Ferpi > News > La sindrome Nimby sbarca a ForumPA

La sindrome Nimby sbarca a ForumPA

03/05/2005

Anche il mondo delle amministrazioni pubbliche studia come affrontare il problema e coinvolgere gli stakeholder nelle decisioni. L'argomento sarà trattato l'11 maggio prossimo nella V Giornata degli Innovatori, organizzata a ForumPa dal Programma Cantieri del Dipartimento della Funzione Pubblica.

L'Italia è vittima della sindrome Nimby? A chiederselo non sono solo le imprese che vedono i propri impianti bloccati dalle proteste dei cittadini. Ma anche le amministrazioni pubbliche alla ricerca di una soluzione ad un problema, allo stesso tempo, economico e sociale. Un contributo alla riflessione su questo tema arriva dal Programma Cantieri del Dipartimento della Funzione Pubblica, che ha deciso di affrontare la questione della localizzazione degli impianti l'11 maggio prossimo nella V Giornata degli Innovatori, il tradizionale appuntamento all'interno di ForumPA dedicato a coloro che sono impegnati nel cambiamento delle Pa.Intitolato "Nuovi processi decisionali per costruire politiche di qualità. Amministrazioni cittadini e imprese verso scelte partecipate", il convegno chiamerà esperti e amministratori ad esplorare quegli ambiti in cui le trasformazioni della società contemporanea impongono sempre di più l'inclusione degli stakeholder nel processo decisionale. Mobilità, riqualificazione urbana, dunque, e sindrome Nimby, un fenomeno che al momento terrebbe sotto scacco non meno di 156 impianti e infrastrutture del nostro Paese e che ha recentemente dato vita a casi eclatanti come quelli di Scanzano e Acerra.La discussione, che partirà da alcuni esempi virtuosi di partecipazione, esplorerà le varie fasi di un processo decisionale inclusivo (ascolto, identificazione degli stakeholder, gestione del conflitto, elaborazione della decisione) e le varie tecniche a disposizione delle Pa per gestirlo. "Esistono varie metodologie, anche molto raffinate, per coinvolgere gli stakeholder nel processo di decisione - spiega Pia Marconi Direttore Generale Ufficio Innovazione Pubblica Amministrazione del Dipartimento della Funzione Pubblica. L'obiettivo del Dipartimento è quello di aiutare le amministrazioni a sviluppare al proprio interno le competenze necessarie a gestire processi decisionali partecipati".La V Giornata degli Innovatori dell'11 maggio si inserisce nell'attività sul tema del Programma Cantieri che, dopo avere messo a punto "A più voci", un manuale che guida le amministrazioni alla gestione di scelte partecipate, sta accompagnando quasi 100 amministrazioni pubbliche nella elaborazione di progetti che prevedono percorsi di inclusione di cittadini e imprese alle decisioni pubbliche."L'inclusione non è un valore in sé, - spiega sempre Marconi -  ma un'opportunità che le amministrazioni debbono saper cogliere per anticipare ed evitare i conflitti e ascoltare le possibili indicazioni che vengono da chi subirà le conseguenze delle decisioni prese. L'inclusione non ha solo l'obiettivo di mettere tutti d'accordo, molto più importante è ascoltare tutti i portatori di interesse, perché spesso sono in grado di proporre soluzioni che soltanto chi è coinvolto direttamente e conosce tutte le variabili in gioco è in grado di suggerire".(cf)Per saperne di piùIl programma (in.pdf)        Iscriviti al congegno

COMMENTI

Eventi