Ferpi > News > Governare il territorio: trasformazione amministrativa e nuovi sistemi di relazione

Governare il territorio: trasformazione amministrativa e nuovi sistemi di relazione

19/02/2014

In occasione della presentazione del volume _Province e Territorio. Riforme amministrative e pianificazione di area vasta in Italia e Spagna,_ a cura di _Oriol Nel-lo_ e _Guglielmo Trupiano,_ in programma a L’Aquila un seminario internazionale della rivista TRIA, in collaborazione con Ferpi e Anci Abruzzo.

Governare il territorio. Trasformazione amministrativa e nuovi sistemi di relazione. È questo il titolo del seminario di approfondimento in programma venerdì 21 febbraio, a partire dalle ore 16.00, presso la Cartiera del Vetoio a L’Aquila.
L’appuntamento, organizzato dal Centro Interdipartimentale di Ricerca LUPT dell’Università Federico II di Napoli, dalla collana di quaderni della rivista internazionale di cultura urbanistica TRIA, edita dalle Edizioni Scientifiche Italiane, in collaborazione con la delegazione Ferpi Abruzzo-Molise e Anci Abruzzo, intende offrire un momento di riflessione e confronto sul tema del governo del territorio e della pianificazione di area vasta nella prospettiva delle dinamiche di relazionali e dialogo con gli stakeholders.
Lo spunto per il confronto sarà la presentazione del volume dal titolo Province e Territorio. Riforme amministrative e pianificazione di area vasta in Italia e Spagna, curato dal prof. Guglielmo Trupiano, docente di pianificazione territoriale presso l’Università Federico II di Napoli e dal prof. Oriol Nel-lo, docente dell’Universitat Autonoma di Barcellona e già Segretario Generale del Dipartimento di Pianificazione Territoriale ed Opere Pubbliche del Governo della Catalunya. Il volume apre la discussione su come, al di là dell’azione contingente di controllo e riduzione dei costi nella sfera pubblica, si possa riconsiderare la questione del governo dei territori e degli strumenti più efficaci per questo. Al centro dell’interesse, vi è la riconsiderazione dei territori, la loro rilettura, le loro esigenze e le relazioni con i diversi stakeholders. E sono proprio questi i primi destinatari del contributo del volume e dell’incontro, insieme agli amministratori locali e sovralocali e ai principali decision makers. Per questo motivo il volume mette a confronto la realtà italiana e quella spagnola ed ospita numerosi interventi accademici ed esperienze politiche ed amministrative fra cui un’intervista approfondita con il Ministro Delrio per l’Italia e il vicepresidente dell’Ente Area Metropolitana di Barcellona Antonio Balmòn per la Spagna.
Un tema di attualità, dunque, per il quale l’incontro di venerdì 21 febbraio de L’Aquila vedrà la partecipazione di numerosi ospiti nazionali ed internazionali. Dopo i saluti del delegato territoriale di Ferpi Abruzzo-Molise, Letizia Di Tommaso, seguiranno gli interventi di Angelino Mazza, dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, di Oriol Nel-lo, co-curatore del volume, di Saverio Santangelo, ricercatore e professore di Urbanistica presso l’Università degli Studi di Roma ‘Sapienza’, di Michele Talia, docente di urbanistica presso l’Università degli Studi di Camerino e di Roberto Mascarucci, professore di urbanistica dell’Università “G. D’Annunzio” di Chieti-Pescara.
La discussione proseguirà con una tavola rotonda incentrata sul tema Abruzzo Futuro prossimo: verso la macroregione adriatico-ionica, alla quale prenderanno parte Massimo Alesii, consigliere nazionale Ferpi, Paolo Esposito, Direttore Ufficio Speciale per la ricostruzione dei Comuni del Cratere, Antonio Centi, Presidente Anci Abruzzo e Giovanni Legnini, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. A questa seconda parte sarà affidato l’approfondimento rispetto a una nuova governance con particolare interesse verso i Comuni con l’intervento del Presidente ANCI, il territorio con una best practice del direttore Ufficio Speciale della Ricostruzione Comuni dei Crateri e la Macroregione Adriatico-Ionica e con l’intervento del Sottosegretario che approfondirà l’aspetto strategico e l’opportunità di sviluppo del territorio attraverso questo nuova impostazione territoriale. Di questi argomenti sarà approfondito da parte di Massimo Alesii il rapporto con gli stakeholders e in particolar modo la relazione con i cittadini, primi a recepire questi cambiamenti.
L’introduzione e il coordinamento dei lavori sarà affidato a Raffaele Paciello dell’Università Federico II di Napoli, direttore editoriale di TRIA e delegato territoriale Ferpi Puglia-Calabria-Basilicata.
Clicca qui per scaricare l’invito.

COMMENTI

Eventi