Ferpi > News > Presentata la Biennale Internazionale della Comunicazione Ambientale

Presentata la Biennale Internazionale della Comunicazione Ambientale

16/12/2008

Promossa da Federambiente, la V edizione di BICA si svolgerà per la prima volta a Roma il 10 e 11 marzo 2009. L'evento gode del patrocionio della Ferpi e delle più importanti associazioni professionali e del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

La Biennale Internazionale della Comunicazione Ambientale, che si svolgerà per la prima volta a Roma il 10 e 11 marzo 2009 per la sua V edizione ha deciso di rinnovare la propria immagine sia nella forma sia nei contenuti, presentando il nuovo logo creato dall’agenzia INAREA di Antonio Romano e il sito internet della manifestazione completamente aggiornato all’indirizzo www.bicaonline.it


“Lo spostamento della manifestazione al 10 e 11 marzo 2009” ha commentato il Presidente di Federambiente, Daniele Fortini, “ci permetterà di approntare un’edizione di BICA ancora più completa e interessante”.
“Quella del 2009” – ha proseguito Fortini – “si segnala come un’edizione caratterizzata dal cambiamento, nell’immagine, con il nuovo logo disegnato da una ‘grande firma’ come Romano, nella sede, l’Acquario Romano-Casa dell’Architettura di Roma, e nei contenuti”.


“Il coinvolgimento delle più importanti associazioni di professionisti del mondo della comunicazione” – ha concluso Fortini – “oltre alla partecipazione qualificata del mondo delle aziende contribuirà a fare di BICA un appuntamento irrinunciabile per addetti ai lavori, esperti di comunicazione ambientale, giornalisti e per il pubblico che vorrà scoprire tutti i contenuti della manifestazione”.


“Per la nuova immagine di BICA” – afferma Antonio Romano, presidente di Inarea, “abbiamo scelto una foglia dal verde intenso, metafora dell’ecologia, che, avvolta su se stessa, crea una figura conica che rimanda alla forma classica del megafono. Il megafono amplifica la voce ed è una metafora eloquente della comunicazione. Due metafore unite insieme, quindi, per dar vita, attraverso la rappresentazione fotografica, al nuovo marchio e ancor di più al nuovo corso di BICA”.


“BICA è da sempre un punto di riferimento per chi fa questo mestiere” – dichiara Antonio Ferro, presidente di Extra Comunicazione. “L’edizione di quest’anno ha tutte le carte in regola per diventare una delle edizioni più ricche, stimolanti e innovative. BICA 2009 aspira a essere un appuntamento che esce dai confini di settore per diventare un vero e proprio evento di cultura della comunicazione”.


Rispetto alle precedenti edizioni, Bica 2009 ha deciso di rendere protagoniste per la prima volta le aziende che erogano servizi di pubblica utilità, attraverso un contributo non più solo teorico ma anche operativo, grazie alle loro esperienze più innovative e incisive.
Durante la due giorni romana, infatti, le aziende potranno esporre le loro campagne di comunicazione e partecipare al “Concorso BICA 2009 per la migliore campagna di comunicazione ambientale”; sarà una giuria di esperti a premiare i lavori più meritevoli. Fra le tante imprese che finora hanno aderito al progetto troviamo nomi del calibro di AMSA, azienda milanese che oggi fa parte del gruppo A2A, Enìa, multiutility che opera in Emilia-Romagna, AMIAT, azienda multiservizi di Torino, Veritas, multiutility che fornisce servizi al 15% della popolazione veneta.


Nel corso della mattinata della prima giornata della Biennale, verrà presentata un’indagine elaborata dalla società di ricerche IPSOS presieduta da Nando Pagnoncelli, che svelerà le modalità e gli investimenti in comunicazione ambientale delle aziende italiane.
Si tratta senza dubbio della più importante e completa ricerca mai svolta in Italia in questo ambito, con l’invio dei questionari a circa 500 aziende operanti nei settori ambiente, energia e rifiuti.
A commentare la ricerca i nomi più importanti e prestigiosi degli enti e delle associazioni professionali che hanno dato il loro patrocinio alla manifestazione.


Nella struttura di Bica 2009 sono previste anche delle “Lectiones Magistrales”, che si svolgeranno il pomeriggio del primo giorno – martedì 10 marzo – alle quali parteciperanno illustri relatori italiani e stranieri.
Per mercoledì 11 marzo è prevista una sessione ad hoc sulla comunicazione ambientale e i conflitti, con ospiti illustri del mondo della comunicazione, del giornalismo e delle associazioni ambientaliste.


Durante sia il primo sia il secondo giorno sono previsti dei mini forum (una ventina in tutto) d’approfondimento, condotti direttamente “dalle aziende per le aziende”, che vedranno partecipare i responsabili della comunicazione e che saranno un’occasione nella quale proporre problematiche comuni sulle quali confrontarsi.
La sessione conclusiva verterà sul “futuro della comunicazione ambientale” e sarà caratterizzata da un “microfono aperto” con quindici interviste ad altrettanti protagonisti della comunicazione ambientale nel nostro paese.


Una sezione a parte sarà dedicata anche al rapporto, sempre più stretto e importante, tra ambiente e architettura. Nel corso di BICA verranno illustrate e premiate le esperienze più efficaci di valorizzazione architettonica a carattere ambientale, in collaborazione con la Consulta Ambientale dell’Ordine degli Architetti.



L’evento è patrocinato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e dalle più importanti associazioni professionali tra cui l’Associazione Italiana della Comunicazione Pubblica, Assorel, Ferpi, Unicom, oltre che l’accordo siglato con Pubblicità Progresso.



Per maggiori informazioni:


www.bicaonline.it
www.federambiente.it

COMMENTI

Eventi