/media/post/ttd3dt4/foto-florian-2014--600x512.jpg
Ferpi > News > Le relazioni istituzionali si fanno digital

Le relazioni istituzionali si fanno digital

11/06/2015

Nella comunicazione istituzionale i social network hanno un ruolo sempre maggiore. Basti pensare al Premier Renzi e a come, da Twitter, detti l’agenda politica. Nel panorama delle imprese, Edison con il suo account @Edison4Gov è state fra le prime a comunicare le proprie attività istituzionali su un social, come racconta Florian Ciornei, Head of Digital Communication di Edison.

Nei rapporti B2B e nelle strategie di comunicazione istituzionale i social network hanno un ruolo sempre maggiore. Valga per tutti il caso della comunicazione di Palazzo Chigi ed in particolare del Presidente del Consiglio. Piaccia o no Renzi detta i tempi dell’agenda “cinguettando” idee, posizioni, annunci ed ha inaugurato un nuovo modo di intendere le relazioni istituzionali. Le aziende, come spesso capita, stanno cercando di adeguarsi alla nuova tendenza. Senza dubbio un tweet non può sostituire la relazione, la possibilità di presentare un position paper o di sostenere la propria posizione presso un decisore pubblico ma ha un notevole impatto comunicativo nella mediasfera e presso quei portatori di interesse che sempre più numerosi cinguettano o per lo meno monitorano (o fanno monitorare) i cinguettii dei soggetti di proprio interesse. Edison, che è stata tra le prime aziende italiane a sbarcare sui social e a credere in questi strumenti, è da anni sui principali social media per un dialogo diretto con i propri stakeholder: dal pubblico generalista ai clienti, dalle istituzioni alle associazioni, ai media, garantendo un aggiornamento costante sulle proprie iniziative.

“Su Twitter abbiamo cercato di costruire canali dedicati per community e stakeholder in modo da superare la logica tipicamente broadcasting” – afferma Florian Ciornei, Head of Digital Communication di Edison – “Il fulcro di tutte le attività è dato dall’account @EdisonNews che fornisce una panoramica a 360 gradi sulla società, le attività industriali, i risultati finanziari e l’aggiornamento su tutte le attività e iniziative culturali e sociali (in italiano e inglese). Intorno a @ EdisonNews sono nati diversi canali che rispondono all’esigenza di informazione e relazione con pubblici differenziati: @EdisonGen dedicato alle news sulle iniziative di sostenibilità (ambiente e iniziative sociali - italiano e inglese), @EdisonCTM dedicato al progetto Edison Change the Music che riguarda la diffusione della cultura eco-sostenibile attraverso la musica (italiano)”.

 

Ma il caso più emblematico della strategia digital di Edison è il profilo Twitter @Edison4Gov,in italiano e inglese. Primo nel suo genere nel panorama italiano, è’ un canale pensato come luogo trasparente di informazione e aggiornamento sulle attività ed iniziative organizzate dalle Relazioni Istituzionali di Edison nonché di dialogo con il mondo delle istituzioni pubbliche italiane e dell’Unione Europea, il mondo politico, le associazioni, le NGO e i think tank del settore energetico ed economico/finanziario.

 

“Una delle prossime iniziative riguarderà l’apertura di @FondazionEdison il canale della Fondazione Edison, il centro studi di Edison focalizzato sulla promozione della ricerca scientifica e lo studio di aspetti socioeconomici, culturali e civili che riguardano i sistemi produttivi locali” conclude Ciornei.

 

Twitter si è rivelato anche il canale privilegiato per supportare la presenza dell’azienda a Expo2015. Durante i mesi dell’Esposizione universale di Milano, infatti, Edison è presente con un ricco programma culturale e diverse iniziative che coinvolgono i social network. “In particolare il dialogo con la Rete per cogliere il trend delle migliori innovazioni che sarà prodotto, insieme al contributo di economisti, ricercatori e startupper, in un Charter dell’Innovazione da lasciare in eredità al Paese dopo l’Expo”.

 

Molto interessante anche il modello organizzativo adottato dall’azienda. “Il modello organizzativo di gestione dei social è a matrice grazie a un coordinamento strategico centrale che coinvolge le diverse “antenne” all’interno delle diverse aree aziendali interessate e i principali stakeholder esterni. Nel caso ad esempio di @Edison4Gov c’è la gestione diretta del canale da parte del team della direzione Relazioni Istituzionali di Roma con il supporto strategico di Milano.

COMMENTI

Eventi