Ferpi > News > Migliorare le relazioni fra Italiani e Romeni attraverso le rispettive comunità migranti. Al via un

Migliorare le relazioni fra Italiani e Romeni attraverso le rispettive comunità migranti. Al via un

22/11/2007

Mercoledì 21 Novembre a Bucarest l'incontro tra i colleghi del RPRA (associazione romena della relazioni pubbliche), rappresentanti del Governo Romeno e una delegazione FERPI, composta da Claudia Gambarotta e Toni Muzi Falconi. "Cerchiamo colleghi volontari per dimostrare che le relazioni pubbliche arricchiscono il bene pubblico"

L'incontro si propone di dare seguito alla ipotesi di una rapida iniziativa comune delle due associazioni, con il patrocinio dei due Governi e della Commissione Europea, e con l'approvazione della Cerp e della Global Alliance, al fine di contribuire a migliorare le relazioni fra le due popolazioni.
In particolare il progetto si basa sul sostegno di un pool di interessi economici italiani in Romania e romeni in Italia, nonché sulla verifica sul campo della verosimile efficacia dei pervasivi canali di comunicazione costantemente utilizzati dalle comunità migranti nei due paesi, ciascuna rispetto ai pubblici nel proprio: i rumeni in Italia che orientano opinioni e comportamenti dei romeni in Romania, e gli italiani in Romania che orientano opinioni e comportamenti degli italiani in Italia.
E' un tentativo esplicito di applicazione sul campo – forse il primo al mondo - della nuova teoria di diplomazia pubblica chiamata ‘globalismo sociologico', che attribuisce un ruolo centrale alle relazioni pubbliche.
Intanto si va formando un gruppo di lavoro di soci Ferpi interessati a partecipare e contribuire attivamente al progetto.
Ad oggi hanno espresso il loro interesse:
Giuliano Bianucci, Claudia Gambarotta , Valeria Guarisco, Gherarda Guastalla Lucchini, Luciano Luffarelli, Maria Cristina Milano, Toni Muzi Falconi, Giancarlo Panico, Gianni Rizzuti, Rossella Sobrero.
Anche Enzo Mario Napoletano, di etnica.biz, nostro apprezzatissimo collaboratore ed esperto di economia e di comunità migranti, si è detto interessato a collaborare attivamente.
Cerchiamo volontari che per un periodo minimo di tre mesi abbiano tempo libero per interagire ed operare con i colleghi romeni in task force comuni (lingua inglese) via teleconferenze.
Verosimilmente le diverse task force rispecchieranno le prevedibili sezioni del progetto che verranno definite in questi giorni ma che sicuramente avranno a che fare con:
- relazioni e interazione con le istituzioni (italiane, romene, europee)
- identificazione e coinvolgimento di interessi economici italiani in Romania e romeni in Italia
- sviluppo, attuazione e interpretazione delle opinioni pubbliche generali e specifiche dei due paesi
- identificazione, interazione e coinvolgimento con le diverse comunità romene in Italia e italiane in Romania
- elaborazione dei contenuti
- relazioni con i media romeni, italiani e internazionali, monitoraggio delle dinamiche dei media sulla questione
- osservazione partecipante trasversale all'intero progetto per elaborare, descrivere e presentare il caso concreto
- ...
Chiunque fosse interessato a partecipare ed essere coinvolto è invitato a segnalare sue disponibilità e specifico interesse a Claudia Gambarotta  (claudia.gambarotta@libero.it - 328 8688098).
 
(tmf)
 
 
 

COMMENTI

Eventi