Ferpi > News > Lobbying e Public Affairs al centro della formazione Ferpi

Lobbying e Public Affairs al centro della formazione Ferpi

10/10/2014

Le tematiche del Lobbying e del Public Affairs al centro della formazione Ferpi: _Fabio Bistoncini_ ha tenuto a Roma il 6 ottobre un corso su Advocacy e Lobbying e in programma il 29 ottobre un seminario con _Luisa Piazza_ su Public Affairs.

La gestione della complessità, in un sistema multistakeholder, è il titolo del seminario organizzato dalla Commissione di Aggiornamento e Specializzazione Professionale di Ferpi che si è svolto lo scorso 6 ottobre a Roma. Padrone di casa Fabio Bistoncini, Owner di FB & Associati, lobbista di grande esperienza che ha lavorato e lavora per conto di alcune delle più grandi multinazionali presenti in Italia ed all’estero, nonché attento osservatore e conoscitore delle grandi evoluzioni in atto a livello nazionale ed internazionale.
La giornata è iniziata con una panoramica introduttiva sull’etimologia del termine lobby; ha ripercorso le date fondamentali e le tappe evolutive, di questa interessante quanto complessa professione, troppo spesso, erroneamente, mal vista e mal percepita dai più…
Sono stati indagati gli aspetti caratterizzanti l’attività di lobbying, quali comprendere la natura della rappresentanza e come si configuri un gruppo portatore di interessi; il ruolo degli influencers; la definizione degli ambiti di competenza; la mappatura degli attori e degli interlocutori in gioco ma soprattutto la fondamentale dicotomia che sta alla base di tutto il lobbying system: decisori (pubblici e privati), da un lato e lobbisti, dall’altro.
E’ stata quindi portata avanti un’attenta e puntuale analisi volta a spiegare la natura storico-politica del fenomeno delle lobby, dal secondo dopoguerra sino ai giorni nostri, periodo caratterizzato da una serie di profonde trasformazioni che, negli ultimi decenni, hanno attraversato i contesti sociali, politici, economici e, non ultimi, quelli comunicativi nazionali, europei e globali.
Continue evoluzioni che hanno portato, anche, alla crisi dei vecchi organi di rappresentanza (partiti e sindacati) con la conseguente ridefinizione del ruolo e del numero dei decisori e delle relative issues.
Ci si è addentrati quindi più “nel vivo” del discorso passando alla descrizione delle fasi del processo di lobbying e la strettissima connessione con il decision making : la definizione di un’agenda-tipo e le agende decisionali; la proposta e la scelta di attuare le soluzioni; la valutazione degli effetti ovvero la raccolta dati e il controllo dei risultati prodotti.
Successivamente l’attenzione si è spostata sullo scenario contemporaneo e le grandi evoluzioni che stanno interessando i Paesi a capitalismo avanzato che, inevitabilmente, finiscono per impattare anche sulle attività di Public Affairs.
Bistoncini ha individuato cinque dinamiche fondamentali, che, a suo giudizio, hanno fortemente influito: secolarizzazione; globalizzazione; interconnessione; mediatizzazione; disintermediazione.
La giornata ha visto anche la partecipazione di due illustri ospiti: Vittorio Cino, socio Ferpi e Responsabile Comunicazione di Coca Cola Italia, che ha fornito una grande testimonianza delle sue esperienze professionali passate ed attuali, con un particolare focus sulle prossime campagne e le strategie di comunicazione e marketing di Coca Cola dal 2015 al 2020, con importanti obiettivi e sfide ma anche interessanti novità e tanti eventi dedicati alla bibita brand love per antonomasia. Uno tra tutti il centesimo anniversario della famosissima bottiglia contour.
Pierluigi Dal Pino, Direttore Relazioni Istituzionali di Microsoft Italia, secondo illustre ospite della giornata, dopo aver raccontato la sua esperienza pluriennale da lobbysta nel settore del tabacco prima e dell’ IT in seguito; ha descritto la difficile attività di PR e Public Affairs in un’azienda come Microsoft soprattutto alla luce della profonda trasformazione che e’ attualmente in atto e che sta progressivamente portando a modificare il proprio mercato e, di conseguenza, tutta l’attività di interlocuzione con il processo decisionale.
Visto il successo ed il crescente interesse verso questo tipo di tematiche e per dare modo a tutti – soci, associandi e iscritti esterni – di accostarsi ad una professione ancora relativamente indagata in tutti i suoi aspetti, Casp ha deciso di dedicare un’ulteriore giornata di formazione, con un seminario dal titolo Public Affairs, Lobbying, Advocacy: quale ruolo e valore della professione, nei complessi sistemi contemporanei?, che si svolgerà a Torino mercoledì 29 ottobre, affidato a Luisa Piazza, Consulente in Public Affairs, Corporate Communication e Stakeholder Relations.
Obiettivi: nella prima parte offrire una panoramica sulla professione (storia, definizioni e connotazioni, principali leve di intervento, contesto e stakeholders, i principali attori istituzionali a livello nazionale ed europeo). Nella seconda parte intende stimolare le riflessioni sull’evoluzione della professione nell’era della Digital Society e sulle sfide di accountability della professione in contesti di crisi economica. A completamento del seminario saranno previste alcune case history ed un’esercitazione su casi attuali, nonché la preziosa testimonianza di Vincenzo Mascellaro che racconterà i trucchi del mestiere.
Per info, costi e iscrizioni: casp@ferpi.it

COMMENTI

Eventi