Ferpi > News > EconomyUp, il magazine dell’Italia che vuole crescere

EconomyUp, il magazine dell’Italia che vuole crescere

17/07/2013

Un progetto per ridare al nostro Paese lo slancio per affrontare il futuro con ottimismo: è _EconomyUp,_ una nuova testata digitale e un luogo d’incontro tra il mondo delle startup e il tessuto economico tradizionale. Del nuovo sito, di startup e comunicazione abbiamo parlato con il direttore, _Giovanni Iozzia_, in un’intervista esclusiva per Ferpi.

Nonostante la crisi, nonostante un mercato del lavoro sempre più chiuso e complicato, esiste un’Italia che ha ancora voglia di crescere e di farcela. E’ quella che si può incontrare su EconomyUp.it, un nuovo progetto editoriale, nato su iniziativa del Corriere delle Comunicazioni e diretto da Giovanni Iozzia, con la collaborazione di un gruppo di professionisti, docenti universitari e imprenditori.
“L’obiettivo è quello di creare un luogo di racconto per tutti quelli che ci provano. A fare impresa, a innovare, a creare ricchezza», spiega Giovanni Iozzia, già direttore di Capital e PanoramaEconomy.
Startup, innovazione e made in Italy i principali temi del nuovo sito che proprio alle startup dedicherà una particolare attenzione per diffondere una verità ormai condivisa negli Stati Uniti:in un’economia matura la crescita del Pil, la creazione di occupazione, insomma la ripresa, possono venire solo dalla nascita di nuove imprese.
Se il lavoro non c’è, bisogna “inventarselo”. Ma c’è davvero spazio per le startup in Italia?
Assolutamente sì e non potrebbe essere diversamente, visto che siamo il Paese delle piccole e medie imprese che, in stagioni diverse, sono state vere e proprie start up ante litteram. Oggi la nuova imprenditorialità si esprime soprattutto sul fronte digitale ed è un’opportunità per tutto il sistema economico, perché produce innovazione rapidamente e a costi contenuti. Bisogna saperne approfittare.
Come è nata l’idea di EconomyUp.it?
Dall’incontro tra un gruppo di persone che hanno deciso di far venire allo scoperto la “buona economia”, le imprese che non solo resistono ma creano innovazione, ricchezza, lavoro. Ci sono e spesso sono quelle meno conosciute.
Qual è l’obiettivo di EconomyUp.it?
EconomyUp.it è un progetto editoriale, quindi il suo primo obiettivo è creare un’ambiente di incontro, scambio e conversazione fra le start up, gli innovatori che stanno nelle grandi aziende e il sistema del made in Italy. Un racconto dell’Italia che vuole crescere. Con la speranza che funzioni anche da stimolo: economyup non è solo l’economia delle start up, è anche un invito a stare su.
Quale il ruolo della comunicazione nelle giovani imprese? È un valore in cui credere sin dall’inizio o è meglio aspettare che l’attività sia in qualche modo “avviata”?
E’ un valore fondante, anche perché oggi devi pensare subito in una dimensione internazionale dove non puoimuoverti se non ha fatto i passi giusti, anche con una strategia di comunicazione. Che comincia quando fai il pitch, la presentazione agli investitori potenziali, e va avanti in tutte le manifestazioni della tua idea e del tuo lavoro.
Cosa consiglieresti ad un giovane che, con pochi soldi e molte idee, volesse diventare imprenditore?
Avere un bel team, che spesso conta più dei soldi, ed essere convinto della propria idea senza però innamorarsene troppo: un bravo imprenditore deve anche essere disposto a cambiare… idea. Spesso rapidamente.

COMMENTI

Eventi