Ferpi > News > Enel, il Bilancio di Sostenibilità compie 10 anni

Enel, il Bilancio di Sostenibilità compie 10 anni

31/10/2013

Dalla prima versione, nel 2002, all’2006 che adotta le linee guida del Global Reporting Initiative, fino al 2012, anno in cui è tra le prime aziende al mondo ad utilizzare l’analisi di materialità. Il Bilancio di Sostenibilità di Enel compie 10 anni e in occasione del _Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale,_ è stato presentato il libro _The Shared Value Debate: Academic Visions on Corporate Sustainability._

L’integrazione della Sostenibilità nella strategia d’impresa per la creazione di valore condiviso con tutti gli stakeholder è il tema al centro delle celebrazioni dei 10 anni del Bilancio di Sostenibilità di Enel. L’occasione per ripercorrere la strada della Corporate Social Responsability del Gruppo è stato il convegno di apertura del Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale, che si è tenuto presso l’Università Bocconi di Milano l’1 e 2 ottobre scorsi.
All’evento hanno partecipato il Presidente Enel, Paolo Andrea Colombo, il Rettore dell’Università Bocconi, Andrea Sironi, il Presidente della Commissione Cultura di Confindustria, Alessandro Laterza, e la Chief Advisor for Innovation in Reporting del Global Reporting Initiative, Nelmara Arbex. Nell’ambito del convegno è stato presentato il libro The Shared Value Debate: Academic Visions on Corporate Sustainability, curato dalla Fondazione Centro Studi Enel.
“L’integrazione sociale dell’impresa rappresenta una nuova visione del rapporto tra attività economica e società – ha affermato Paolo Andrea Colombo, Presidente di Enel – e la Corporate Social Responsibility sta assumendo un ruolo cardine nel governo delle imprese. In Enel la CSR ha un significato ben preciso: perseguire una strategia di pianificazione, monitoraggio e reporting di tutte le politiche di medio-lungo periodo relative alla trasparenza, all’anti-corruzione, alla tutela dell’ambiente, alle relazioni con le comunità e con le persone che lavorano in azienda e con l’azienda. Per fare questo poniamo al centro di questo modello un concetto chiave, quello della responsabilità, che vuol dire anche instaurare un dialogo costante con tutti i nostri stakeholder”.
“I risultati del Bilancio di Sostenibilità – ha dichiarato Fulvio Conti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Enel – hanno dimostrato nel corso degli ultimi 10 anni il profondo processo di integrazione della CSR nella strategia del Gruppo. Questa attività ha creato valore per la nostra azienda, per i nostri stakeholder e non da ultimo per i nostri azionisti. A confermarlo sono la quota di partecipazione dei Fondi socialmente responsabili nel flottante istituzionale di Enel, cresciuta fino a raggiungere oggi il 14,6%, e la riconferma di Enel per il decimo anno consecutivo nel Dow Jones Sustainability Index”.
Da 10 anni Enel affianca ai documenti di rendicontazione economico finanziari il Bilancio di Sostenibilità, una relazione che nel corso degli anni ha raccontato le tappe della Corporate Social Responsibility verso il modello CSV (Creating Shared Value), facendo della responsabilità sociale ed economica un fattore di competitività. Il percorso è stato segnato sia dal recepimento dei cambiamenti nello sviluppo della reportistica avvenuti nell’ultimo decennio, sia dalla crescita internazionale del Gruppo, diventato uno dei principali player globali dell’energia e leader proprio in tema di Sostenibilità.
La prima versione del Bilancio di Sostenibilità del Gruppo Enel risale al 2002: un rapporto agli stakeholder che illustra accanto alle principali performance economico-finanziarie dell’azienda, gli impegni in ambito ambientale e sociale. A partire dall’edizione 2006 vengono adottate le linee guida del Global Reporting Initiative, il più riconosciuto standard di rendicontazione sulla sostenibilità, che garantisce la massima trasparenza e completezza dell’informazione. Negli anni successivi la metodologia si è ulteriormente evoluta ed Enel, per seguire la nuova esigenza di una reportistica sempre più integrata, ha gradualmente introdotto anche nel Bilancio Consolidato, gli indicatori di performance più importanti in tema di ambiente, società e governance.
Nel 2012 Enel è tra le prime aziende al mondo a raccontare nel Bilancio di Sostenibilità il suo posizionamento strategico di Sostenibilità attraverso la cosiddetta “analisi di materialità” che mette in relazione le linee guida del piano industriale con le tematiche più rilevanti e le maggiori aspettative dei propri stakeholder.

COMMENTI

Eventi