/media/post/7zdqlgd/gatto.jpg
Ferpi > News > Giocare è una cosa seria. Come andare lontano con i videogiochi

Giocare è una cosa seria. Come andare lontano con i videogiochi

#Ferpi2Be

01/03/2019

Sara Bassi

Da una passione ad un vero e proprio lavoro. Marco Gattuso, meglio noto come  Il Gatto sul Tubo, ha raggiunto in pochi anni i 160.000 iscritti al suo canale YouTube, con un  percorso  in continua crescita. Lo racconta Sara Bassi nella rubrica #Ferpi2Be di questa settimana.

Marco Gattuso, in arte Il Gatto sul Tubo, è un ragazzo padovano del '92 con la passione per i videogiochi. Nel 2010 inizia a scrivere recensioni di giochi su un blog di cui era fan. Approda su YouTube solamente due anni più tardi con un video dal titolo “Vita da gamer”, un collage di situazioni ironiche legate alla quotidianità degli appassionati di videogiochi. I primi contenuti sono principalmente vlog di viaggi alle fiere del fumetto in varie città. Sebbene la tecnica di ripresa e montaggio sia ancora visibilmente acerba emerge subito la sua personalità e la sua simpatia, che catturano sempre più pubblico. Gli iscritti salgono rapidamente e dopo un anno sono già 10.000. Col passare del tempo Marco rinnova anche i contenuti del suo canale, sperimentando cose nuove e seguendo tendenze come i gameplay.

I
nizia a caricare riassunti delle sue dirette su Twitch, la piattaforma di livestreaming di Amazon utilizzata principalmente da videogiocatori. I gameplay sono video dove i ragazzi si riprendono mentre giocano e commentano quello che succede all'interno del gioco. La parte divertente è proprio il commento al gioco, dove emerge tutta la personalità e la capacità del giocatore di intrattenere il pubblico. Così i bug, gli errori del gioco si trasformano in occasioni per ridere. Questo tipo di contenuti diventano anche utili per gli utenti per vedere il funzionamento di un gioco prima dell'acquisto, in questo caso gli youtuber diventano veri e propri influencer a cui le case produttrici spediscono giochi in anteprima per farli mostrare ai follower.

I gameplay di Marco rispecchiano il più possibile i suoi gusti per i videogiochi perché mentre li gira è proprio lui il primo a divertirsi. Proprio la leggerezza con cui registra lo porta a sperimentare contenuti nuovi che hanno poi preso piede diventando veri e propri appuntamenti. É il caso della rubrica culinaria su come mangiano i nerd o la rubrica riflessiva dove esprime le sue opinioni sui nuovi sviluppi dei videogiochi.

Col passare degli anni, il Gatto sul Tubo, si è fatto strada nel mondo degli youtubers, ha collaborato con diversi 'colleghi' e ha stretto amicizie fino a condividere uno studio di lavoro insieme ad altri ragazzi. Marco è riuscito quindi, attraverso la monetizzazione dei video, a trasformare la sua passione per i videogiochi in un vero lavoro: la sua offerta di video si è strutturata e prevede diversi appuntamenti settimanali con rubriche ormai consolidate e live giornaliere su diverse piattaforme. Le sperimentazioni a cui è ancora affezionato escono come bonus extra rispetto al 'palinsesto' settimanale.

L'approccio a YouTube è diventato, quindi, di tipo professionale e ad oggi conta circa 160.000 iscritti al suo canale. Un bel traguardo, che lo ha portato a ricevere diversi materiali da ripresa e da gaming da diverse aziende del settore per provarli e mostrarli al suo pubblico. Riceve anche inviti a fiere e presentazioni di videogiochi dove può giocare titoli in anteprima e poi raccontare le sue impressioni. Il rapporto con i suoi follower è forte e Marco li considera una seconda famiglia, come dice in un video, con cui ridere, scherzare e passare insieme del tempo durante le live di gameplay.

Il suo percorso è stato sempre in continua crescita, sia nella qualità dei contenuti sia nella forma. Infatti, dedica molta cura alla scrittura del copione del video e nelle riprese. Ha cambiato diverse telecamerine negli anni e ne ha acquistate di nuove recentemente per inquadrature particolari. Lo stesso vale per i microfoni. Ha poi aperto diversi canali social e promosso il suo canale. Alla fine i risultati si sono visti, il numero degli iscritti è lievitato velocemente e ora, modestamente, riesce a guadagnarsi da vivere con i video. Il Gatto sul Tubo è un bell'esempio di come una passione sia preziosa e possa regalarci soddisfazioni anche professionali se ben coltivata.

COMMENTI

Eventi