/media/post/rbzvcs5/1_YdLQ-lbjrgrinuvFUooYCw-796x512.jpeg
Ferpi > News > Le buone azioni sono una notizia?

Le buone azioni sono una notizia?

20/07/2018

Alessandro Magnoni

Non è più sufficiente solo compiere buone azioni: è necessario anche comunicarle al momento giusto, attraverso i molteplici canali che abbiamo a disposizione. In questo senso la comunicazione può avere un ruolo etico e di supporto alla diffusione e alla sensibilizzazione delle buone pratiche aziendali.  

La comunicazione può avere un ruolo etico e di supporto alla diffusione e alla sensibilizzazione delle buone pratiche aziendali? Non è più sufficiente solo compiere buone azioni: è necessario anche comunicarle al momento giusto, attraverso i molteplici canali che abbiamo a disposizione, così da raggiungere il nostro pubblico e massimizzare i risultati.

La strategia di responsabilità sociale di Whirlpool si fonda su tre pilastri: diffondere una maggiore consapevolezza al consumo responsabile in campo alimentare - evitando gli sprechi -,  aiutare le famiglie in difficoltà a trovare soluzioni abitative sicure e sostenibili e promuovere l'occupazione giovanile. È una strategia che nasce da lontano, nella convinzione che promuovere un modello di impegno sociale e sviluppo sostenibile in tutti i territori in cui l’azienda opera sia un preciso dovere, all’interno di una logica di scambio reciproco e crescita collettiva, del business e delle comunità locali che ad esso contribuiscono.

È dedicato a raccontare questo sistema di relazioni, dall’Europa al Medio Oriente fino al Sudafrica, #PlacesthatMatter, una rassegna fotografica che è un vero e proprio viaggio tra le nostre persone e le nostre comunità all’interno della regione EMEA. Il progetto racconta infatti il legame che si instaura tra il territorio e l’azienda in una dimensione in cui i luoghi non sono più solo semplici posti di lavoro ma diventano espressione delle comunità locali di riferimento.

Il nostro impegno si esprime in molte forme: dalla costante ricerca di soluzioni tecnologiche innovative e a basso impatto ambientale dei prodotti alla gestione efficiente dei processi di produzione e distribuzione; dal supporto ad associazioni e ONG al coinvolgimento attivo delle nostre persone che per prime sposano questi obiettivi condivisi.

Nascono così molti dei nostri progetti di sostenibilità quali, ad esempio, il Community Day. Questa iniziativa, nata a Pero (Milano), per la seconda edizione verrà allargata alle altre regioni italiane in cui abbiamo sedi e stabilimenti e in altri paesi quali Francia, UK, Spagna, Portogallo, Marocco, Belgio, Emirati Arabi Uniti, Polonia e Slovacchia.

È già internazionale, tra Italia, Polonia e Slovacchia, Momenti da non Sprecare, progetto educativo lanciato al fine di diffondere consapevolezza sul tema dello spreco alimentare e del consumo responsabile e consapevole, in linea con una delle priorità a livello globale sancita dall’ONU e dalle istituzioni a livello europeo e nazionale. Vogliamo contribuire a promuovere la responsabilità condivisa collaborando con educatori e famiglie: tutti insieme siamo attori complementari nell’educazione e nella formazione dei bambini di oggi e degli adulti di domani.

Il nostro impegno per la sostenibilità coinvolge anche il mondo della produzione: entro il 2025 abbiamo l’obiettivo di ridurre del 30% le emissioni di gas serra (GHG) derivanti dai nostri processi produttivi e prodotti rispetto al 2005. Questo risultato, maggiore rispetto a quanto previsto dall’Accordo di Parigi sul Clima, avverrà migliorando e innovando i nostri processi produttivi. Inoltre abbiamo aderito all’invito della Commissione Europea a impegnarsi nella riduzione dei rifiuti di plastica e nell’utilizzo di plastica riciclata. L’iniziativa si inserisce nella più ampia cornice della Strategia UE per la plastica, volta a salvaguardare l’ambiente e, al contempo, a promuovere un modello di economia circolare.

Il dialogo e un sistema di relazioni improntato ai principi di trasparenza e correttezza, l’attenzione per le nostre persone e per le nostre comunità sono gli elementi che fanno di Whirlpool un’azienda socialmente responsabile. Ma bisogna avere la capacità e il coraggio di essere tali anche nei momenti di difficoltà che ogni industria si trova a dover affrontare. Il settore degli elettrodomestici è un importante attore manifatturiero che sta diventando sempre più competitivo per le aziende alle quali è richiesto di contenere i costi, mantenendo al contempo elevati tassi di innovazione. In questo contesto, Whirlpool è costantemente impegnata nell'implementazione di un processo globale di integrazione dei prodotti e delle piattaforme, per garantire la sostenibilità e la competitività delle proprie operazioni in EMEA.

Il nostro approccio alla responsabilità sociale mette sempre, in qualunque progetto, in primo piano le nostre persone e le nostre comunità. “Non c'è un modo giusto di fare una cosa sbagliata”: è sempre stato questo il nostro mantra e questo sarà lo spirito col quale continueremo a guardare al futuro.

 

COMMENTI

Eventi