Ferpi > News > La comunicazione economico-finanziaria analizzata nell'Executive Master in RP d'Impresa

La comunicazione economico-finanziaria analizzata nell'Executive Master in RP d'Impresa

30/09/2008

Di grande attualità il programma del XI modulo del Master in RP d’Impresa organizzato da FERPI, Assorel e Scuola di Comunicazione IULM, che ha analizzato gli strumenti della comunicazione economico-finanziaria e lo scenario delle Investor Relations in Italia. A supporto della teoria la testimonianza in aula dell'Oscar di Bilancio FERPI.

Il docenti responsabile Massimiliano Bruni, dell’Università IULM, ha aperto il modulo definendo gli ambiti di intervento della comunicazione economico-finanziaria, un tipo di comunicazione che si rivolge ad una molteplicità di soggetti ed è funzionale a una migliore gestione strategica dell’impresa.


Ha quindi approfondito il concetto di gestione strategica, analizzandone gli elementi chiave e le relazioni tra di essi: obiettivo della strategia è la creazione di consenso sociale e commerciale intorno all’impresa, elementi che si traducono nel lungo periodo in performance economico-finanziarie positive. La strategia può essere messa in atto a diversi livelli gestionali: dalle strategie funzionali, relative alle singole funzioni aziendali, fino all’orientamento strategico di fondo, che si traduce nei principi guida dell’azienda.


Il Prof. Bruni ha proposto una definizione di comunicazione economico-finanziaria, un tipo di comunicazione che si rivolge a diversi destinatari e si caratterizza per il contenuto (reddituale, finanziario e patrimoniale), e di Investor Relations, una tipologia specifica di comunicazione economico-finanziaria diretta in particolare ai mercati finanziari.
Il docente ha specificato i contenuti della comunicazione economico-finanziaria e definito gli strumenti a disposizione di chi veicola questo tipo di comunicazione, distinguendoli tra obbligatori e volontari e classificando i diversi tipi di Informativa Societaria. Prima della testimonianza, è stato dedicato un approfondimento all’analisi del bilancio.


Nel pomeriggio di venerdì Gherarda Guastalla Lucchini, Segretario Generale del Premio Oscar di Bilancio, ha presentato questa iniziativa, nata nel 1954 dall’allora Ministro delle Finanze Tremelloni per volontà dell’Istituto di Pubbliche Relazioni (IPR), di cui Tremelloni era Presidente.
L’Oscar di Bilancio ha permesso di monitorare le evoluzioni, nel corso degli anni, della comunicazione economico-finanziaria relativa in particolare al bilancio. Per questo motivo la testimone ha definito il Premio un “laboratorio permanente”, in grado di interpretare e spesso anticipare le aspettative del mercato sulla rendicontazione. Gherarda Guastalla Lucchini, dopo aver ripercorso i cambiamenti avvenuti dal 1954 a oggi, ha concluso il suo intervento presentando il funzionamento attuale del Premio.


Il docente ha presentato all’aula alcuni esempi di bilanci aziendali e ha poi descritto l’attività di Investor Relations, analizzandone le principali aree di competenza: attività di comunicazione, di valutazione, di market intelligence e di gestione del portafoglio azionisti e analisti. Obiettivo di questa attività è colmare il gap informativo tra l’effettiva realtà dell’azienda e il modo in cui questa viene percepita sui mercati.
Il panorama italiano si dimostra attualmente arretrato rispetto a quello di altri Paesi, quali gli Stati Uniti o le nazioni nord-europee, ed è sempre più necessario che imprese grandi e piccole, comunicatori e media si adeguino sviluppando un’attenzione specifica alle Investor Relations.


La mattinata di sabato è proseguita con l’analisi di due strumenti di particolare rilievo per la comunicazione economico-finanziaria: i siti web e i comunicati stampa. Il Prof. Bruni ha descritto il funzionamento di Webranking, un premio alla comunicazione economico-finanziaria online rivolto alle società quotate, e descritto con alcuni esempi concreti quali siano le caratteristiche che un sito web deve avere per garantire una comunicazione economico-finanziaria efficacia quindi approfondito obiettivi, modalità di diffusione, struttura e contenuti dei comunicati stampa nella comunicazione economico-finanziaria, con particolare riferimento alle società quotate in Borsa e presentato le regole per comunicare con efficacia con analisti, stampa di settore ed investitori.


A conclusione della lezione il docente ha riportato l’attenzione sul ruolo strategico che la comunicazione economico-finanziaria ha assunto negli ultimi anni con il processo di internazionalizzazione dell’economia e l’evoluzione dei mercati, in particolare quelli finanziari.


Vissualizza tutti i report dell’Executive Master in Relazioni Pubbliche d’Impresa

COMMENTI

Eventi