Ferpi > News > Lettera 43

Lettera 43

22/10/2010

Nasce un nuovo quotidiano on line, _Lettera 43._ Indipendente e totalmente gratuito offre un’informazione a 360° senza dimenticare gli approfondimenti e l’interattività, perché “Internet è l’unica possibile via di riscatto”.

Lettera 43, un nome curioso per un quotidiano. Eppure al suo interno è racchiusa un po’tutta la storia del giornalismo e i riferimenti appaiono evidenti ad un occhio allenato: la macchina da scrivere Lettera 22 e il 2043, data in cui secondo il docente di giornalismo e studioso dell’editoria americana Philip Mayer sarà venduta l’ultima copia cartacea del New York Times.
Lettera 43 è un quotidiano on line, “non sarà un giornale di carta, e nemmeno la sua versione digitale”, come tiene a precisare il direttore, Paolo Madron. “Essere un giornale soltanto on line è una scommessa, non un azzardo, perché l’involuzione dell’editoria che fino ad oggi abbiamo conosciuto fa di Internet il solo possibile riscatto”.
On line da pochissimi giorni, Lettera 43 ha tutte le carte in regola non solo per sopravvivere ma per crescere. Insieme alla sua redazione. Testata indipendente, scevra da condizionamenti politici ed economici, costituita da 20 giornalisti la cui età media non supera i 30 anni.
L’idea è quella di “offrire un’opportunità”: sia ai giovani redattori, di dimostrare quanto valgono, sia ai lettori, che possono sfruttare appieno le potenzialità offerte dalla scelta di multimedialità del quotidiano. Questo significa tanto velocità, di lettura e di accesso alle notizie, quanto approfondimento, senza le limitazioni di spazio che la carta impone.
Un giornale vero pur nell’immaterialità della sua forma. Un giornale che si fonda sulla struttura dei sui progenitori cartacei ma riesce a coniugare tutta l’innovazione della tecnologia. Un bel esperimento da seguire e una speranza di rinascita per il futuro della libertà e del giornalismo italiano.

COMMENTI

Eventi