Ferpi > News > In viaggio verso la Social Media Week

In viaggio verso la Social Media Week

03/02/2011

Comincia con un evento innovativo, a bordo di un treno ad Alta velocità, la seconda edizione della _Social Media Week._ In programma a Roma dal 7 all’11 febbraio. A bordo di un Frecciarossa Milano-Roma un serrato confronto tra esperti del settore, blogger, giornalisti e comunicatori sul futuro del web sociale.

di Giovanna Fabiano
La metafora del viaggio “dentro e fuori la Rete” attraverso un evento innovativo ideato su un treno ad Alta Velocità nella tratta Milano -Roma ha fatto da cornice alla presentazione della seconda edizione della Social Media Week, l’evento globale sui social network che per l’Italia si terrà a Roma dal 7 al 11 febbraio. Mercoledì scorso, grazie a Trenitalia, partner della manifestazione, 10 guru del web e dell’Ict italiano e decine di blogger, giornalisti, comunicatori ed esperti hanno dato vita ad un serrato confronto a bordo di un Frecciarossa, veicolando i contenuti in tempo reale attraverso i social network. Una sorta di speed dating culturale in cui gli speaker si sono alternati ogni 10 minuti dando vita ad una conversazione informale per condividere esperienze, punti di vista, sulle tematiche della rete e sull’impatto che ha Internet nei diversi settori della nostra società.
E’ infatti necessario guardare il mondo della Rete e delle Relazioni che in essa si vanno a creare con occhi diversi dal momento che Internet, con le sue potenzialità e i suoi rischi, rappresenta per il mondo un momento di rivoluzione e evoluzione. Per questa ragione Monica Fabris, sociologa, ha voluto riflettere su quale sia la percezione della realtà da parte della società rispetto all’impatto e all’evoluzione della rete. La tecnologia fa bene o fa male? In Rete la gente crea nuovi stili di vita, nuove abitudini, nuove famiglie? E’ proprio questa la “nuova realtà”? Il mondo come sta reagendo a questi cambiamenti: è triste e rassegnato o evolve davvero? A tutti questi interrogativi possiamo dare risposta se pensiamo alle opportunità che la Rete offre e se pensiamo a come i singoli soggetti e le organizzazioni, più in generale, le utilizzano. A tal proposito Stefano Vitta, web strategist in Connexia, ha dato una visione di come la Rete ha modificato i comportamenti e le abitudini dei cittadini nel reperire notizie e informazioni commerciali. Oggi infatti le persone cercano informazioni online e le aziende danno risposte e si mettono in discussione online, a volte anche in modo non trasparente. C’è quindi il pericolo che spesso non si possa identificare e certificare l’identità dell’azienda. Mauro Lupi, esperto di comunicazione online, sostiene invece, che è possibile fare business con i social media. Sono infatti innumerevoli i benefici apportati dai social media nella sfera professionale (visibilità per il proprio business, incremento del traffico e degli iscritti, creazione di nuove partnership, aumento e miglioramento del posizionamento sui motori di ricerca, creazione di risultati di qualità, riduzione delle spese di marketing e la semplificazione nel creare e portare a segno nuove opportunità di business).
In un altro speed date, Robert Piattelli, esperto di Web Marketing Turistico Territoriale, ha sottolineato come oggi “viaggiamo sia dentro che fuori la Rete”. Per comprendere, infatti, le dinamiche della “nuova società sociale” è fondamentale capire come per le persone, un valore (primario), quale l’esperienza del viaggio, trovi oggi in questo web sociale il luogo perfetto per essere condiviso in forma di racconto e come queste tante storie vadano a impattare sulle dinamiche d’ incontro tra domanda e offerta turistica. Marina Bellini, responsabile della comunicazione 2.0 dei Musei di Roma Capitale e della comunicazione 2.0 del sindaco Gianni Alemanno, è invece intervenuta a spiegare l’importanza dei mondi digitali rispetto alle identità artistiche. Ha divulgato le iniziative innovative di Musei 2.0 e le attività dell’isola dei Musei in Second Life. Davvero sorprendenti i video delle mostre virtuali e sopratutto sorprendente la “smuseizzazione” dei Musei. Questa ri-creazione dell’arte, attraverso il 3D e la Rete, diventerà consuetudine, fornendo all’utente un modo diverso di fruizione dell’arte. Carlo Maria Medaglia, docente di Interazione Uomo-Macchina ed Usabilità presso la Sapienza, ha sottolineato il cambiamento filosofico della Rete. Si è passati da un Internet 1.0 dei pc, a un Internet 2.0 delle persone a un Internet 3.0 delle cose e degli oggetti. Oggi è fondamentale l’Internet degli oggetti proprio perchè la società ha bisogno di identificare tutto e sopratutto perchè le persone hanno dei bisogni e la tecnologia riesce a soddisfarli.
Andrea Pellizzari, regista e autore, ha posto l’attenzione su come Internet possa davvero diventare la tv del futuro. I nuovi scenari tecnologici moltiplicano le modalità di fruizione televisiva a cui siamo abituati: tante conversazioni, tanti pensieri, tanti contenuti paralleli si generano nella Rete per tutta la durata di un programma televisivo. Partecipare in “real time”, interagire, rispondere, arricchire e caratterizzare un programma attraverso la condivisione di idee è sempre più una realtà. Nascono nuove esperienze di fruizione e con la “Social TV” si attua quella convergenza che utenti e telespettatori ormai cercano. Questo “Viaggio al centro della Rete” sul Frecciarossa è stato realizzato in collaborazione con Ferrovie dello Stato, partner dell’evento.
Non sono pertanto mancati due speed date fondamentali da parte di Enzo Marzilli, Responsabile della Direzione Norme, Standard, Sviluppo e Omologazione della Direzione Tecnica di Rete Ferroviaria italiana che ha parlato delle tecnologie innovative per le tratte Alta Velocità/Alta capacità italiane. Infatti le tecnologie innovative rappresentano il naturale sviluppo di soluzioni impiantistiche tradizionali nel settore della sicurezza della circolazione dei treni e sono il risultato di sfide impegnative, soprattutto per le caratteristiche orografiche e idrogeologiche del territorio.
Gianfranco Laganà, Responsabile dell’Unità Infrastrutture e Operations della Direzione Sistemi Informativi di FS ha illustrato la sfida di FS in collaborazione con Telecom di portare a bordo dei treni ad Alta Velocità la connettività. Una sfida impegnativa che però sta portando a ottimi risultati ma che sopratutto offre ai clienti FS un servizio oggi giorno indispensabile. Marco Montemagno, organizzatore della Social Media Week, ha invece focalizzato il suo speed date sull’obiettivo del Festival della Rete ovvero diffondere a livello internazionale in modo innovativo, tramite eventi di approfondimento e di pura divulgazione, rivolti a target completamente diversi, le opportunità della tecnologia del web e del digitale.
Molti quindi i temi discussi nei 600 chilometri che dividono le 2 città che abbracciano un po’ tutti gli aspetti della vita lavorativa e sociale degli italiani, ma tutti accomunati da un’anima rigorosamente 2.0: si va dalla tecnologia all’arte e dal turismo al mondo delle imprese.
La conferenza stampa che ha presentato la Social Media Week si è tenuta presso la Stazione Termini e ha visto la presenza di Marco Montemagno e Marco Antonio Masieri, fondatori di Augmendy (società che ha portato in italia la Social Media Week), del Ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, Nicola Zingaretti, Presidente Provincia Roma e di Mauro Moretti, Amministratore Delegato delle Ferrovie dello Stato.
“Il Ministero della Gioventù non poteva mancare a quest’appuntamento”, ha sottolineato il Ministro Giorgia Meloni. “la rete ha ormai assunto un ruolo fondamentale nel tessuto sociale italiano, soprattutto tra le giovani generazioni e nel loro inserimento nel mondo del lavoro”.
“La Provincia di Roma è tra le istituzioni più attente ai temi dell’innovazione e del web libero per combattere il digital divide”, afferma Il Presidente della Provincia Nicola Zingarettti, “questo Festival della Rete è un modo per avvicinare le persone e permettere loro di avere più opportunità”.
“L’innovazione o la si prende subito o la si perde”, ha tenuto invece a precisare Mauro Moretti, amministratore delegato di Ferrovie dello Stato. “Per questo motivo la nostra azienda ha abbracciato a 360 gradi la tecnologia digitale, modernizzando ogni fase del suo lavoro, dal ticketing al post vendita”. È proprio nello spirito social della kermesse capitolina, anche le Ferrovie dello Stato si adeguano al web che avanza con una rinnovata presenza su twitter, il potenziamento del canale you tube e, sopratutto, una trasformazione in chiave “total connection” dei 60 treni ad alta velocità, su cui sarà possibile accedere a pagine informative, giochi e contenuti multimediali attraverso un apposito portale web. Nel frattempo, però, l’ottimizzazione della connessione wi-fi e Umts è già realtà.
Un messaggio è arrivato anche dal Sindaco Gianni Alemanno, “Roma è da sempre sede di cultura, spettacolo, politica nazionale ed internazionale, non poteva mancare quindi un evento di così ampio respiro, capace di coinvolgere l’intera cittadinanza per promuovere una sempre maggiore alfabetizzazione digitale. Il nostro impegno in tal senso è concreto e continuativo anche offrendo supporto ad eventi innovativi e coinvolgenti come questo”.
Concludono i lavori gli organizzatori della kermesse Montemagno e Masieri, “abbiamo portato il “Festival della Rete” alla gente, entrando anche nei musei, sui treni, nelle strade, contaminando Internet con argomenti come il tango, il vino, i cruciverba o le cacce al tesoro. Grande spazio sarà dato ovviamente agli approfondimenti su temi importanti, come la privacy, le nuove regole dell’informazione e delle musica, l’e-commerce, il rapporto cittadini e banche, la comunicazione online e molto altro ancora. L’obiettivo della Social Media Week è quello di diffondere ad aziende, persone e istituzioni le nuove potenzialità che la rete e i social media sono in grado di offrire coinvolgendo la cittadinanza intera, studenti, mamme, lavoratori, imprenditori, esperti e neofiti in una maratona di 5 giorni densi di eventi gratuiti caratterizzati da interventi di primissimo ordine.”
A seguire per tutti i partecipanti una visita all’Apparato di Controllo computerizzato di Roma Termini, il più moderno sistema di controllo e gestione della circolazione dei treni nelle stazioni FS.
Il “Frecciarossa social” ha fatto poi ritorno a Milano tra le chiacchiere dei partecipanti impegnati a scrivere articoli, pubblicare foto e post nei diversi blog del “Viaggio al Centro della Rete”. Un inizio davvero ad alta velocità sotto tutti i punti di vista che fa ben sperare per l’ormai alle porte Festival della Rete!

COMMENTI

Eventi