della sinistra, mi pare adesso moderata, e non rappresenta per niente superpartes la comunicazione politica, cosa che dovrebbe fare parte dell'etica dei comunicatori.Altrimenti facciamo un partito politico e chi vorra' si associera'... Cordiali salutiDonatella Lanzeni

COMMENTI

Eventi