Ferpi > News > Ferpi Lombardia: come "Comunicare con il Cinema"

Ferpi Lombardia: come "Comunicare con il Cinema"

30/09/2010

Il cinema è più che mai un attuale strumento di comunicazione che può aiutare le aziende in modo efficace. E’ quanto è emerso dall’incontro _Comunicare con il Cinema_, organizzato da FERPi Lombardia, che si è tenuto nei giorni scorsi a Milano.

Grande successo di pubblico per l’incontro “Comunicare con il Cinema , promosso dalla delegazione FERPi Lombardia in collaborazione con Opus e Echo che si è tenuto lunedì 27 settembre presso il cinema Odeon di Milano.
Sono stati infatti più di 300 i professionisti della comunicazione che hanno popolato la bellissima Sala 2 dello storico cinema milanese, prendendo parte a questa serata ad inviti che, dopo il rinfresco, è entrata nel vivo con un dibattito volto ad fare luce sulle molte e diverse opportunità che il cinema può offrire come medium di comunicazione.
Mai come in questo periodo, infatti, i comunicatori dovrebbero considerare il cinema come un utile e innovativo strumento di lavoro per le innumerevoli possibilità che questo mezzo offre, senza dimenticare il ruolo che le multisale possono giocare e l’impatto che il digitale e il 3D stanno avendo presso il grande pubblico.
Questi sono stati alcuni dei punti caldi toccati durante il dibattito.
Dall’ultima ricerca Audimovie è emerso che nel primo semestre 2010 l’incremento degli spettatori rispetto allo stesso periodo del 2009 è stato del 17%, rivelando come il cinema sia un settore che meglio di altri ha saputo reagire alla crisi. E’ questo uno dei dati espressi da Marco Cino, Presidente di Echo, che ha poi illustrato come una forte spinta al mercato cinematografico nel 2010 sia stata data dal cinema 3D, sia in virtù del costo più elevato del biglietto, sia per l’incremento del numero di presenze in sala. Proprio il 3D, come ha mostrato il Direttore Generale di Opus Massimiliano Langs, può essere uno strumento utile per la pubblicità al cinema. Gli spot trasmessi sugli schermi cinematografici risultano meglio accolti dal pubblico rispetto a quanto avvenga in televisione, oltre ad essere più efficaci perché più ricordati.
Ma il cinema è luogo e strumento ideale per molte iniziative di comunicazione. Esemplicativa in questo senso la promozione effettuata nelle sale da Barilla, che si è servita degli spazi antistanti le biglietterie di diversi multisala per offrire un assaggio del proprio pesto, allestendo delle vere e proprie cucine con tanto di piantine di basilico a vista. Molti altri però sono i legami tra cinema e comunicazione: si va dalla promotion, al co-marketing, dal licensing al product placement fino agli eventi.
Un legame particolarmente “speciale” è quello poi tra cinema e aziende. “Nei momenti di crisi il cinema può risultare più efficace di uno spot”, queste le parole di Fabrizio Paschina, Responsabile Pubblicità e Web di Intesa Sanpaolo. L’affermazione è stata il filo conduttore del progetto perFiducia, pensato da Intesa Sanpaolo per ridare fiducia ai propri clienti in tempi di crisi, raccontando le forze positive e vitali che comunque continuano ad animare l’Italia. Tre cortometraggi d’autore – Ermanno Olmi, Gabriele Salvatores e Paolo Sorrentino – basati sulla convinzione che il cinema sia ancora uno strumento attuale per cambiare la società.
Il dibattito, moderato da Carmelo Stancapiano, ideatore dell’evento e membro del Comitato di FERPi Lombardia, si è concluso con la proiezione riservata del film Inception di Christopher Nolan.
Clicca qui per consultare le presentazioni e i contributi video presentati durante il dibattito.

COMMENTI

Eventi