Ferpi > News > I widget: come cambia l'informazione nel settore alimentare

I widget: come cambia l'informazione nel settore alimentare

15/11/2007

L'Innovativo progetto Coca Cola Italia nell'informazione ai consumatori sulle proprie bevande, che risponde alle nuove norme UE.

Coca-Cola, Gruppo Danone, Kellogg's, Kraft Foods, Mars, Montana, Nestlè, PepsiCo, Sanpellegrino, Unilever introducono nuove informazioni nutrizionali volontarie, già condivise a livello europeo.
Lo scopo di tale iniziativa, che si basa sulle GDA - Guideline Daily Amounts o Quantità Giornaliere Indicative - inclusa nello schema elaborato dalla CIAA (Confédération des Industries Agro-Alimentaires de l'UE) quale contributo al piano di azione dell'industria alimentare in relazione alla "Piattaforma Europea su alimentazione, attività fisica e salute", consiste nel fornire ai consumatori una maggiore informazione riguardo ai prodotti alimentari presenti sul mercato per contribuire a favorire scelte sempre più consapevoli. Le nuove informazioni si affiancano a quelle già presenti sulle confezioni per offrire al consumatore una visione più completa del valore nutrizionale degli alimenti. Con questo si consente di valutare, nell'arco della giornata, il contributo energetico e di specifici nutrienti presenti nella quantità di alimento consumata.
Le aziende che aderiscono a questa iniziativa intendono da una parte rispondere all'esigenza di maggiore informazione nutrizionale da parte del consumatore, dall'altra si preoccupano di presentare tali informazioni in maniera coordinata. Nel contesto degli interventi legislativi sollecitati dal piano di azione governativa "Guadagnare salute", l'industria alimentare italiana ha predisposto un piano d'iniziative volontarie, quale contributo responsabile alla prevenzione del sovrappeso e dell'obesità.
Fra gli impegni assunti in occasione dell'Assemblea annuale dello scorso aprile a Roma, Federalimentare (Federazione Italiana dell'Industria Alimentare) ha promosso l'applicazione della etichettatura nutrizionale e l'aggiunta di informazioni volontarie basate sulle GDA. "Vogliamo rendere pubbliche le iniziative volontarie" ha affermato in quella occasione la presidenza di Federalimentare, "nella convinzione della necessità che gli individui debbano essere messi in grado di disporre delle conoscenze e degli strumenti necessari per fare delle scelte informate e consapevoli riguardo alla propria alimentazione e ad una attività fisica adeguata alle proprie esigenze".
 
Il Progetto di Coca Cola Italia
E' partita a fine ottobre la prima campagna istituzionale di Coca-Cola Italia, che ha l'obiettivo di fornire informazioni complete e chiare ai propri consumatori, affinché possano fare scelte alimentari più consapevoli. Dopo una fase teaser su quotidiani, radio e web, che ha chiesto in modo accattivante ai consumatori quanto importante fosse la "libertà nella scelta", sul sito www.coca-colaitalia.it è possibile scaricare un software innovativo: il widget, che consente ai consumatori di avere un'informazione trasparente sulla gamma di prodotti offerti da Coca-Cola e scegliere quindi quello che più risponde alle proprie esigenze nutrizionali.
 
Cos'è e come funziona il widget Coca-Cola?
Entrando nel sito www.coca-colaitalia.it è possibile scaricare in tre semplici mosse il widget Coca-Cola: è sufficiente collegarsi, scaricare Google Desktop in caso non lo si abbia già e procedere ad installare il widget Coca-Cola sul proprio computer. Una volta scaricato, sarà possibile verificare in tempo reale le informazioni nutrizionali volontarie di tutti i prodotti del portafoglio Coca-Cola.
Il Widget rappresenta l'ultima frontiera di internet in materia di interattività con  l'utente consumatore ed è per questo destinato a modificare sostanzialmente le abitudini dei "navigatori" perché è in grado di fornire rapidamente informazioni essenziali su qualunque argomento. Eseguito il download, infatti, ogni volta che l'utente effettua una connessione ad internet, il Widget si aggiornerà automaticamente con l'ingresso di nuovi prodotti, rendendo disponibili nuove informazioni.
 
Cosa sono le GDA?
Dal 1 maggio 2007, Coca-Cola ha riportato volontariamente sulle etichette dei propri prodotti le Quantità Giornaliere Indicative (GDA, Guideline Daily Amounts o Quantità Giornaliere Indicative) relative agli oltre 40 prodotti che l'azienda commercializza in Italia. Con queste informazioni si consente di valutare, nell'arco della giornata, il contributo energetico e di specifici nutrienti presenti nella quantità di bevanda consumata in rapporto fabbisogno giornaliero di una dieta bilanciata, calcolate sulla base di una dieta di 2000 kcal.
"Lo stile di vita" – afferma Gianluca Carpiceci, Amministratore Delegato di Coca-Cola Italia- "è parte di una libera scelta dell'individuo, ma per far sì che questa libertà sia rispettata, è importante che il consumatore sia messo nelle condizioni di compiere scelte consapevoli e responsabili. Coca-Cola è stata la prima grande azienda delsettore bevande ad introdurre sulle confezioni dei propri prodotti nuove informazioni nutrizionali volontarie – GDA – a partire dal 1° maggio 2007, consultabili da oggi anche con il Widget."
Questo impegno si aggiunge a quanto già da tempo Coca-Cola sta portanto avanti in termini di responsabilità sociale ed trasparenza delle informazioni: Coca-Cola come membro di Assobibe - l'associazione delle industrie produttrici di bevande analicoliche – ha aderito lo scorso anno al Codice di Autoregolamentazione, che promuove l'eticità delle attività promozionali, commerciali e di marketing. Fra le iniziative che sono comprese all'interno del Codice, oltre ad un informazione chiara e completa, sono state eliminate le attività commerciali e promozionali dirette verso i bambini sotto i 12 anni e viene promosso un consumo responsabile, sempre nel rispetto della libertà individuale di scelta.
 

COMMENTI

Eventi