Ferpi > News > I rappresentanti del governo cinese a lezione di comunicazione dagli esperti Usa

I rappresentanti del governo cinese a lezione di comunicazione dagli esperti Usa

25/05/2004

La Cina torna ad accelerare. Ma questa volta l'attenzione dei vertici non è rivolta solo al Pil e cresce la consapevolezza che ai governanti manca la professionalità adeguata per comunicare. Il governo cinese quindi decide di andare a scuola di relazioni pubbliche, perché non basta crescere, ma occorre anche saper comunicare al mondo la propria crescita.

Le autorità cinesi tornano sui banchi di scuola e vanno a scuola di relazioni pubbliche da un'azienda statunitense, la veterana Hill & Knowlton. Per la prima volta un'azienda straniera viene scelta per formare i vertici della superpotenza orientale e oggi inizierà il terzo ciclo dei 5 giorni di formazione che prevedono case studies, interpretazione e lettura di comunicati stampa, linguaggio del mestiere e casi pratici di rp.Tutto è accaduto dopo la Sars, che ha sottolineato nella sua drammaticità l'importanza strategica nella gestione delle relazioni pubbliche con il resto del mondo. La polmonite atipica che ha mietuto centinaia di vittime ha infatti evidenziato impietosamente la carenza di un sufficiente potere mediatico da parte della Cina: il primo caso di Sars (Severe Acute Respiratory Syndrome) venne registrato alla fine del 2002 nella provincia cinese di Guangdong. Poi il virus si diffuse velocemente a Hong Kong e in altri 30 paesi. I morti furono 800 mentre l'infezione colpì circa 8000 persone. E per l'immagine della Cina che stava inseguendo il progresso a passo spedito fu una repentina marcia indietro. Le lezioni di rp rappresentano in quest'ottica l'ultimo passo verso l'occidentalizzazione.
Emanuela Di Pasqua-Totem

COMMENTI

Eventi