Ferpi > News > L’energia al centro dell’edizione 2011 di MedCom

L’energia al centro dell’edizione 2011 di MedCom

07/12/2011

“Il comparto del sistema energetico è un ago della bilancia in un contesto di equilibrio, non solo economico e sociale ma anche istituzionale. MedCom mira ad innescare un dialogo orizzontale tra categorie, istituzioni e imprese presenti nello scenario mediterraneo, il cui ruolo è strategico nello scacchiere globale”: lo ha affermato _Amanda Succi,_ presidente CERPMED, in apertura del terzo Simposio Euro-Mediterraneo sulle Relazioni pubbliche che si è tenuto il 2 e il 3 dicembre a Catania.

di Vera Leotta
Si è appena conclusa a Catania la terza edizione di MedCom – Simposio Euro-Mediterraneo sulle Relazioni pubbliche che quest’anno ha focalizzato la sua attenzione sul tema Energia intelligente nell’area Euro-Med: strategie di comunicazione e la gestione delle relazioni . La due giorni si è svolta nel prestigioso ex Monastero dei Benedettini oggi sede della Facoltà di Lettere dell’Università catanese.
“Quanto accaduto ultimamente in alcuni paesi dell’Area – ha spiegato in apertura dei lavori Amanda Succi, Presidente CERPMED – ha permesso di mettere in risalto quanto il comparto del sistema energetico sia un ago della bilancia in un contesto di equilibrio, non solo economico e sociale ma anche istituzionale. Attraverso MedCom si è inteso innescare un dialogo orizzontale tra categorie, istituzioni e imprese presenti nello scenario Mediterraneo che, attraverso la gestione corretta delle relazioni e delle strategie di cooperazione, abbiano l’obiettivo condiviso di rafforzare l’area mediterranea, il cui ruolo è strategico nello scacchiere globale”.
Un’occasione di studio e dibattito, dunque, che ha visto la partecipazione di professionisti ed esperti delle Relazioni Esterne ed Istituzionali dei gruppi energetici più importanti dell’area Euro-Med, e dei rappresentanti di grandi realtà internazionali come il Centro Studi Internazionali Ce.SI., il MedReg, che riunisce i Regolatori di 23 paesi dell’area Med e l’ OME, Osservatorio Mediterraneo per l’Energia.
Partendo dalla descrizione degli scenari attuali, della situazione geopolitica dell’area mediterranea e di quello che ha rappresentato e rappresenta la primavera Araba in questo nuovo contesto, temi affrontati da Andrea Margelletti, presidente Ce.SI., e da Diego Minuti di ANSA, il parterre dei relatori ha avuto modo di approfondire il ruolo della comunicazione sia interna che esterna e della gestione delle relazioni in ambito energetico.
Il Simposio è stato anche occasione per discutere ed analizzare le best practice e le strategie di relazioni: una sessione intera è stata infatti dedicata all’esempio di realtà pubbliche e private, che sono riuscite, non senza sforzi, a indirizzare le Relazioni Pubbliche e la comunicazione verso pratiche ecosostenibili, sottolineando il valore di queste per lo sviluppo di una green society, una società consapevole della nuova sfida rappresentata dall’energia.
Sabato 3 dicembre la novità di questa terza edizione: si è svolto, infatti, lo stimolante MedCom World Cafè, un momento di scambio attivo di concetti e idee che, in cui un’atmosfera da caffè molto partecipata, ha permesso un fitto dialogo, un attivo confronto tra professionisti, docenti universitari, esperti e imprenditori del settore energetico e dirigenti della pubblica amministrazione. Tutti attorno a diversi tavolini quadrati attrezzati con grandi fogli di carta, penne e pennarelli per fissare per fissare con creatività pensieri e idee.
Le riflessioni, le idee e le proposte di azioni di comunicazione emerse saranno elaborate dal gruppo di lavoro del World Cafè e condiviso con i partner dell’evento, sia nazionali che esteri. Sono intervenuti, a chiusura dell’evento, anche Andrea Cuomo, Presidente 3Sun, che ha stimolato la platea a riflettere sul futuro del fotovoltaico, e Giuseppe Castiglione, Presidente della Provincia Regionale di Catania, illustrato l’importante ruolo di intermediazione degli enti locali nelle politiche di cooperazione industriale, ed in particolare del settore energetico.
MedCom si è concluso dando appuntamento alla prossima edizione, proseguendo il percorso iniziato quest’anno. Infatti il fattore “energia”, considerato l’ago della bilancia nello sviluppo socio economico e istituzionale dell’area, non può essere trattato isolatamente in quanto strettamente legato ad altri due temi di grande rilievo e fortemente connessi fra loro: il sistema delle reti dei trasporti (fisici, telematici, di comunicazione, relazionali, ecc), gli investimenti e il finanziamento dello sviluppo socio-economico dell’area Euro-Med. Tre temi in cui la comunicazione e le strategie di relazione rivestono un’importanza fondamentale.
MedCom, dunque, si pone l’obiettivo di produrre, a conclusione del triennio, un’analisi più approfondita e non fine a se stessa delle strategie di comunicazione dei tre settori considerati, per fornire un quadro chiaro delle dinamiche di interazione tra strategie di comunicazione applicate ad ambiti e settori differenti.

COMMENTI

Eventi