/media/post/sv3uqqu/formazione.jpg
Ferpi > News > Formazione Ferpi: una primavera ricca di appuntamenti

Formazione Ferpi: una primavera ricca di appuntamenti

19/02/2019

Web marketing, nuovi linguaggi della comunicazione politica, fundraising, italiano per la comunicazione: sono alcuni dei temi su cui si focalizzeranno i corsi di formazione organizzati da Ferpi nei prossimi mesi.

 

 

Numerosi i corsi di formazione Ferpi per soci ed esterni in programma per la prossima primavera: “Web Marketing and Communication. VII edizione. Misurare, valutare, progettare: il futuro della Comunicazione è nei numeri” (Roma) a cura di Simonetta Pattuglia e Paola Aragno in collaborazione con Università Tor Vergata e Eikon; “Nuovi linguaggi della comunicazione politica” (Roma) a cura di Simonetta Pattuglia e Antonio Iannamorelli in collaborazione con Reti; “Snack Seminar” (Napoli) a cura di Letizia Nassuato in collaborazione con Università Bocconi; “Comunicatori o fund raiser? Quando e come, ruoli e competenze” (Roma) a cura di Giulia Pigliucci in collaborazione con ASSIF-Associazione Fundraisers; “Una lingua per comunicare: dubbi da risolvere e luoghi comuni da sfatare per comunicare in un italiano efficace” (Roma) a cura di Giuseppe Patota. Il 7 marzo si svolgerà l’inaugurazione della XVII edizione del Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, patrocinato da Ferpi.

Saranno quattro le giornate dedicate a “Web Marketing and Communication. Misurare, valutare, progettare: il futuro della Comunicazione è nei numeri”, giunto alla VII edizione: 21 marzo, 3, 4 e 5 aprile. Il corso di formazione è a cura di Simonetta Pattuglia, professore di Marketing, Comunicazione e Media, Direttore Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Presidente CASP Ferpi, e Paola Aragno, Partner Eikon Strategic Consulting Italia, Docente a Contratto di Metriche della Comunicazione, LUMSA, in collaborazione con l’Università di Roma Tor Vergata ed Eikon Strategic Consulting. Protagonista del seminario sarà l’attività di misurazione, oggi più che mai fondamentale per l’analisi dell’efficacia-efficienza comunicativa e per lo studio del consumatore; interverranno professionisti, top manager e responsabili di primari istituti di ricerca che metteranno a disposizione la loro esperienza illustrando alcuni casi studio aziendali. Durante la prima giornata (21 marzo) vi sarà una kermesse di case history d’eccellenza, introdotte anche dal Presidente Ferpi, Pier Donato Vercellone, mentre le tre successive (3-4-5 aprile) saranno volte ad applicare concretamente gli aspetti teorici attraverso tre laboratori strategico-operativi sul Social Media Management, ciascuno dedicato a una delle tre piattaforme social principali: Facebook, Twitter, Instagram.

Si terrà invece nelle due giornate del 29 e del 30 marzo il seminario “Nuovi linguaggi della Comunicazione politica”, a cura di Antonio Iannamorelli, Direttore Operativo Reti, e Simonetta Pattuglia, Presidente Ferpi-CASP, Docente di Marketing Comunicazione e Media, Direttore Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media, in collaborazione con Reti. Il corso di formazione verterà sui nuovi linguaggi, protagonisti e paradigmi della comunicazione politica, oggi sempre più esito della commistione di numerose discipline, dalla sociologia alla semiotica, dalla psicologia sociale all’antropologia, senza dimenticare, ovviamente, la massmediologia. Per quanto riguarda gli attori, si può attingere alle parole del sociologo Dominique Wolton, che definisce la comunicazione politica come “Lo spazio dove tre attori, che hanno la legittimità di esprimersi pubblicamente sulla politica, si scambiano discorsi contraddittori”: si riferisce agli uomini politici, ai giornalisti e all’opinione pubblica, a cui oggi dobbiamo aggiungere le imprese mediatiche e i new media mobile e social. Proprio per questo, secondo il modello pubblicistico-dialogico la comunicazione politica è fortemente mediatizzata: ad agire non sono solamente politici e opinione pubblica, ma anche media e social media, mentre giornalisti e content creator contribuiscono a co-crearla e cittadini e utenti assumono un’importanza sempre maggiore. Diversa l’opinione del modello mediatico, secondo il quale sono i media l’attore principale, in quanto spazio fondamentale di confronto tra pubblici ed elettori e punto di incontro tra politici e cittadini, sebbene questi ultimi abbiano a disposizione anche altri strumenti per esprimere la propria opinione, tra cui lettere, manifestazioni di protesta, social network, leggi di iniziativa popolare, sondaggi e scelta di voto. Il nuovo modello è invece quello “imprenditoriale”, ancora in fase di sviluppo: quali sono i nuovi protagonisti? Quali i nuovi paradigmi? Quali gli impatti sul rapporto fra politica e società? Durante il corso di formazione si cercherà di riflettere su queste domande. Durante la serata del 29 marzo si terrà inoltre un PR Dinner dedicato al networking, dove relatori, partecipanti e ospiti potranno conoscersi e scambiarsi opinioni. Al seminario interverranno numerosi ospiti e professionisti del mondo della politica, del marketing politico-istituzionale e della comunicazione.

Nel mese di aprile si terrà il seminario “Comunicatori o fund raiser? Quando e come, ruoli e competenze”, a cura di Giulia Pigliucci, Responsabile Media Relations di Focsiv, in collaborazione con ASSIF - Associazione Fundraisers. Il corso di formazione sarà focalizzato sull’importanza di distinguere il concetto di comunicazione istituzionale da quello di raccolta fondi, approfondendo ruoli e funzioni dell’ufficio comunicazione e stampa, nonché i rapporti con i media a supporto della racconta fondi. Giulia Pigliucci e Cristina Delicato, (Campus Bio Medico), consigliere nazionale ASSIF, introdurranno il tema e illustreranno le differenze citate, mentre autorevoli relatori condivideranno le proprie esperienze relative alle campagne di raccolta fondi, alla comunicazione tout court, al placement televisivo e radiofonico e alla gestione di testimonial.

Del rapporto tra lingua italiana e comunicazione si parlerà invece il 13 maggio a Roma durante il corso di formazione “Una lingua per comunicare: dubbi da risolvere e luoghi comuni da sfatare per comunicare in un italiano efficace”, a cura di Giuseppe Patota, Linguista, Accademico Ordinario della Crusca, Professore Ordinario di Lingua Italiana, Università degli Studi di Siena, che ha all’attivo oltre 100 pubblicazioni ed è autore de “La grande bellezza dell’italiano: Dante, Petrarca, Boccaccio”, edito da Laterza. Tema centrale del seminario sarà l’italiano contemporaneo e in particolare gli elementi di novità, le trasformazioni e la divergenza rispetto al modello di lingua codificato dalle grammatiche e tramandato dall’insegnamento scolastico. Verranno analizzati i dubbi più comuni – per esempio, qual è il femminile di avvocato: avvocato, avvocatessa, avvocata, donna avvocato o avvocato donna? – e i luoghi comuni che intaccano la nostra lingua. Gli approfondimenti teorici saranno integrati da testimonianze, case histories e un’attività laboratoriale.

Giovedì 7 marzo alle ore 14.30 in Sala del Consiglio alla Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” si svolgerà l’inaugurazione della XVII edizione del Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media, diretto da Simonetta Pattuglia, patrocinato da Ferpi e in partnership con moltissime realtà aziendali nazionali e multinazionali. Il Master, condotto in forma blended language italiano/inglese, offre una formazione qualificata e completa per i futuri professionisti del marketing, della comunicazione e dei media e si concluderà con un’esperienza di stage curriculare a coronamento del percorso formativo. “Parteciperanno i responsabili dei moduli didattici e i manager che condividono con noi lezioniworkshop operativi e project work” spiega Simonetta Pattuglia, aggiungendo che “Inizia così un nuovo anno fatto di formazione intensa e di esperienze indelebili educative, applicate, di crescita professionale, di condivisione, di amicizia e di costruzione continua di senso e di valore per sé e per gli altri. La classe che si va formando - fatta di junior e di executive - mostra tutte le caratteristiche giuste per poter lavorare bene, in un'ottica di fertilizzazione incrociata di vocazioni e skills, e mantenere alto il valore del brand del nostro Master, ormai realtà riconosciuta a livello nazionale. Ne siamo fieri e ne sentiamo la grande responsabilità! Siamo felici che Ferpi continui a patrocinare e a dare supporto con competenze e partecipazione”. Chi è interessato ad assistere può scrivere a pignedoli@economia.uniroma2.it specificando azienda-ente di appartenenza oppure il motivo dell'interesse.

Per informazioni più dettagliate e iscrizioni: casp@ferpi.it

COMMENTI

Eventi