/media/post/zvt7t9l/yts.jpg
Ferpi > News > Social Wars: anche YouTube insegue Tik Tok e Facebook

Social Wars: anche YouTube insegue Tik Tok e Facebook

#Ferpi2Be

28/09/2020

Elia Brooks

Dopo Tik Tok e Facebook con gli Instagram Reels anche YouTube sbarca nel mercato dei video bravi con YouTube Shorts, a settembre distribuita nel mercato indiano in versione beta. L'analisi di Elia Brooks.

Le innovazioni seguono quasi sempre un andamento ciclico. I professori statunitensi Philip Anderson e Michael L. Tushman dividono questo ciclo in più fasi: una buia epoca del fermento, dove i brand si danno battaglia per offrire l’innovazione migliore e che termina con la vittoria di un “augusto” modello dominante; un’età aurea del cambiamento incrementale, dove tutti si adeguano a quel trend vincitore e lottano per far prevalere la loro versione, sino a quando arriverà una nuova crisi che riavvierà il processo da capo.

Perché parlare di questo adesso? Perché un nuovo, crudo fronte si è aperto nel mondo dei social: quello che ruota attorno agli innovativi short-form video. Si tratta di quei brevi video verticali, a tema variabile e con accompagnamento musicale, pensati per svagare e divertire, che hanno visto la luce con Tik Tok e che ora si stanno imponendo come trend globale e imprescindibile tra molte social media company.

A cosa è dovuto questo successo? Queste forme brevi, visuali e divertenti hanno centrato le esigenze ed i gusti delle nuove generazioni: la domanda di intrattenimento continuo, di genuinità e la voglia di esprimere la propria creatività. Dinamiche non nuove, ma che riemergono con Tik Tok, che offre ai propri utenti contenuti visuali altamente personalizzati e, soprattutto, la possibilità di dar sfogo al proprio talento.

Questa Unique Selling Proposition così vincente non è di certo passata inosservata e ha spinto i colossi dei social a innovare la propria offerta. Già tra luglio e agosto la titanica Facebook ha lanciato Instagram Reels, che permette di creare e pubblicare brevi video in formato verticale a schermo pieno, con musiche ed altri effetti speciali, simili in tutto e per tutto a quelli di Tik Tok. Ora anche YouTube ha deciso di attivarsi e creare una nuova funzionalità che venga incontro ai gusti di millennials e generazione Z.

Nasce così YouTube Shorts, a settembre distribuita nel mercato indiano in versione beta. Si tratta di video di massimo quindici secondi, girati con il cellulare e che permettono ai creator di dare sfogo alla propria inventiva. Saranno disponibili anche alcuni tool per la realizzazione dei video: telecamera multisegmento per aggregare più video; libreria audio da cui scegliere la canzone di sottofondo; controlli velocità; timer e countdown per gestire al meglio il processo creativo.

Tik Tok, quindi, non dovrà più concorrere solo con Facebook, ma entrambe si dovranno preparare al contraccolpo che ci sarà con l’entrata in campo di YouTube, che intanto aspetta i riscontri provenienti dai test effettuati in India. Ecco: il ciclo dell’innovazione ha ripreso a girare con forza. Quali saranno, quindi, gli sviluppi del settore? Lo scopriremo seguendo le evoluzioni della vicenda nei prossimi mesi.

COMMENTI

Eventi