Ferpi > News > Giganti tra i media

Giganti tra i media

16/09/2010

Perché, nonostante l’ampia scelta tra i media che abbiamo a disposizione, tendiamo a scegliere sempre gli stessi? E perché alcuni grandi nomi dell’informazione sono dei colossi inaffondabili mentre altri scompaiono senza lasciare traccia? Un’indagine che cerca di mostrare come si costruisce un’identità duratura.

Nel mondo attuale, l’offerta di informazioni e intrattenimento – in edicola, in televisione e online – ha raggiunto vette impensabili fino a qualche decennio fa. Ma i nostri comportamenti non sono poi così cambiati. Di fronte a decine di quotidiani e riviste acquistiamo ogni giorno le stesse testate e quando facciamo zapping ci fermiamo sempre sui medesimi canali.
Perché, dunque, di fronte alle infinite possibilità che ci vengono offerte ne scegliamo solo alcune? Ovvero, rovesciando la questione, perché alcuni grandi brand mediatici – i giganti del settore – continuano a crescere e a prosperare da decenni, se non da secoli, mentre altri durano solo qualche breve stagione?
Per rispondere a questa domanda l’autore, Mark Tungate, un giornalista esperto di media e comunicazione, ha intervistato i responsabili dei giornali, dei canali informativi e delle agenzie giornalistiche più importanti del mondo – CNN, BBC, MTV, Times, Financial Times, Wall Street Journal, Herald Tribune, New York Times, El País, Die Zeit, Corriere della Sera, Libération, National Geographic, Playboy, Paris Match, Economist, Vogue, Reuters, Bloomberg – e ha chiesto loro che cosa hanno fatto per ottenere il successo e che cosa stanno facendo perché questa posizione si mantenga.
Dalle risposte emerge una storia affascinante – fatta di secoli di giornalismo o di pochi decenni di crescita tumultuosa, di diffusione globale o di focalizzazione su mercati locali – che ci racconta come si costruisce un’immagine duratura, si raccoglie un pubblico fedele e si sta al passo con l’evoluzione sociale senza perdere la propria identità.

Giganti tra i media
Come nascono e sopravvivono i grandi brand della comunicazione
di Mark Tungate
Etas Libri, 2006
p. 262. 21,00 euro

COMMENTI

Eventi