Ferpi > News > Genova, una città che comunica

Genova, una città che comunica

29/11/2005

Inaugurazione del ciclo di incontri "Focus sulla comunicazione"

A conclusione dell'incontro organizzato il 24 novembre u.s. a Genova dalla Delegazione Liguria riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa che sintetizza l'esito di questo primo appuntamento dei "Focus della Comunicazione".
FERPI  "Per una Città che comunica" 
Ieri, giovedì 24 novembre, al CDream  Costa Crociere, FERPI Federazione italiana Relazioni  Pubbliche ha inaugurato i  "Focus sulla comunicazione", ciclo di incontri sul tema  delle relazioni pubbliche  e della comunicazione al quale hanno presenziato moltissimi professionisti genovesi del settore, imprenditori, rappresentanti di diverse associazioni di categoria, docenti universitari.
L'occasione dell'incontro è stata la presentazione del nuovo Consiglio Direttivo regionale, neoeletto dai soci liguri, i cui membri sono: Sabina Alzona (responsabile sponsorizzazioni IP); Daniela Ameri (titolare dell'agenzia Ameri Communication & P.R:);Sergio Di Paolo (titolare dell'agenzia Words e consulente del Comune di Genova per la comunicazione della Città); Alessandra Grasso (responsabile relazioni esterne Città dei Bambini e dei Ragazzi);Maria Carla Italia (titolare dell'agenzia Pluralia Eventi e Comunicazione); Valentina Mancinelli (libera professionista);Carla Viale (titolare dell'agenzia Viale von der Goltz); Bruna Zunino (titolare dell'agenzia Pluralia Eventi e Comunicazione).Scopo principale quello di organizzare un appuntamento che fosse soprattutto un momento di incontro informale tra i soci FERPI e tutti i professionisti ovvero i relatori pubblici, i media, le istituzioni, le associazioni, la cultura - che, a diverso titolo,  operano nel campo della comunicazione per presentare alla Città che comunica le iniziative pensate per nel senso di "a vantaggio di" - la professione.
Andrea Prandi (presidente FERPI e direttore comunicazione Edison spa) e Sabina Alzona (delegato regionale e consigliere nazionale FERPI) hanno messo l'accento sulla necessità di confronto, di formazione e di una più esatta delimitazione dei confini di una professione quella di RP e comunicatore che è ancora "giovane" perché recente, e che in quanto tale ha ancora la necessità di consolidare le posizioni sin qui acquisite e la propria autorevolezza. Perciò FERPI sia a livello nazionale che localmente sta organizzando una serie di eventi che saranno momento di riflessione, confronto e crescita professionale non solo per i soci ma per tutti coloro che esercitano un ruolo nelle relazioni pubbliche  e nella comunicazione.
In Liguria in particolare il calendario dei prossimi mesi prevede un incontro tra relatori pubblici e media, un incontro sulla comunicazione culturale, un incontro sul marketing dei beni pubblici ed un corso di formazione sulla comunicazione dell'arte e le sponsorizzazioni, un incontro sul piano di azione della UE per l'iniziativa "Comunicare l'Europa".
CHI E' FERPI Ferpi, attiva dal 1970 riunisce  oggi più di 1.000 professionisti  della comunicazione in tutta Italia che lavorano in imprese, enti pubblici, organizzazioni no profit e società di consulenza, garantendo- attraverso l'applicazione del  proprio codice di autodisciplina eticità,  preparazione ed aggiornamento continuo  della professione. In Liguria i soci Ferpi rappresentano circa il 10% di coloro che esercitano a diverso titolo nella nostra Regione la professione di comunicatore , professione che sta trovando ampio spazio e rappresenta oggi  in Italia un settore occupazionale e produttivo piuttosto dinamico , in controtendenza con il trend negativo di altri settori. 
Secondo recenti analisi ed in rapporto ai dati internazionali riguardanti la professione, il comparto dei servizi di Relazioni Pubbliche comprende oggi , in Italia, circa 70 mila operatori, tra pubblici funzionari, agenzie, studi professionali  e singoli professionisti ed è stato stimato di un valore economico complessivo pari a circa 12 miliardi di euro. Nel 2005 il mercato degli investimenti generati dai servizi di RP ha raggiunto il valore di 1,7 miliardi di euro, comprendendo sia gli investimenti diretti delle imprese, sia i fatturati delle agenzie operanti in Italia, degli studi professionali  e dei singoli professionisti.Il 20% degli utenti dei servizi di RP con particolare riguardo alle aziende del settore finanziario, assicurativo e delle telecomunicazioni -  ha inoltre manifestato l'intenzione di incrementare i propri investimenti in questa direzione dopo un biennio di sostanziale stabilità.
( Dati Ferpi, Assorel, Astra)
Genova, 25 novembre 2005
 
 

COMMENTI

Eventi