Ferpi > News > Mad in Italy!

Mad in Italy!

03/10/2012

Quindici semplici consigli pensati per tutti coloro che non vogliono arrendersi, ai “folli che restano” e che “fanno grande l’Italia” perché credono che nel nostro paese si possano ancora realizzare idee d’impresa con successo.

È un’impresa fare impresa in Italia. Qualcuno se n’è andato, qualcuno sta pensando di andarsene o se ne andrà per mettere in atto il proprio progetto all’estero. Altri invece sono rimasti, o rimarranno per realizzare qui la propria idea d’impresa. Folle? Forse sì, ma non impossibile, anche ora che la crisi sembra non aver fine.
Un vademecum per l’imprenditore “pazzo” (o per chi vuole diventarlo) che presenta 15 semplici consigli – e molte esperienze – per chi non si arrende al declino del made in Italy, ed è convinto di poter realizzare un’idea vincente nel nostro Paese, “nonostante” l’Italia.
Un progetto sorto nel cuore della Toscana, tra le colline del Chianti e il centro dell’arte e della cultura del nostro Paese, nato dall’idea di Giampiero Cito e Antonio Paolo, entrambi dell’agenzia di comunicazione Milc di Siena, Mad in Italy ha l’obiettivo di valorizzare il coraggio “italico” in un momento difficile, ed è un invito a rialzarsi e a vedere la realtà da una prospettiva diversa, anzi, “mad”.
Ciascuna regola – come Ragiona in grande, anche se sei piccolo, Condividi il futuro con i tuoi figli (anche se non ne hai), Se decidi di cambiare idea, non è una tragedia – è illustrata dai consigli e dalle storie di coloro che l’hanno messa in pratica con successo (da Paolo Barberis a Federico Grom e Guido Martinetti, agli amministratori delegati di Paluani, Ferrino, Acqua Sant’Anna), testimoniata dagli esempi storici dell’eccellenza italiana (Ferrari, Ferrero, Olivetti, ma anche Libero Grassi) e stimolata dai consigli fuori dal coro di personaggi di ogni genere, da Lucio Battisti a Enzo Bearzot, a Roberto Saviano.
Un insieme di voci di cervelli “non in fuga” che spronano chi non ha intenzione di lasciare perché, come dice Stefano Benni, “se i tempi non chiedono la tua parte migliore inventa altri tempi”.

Mad in Italy
Quindici consigli per fare business in Italia.
Nonostante l’Italia
di G. Cito e A. Paolo
Etas Rizzoli, 2012
pp. 252, 18,00 €

COMMENTI

Eventi