Ferpi > News > In Puglia nasce il Distretto della Comunicazione

In Puglia nasce il Distretto della Comunicazione

15/01/2008

Definiti gli obiettivi strategici del progetto

L'innovazione, la specializzazione e la cultura imprenditoriale sono presupposti fondamentali per consentire alle imprese di rendersi competitive sul mercato.A tale scopo, la Commissione Editoria e Comunicazione di Confindustria Puglia ha avviato il progetto di costituzione di un unico Distretto regionale della Comunicazione. Sarà composto da tutte le agenzie del settore e accomunate da un'unica vision, ovvero la creazione di un polo della creatività di eccellenza, di valenza internazionale, con la collaborazione sinergica di tutti gli attori della filiera.
Di questo si è parlato giovedì 10 gennaio a Bari, nella sede di Confindustria Puglia, nel corso della prima riunione del 2008 della Commissione Editoria e Comunicazione di Confindustria Puglia, convocata dal Presidente Stefano Petrucci.Argomento di discussione: il progetto di costituzione del Distretto della Comunicazione.
All'incontro hanno partecipato i rappresentanti delle più importanti agenzie di comunicazione di Puglia: Roberto De Donno (Why.com di Lecce), Ettore Chiurazzi (Carucci&Chiurazzi Bari), Nicolangelo De Bellis (HGVAdvertising di Foggia), Gianluigi Conese (Sec di Bari), Saverio Mazzone (Red Hot di Foggia), Franco Liuzzi (Tom di Bari), Stefano Petrucci per il Gruppo Oltrelinea. Presente come auditor Maria Teresa Salvati (Wunderman di Londra). Hanno partecipato con delega anche Studio 9 di Bari, Open Adv di Bari, Studio DL di Lecce, Commedia di Lecce, Consolidati di Manduria.
"Il mercato della domanda è cambiato ed anche quello dell'offerta - afferma Stefano Petrucci -, mentre noi continuiamo ad esprimere ancora piccole realtà imprenditoriali dal punto di vista dimensionale. Il gap collegato alla piccola dimensione è di conseguenza quello della scarsa specializzazione, quindi del fattore chiave per la competitività.Maggiore cultura professionale rispetto a quella imprenditoriale fa sì che venga rallentato il processo d'integrazione, necessario ed urgente, tra le realtà sane del settore comunicazione. Questo cambiamento ha bisogno di una visione, un progetto ed un atteggiamento imprenditoriale. In quest'ottica sono convinto che il modello di aggregazione di Oltrelinea torni a risultare attuale e vincente. Da 10 anni chiedo ai miei colleghi concorrenti di unirci. Durante la riunione in Confindustria qualcosa è stato fatto, ma soprattutto sembra che siano ormai rimossi i dubbi sulla strategia di fondo: integrarsi".
Accogliendo le proposte dei presenti sugli obiettivi del distretto, che opererà nel settore del marketing e della comunicazione, si sono definiti i punti chiave su cui formulare la proposta di un protocollo d'intesa: -opportunità di creare un polo della creatività di eccellenza, di valenza internazionale;-definizione ed implementazione di modelli di aggregazione ed integrazione tra gli attori della filiera;- definizione e divulgazione (sia lato offerta sia lato domanda) della cultura della comunicazione e delle nuove strategie e politiche di settore;-ricerca e sviluppo dei modelli organizzativi con maggior grado di automazione e informatizzazione;-incentivazione all'internazionalizzazione, nell'ottica anche dell'esportazione e della condivisione dei modelli tecnici, gestionali e    relazionali;-innovazione negli aspetti gestionali, commerciali e produttivi;-formazione continua su tutti i livelli dell'organigramma del distretto e delle singole  imprese aderenti.
Il progetto consente la partecipazione alle imprese che svolgono attività nei seguenti settori: Agenzie, Web agency, Pubbliche Relazioni, Promozione, Servizi di Marketing, Video, Media/Comunicazione, Organizzazione congressi, Allestimenti.
Per adesioni ed eventuali informazioni è necessario contattare, entro il 25 gennaio, la segreteria organizzativa di Confindustria Puglia ai seguenti recapiti: confindustriapuglia@confindustriapuglia.it oppure allo 080/5010600.

COMMENTI

Eventi