/media/post/3ehzsdt/Costa-Concordia-796x512.jpg
Ferpi > News > Reputazione, come costruirla e proteggerla

Reputazione, come costruirla e proteggerla

01/06/2017

Appuntamento il 16 giugno con il corso “Il valore della reputazione: come costruirlo, misurarlo e proteggerlo”. A Milano manager ed esperti si confronteranno sul tema per fornire un quadro di come oggi questo asset intangibile sia non solo leva di comunicazione e di marketing ma anche fattore fondamentale di change management.

Come si costruisce la reputazione di un’azienda e come si comunica affinché diventi elemento strategico all’interno delle campagne di marketing? Nell’ambito della sua offerta formativa Ferpi, in collaborazione con Reputation Institute, propone un corso per riflettere sul concetto di reputazione, per analizzarlo nella sua totalità e capire in che termini oggi rappresenti il cuore pulsante di un’azienda solida, longeva e performante.

La giornata di formazione avrà luogo a Milano (Hotel Ascot – Via Lentasio, 3) e sarà guidata da Pier Donato Vercellone, Presidente Federazione Italiana Relazioni Pubbliche, Simonetta Pattuglia, Professore di Marketing e Comunicazione all’Università degli Studi di Roma Tor Vergata e Presidente CASP di Ferpi e Fabio Ventoruzzo, Consulting Director Reputation Institute. Nel pomeriggio verranno analizzati case study di Unipol con Alberto Federici, Direttore Comunicazione e Media Relations, e Costa Concordia, quest’ultimo caso esemplare di regaining trust & confidence dopo il naufragio subìto nel gennaio 2012 presso l’Isola del Giglio.

La reputazione di un’organizzazione è il mix di tutte le aspettative, percezioni ed opinioni dei clienti, impiegati, fornitori, investitori sulla base del suo livello di qualità, delle sue caratteristiche e dei suoi comportamenti. Essa si esprime pertanto nel tempo: l’insieme dei messaggi virtuosi che derivano dalla personale esperienza dei consumatori, dal sentito dire o dall’osservazione delle passate azioni dell’organizzazione acquistano forza nella loro stratificazione, grazie a un consenso profondo e duraturo. I messaggi e i segnali infatti, se comunicati con coerenza e recepiti in maniera positiva dal pubblico e da tutti gli stakeholder, definiscono un’identità solida del brand e un insieme di valori che soddisfano le loro aspettative. Il vantaggio competitivo di un’azienda che si prende cura della propria reputazione non si traduce solo in profitto economico e non si basa unicamente sulle qualità tecniche e logistiche dei prodotti o dei servizi offerti. Una reputazione solida, infatti, è specchio della coesione interna all’azienda, di solide relazioni con i fornitori e con i clienti. È un circolo virtuoso che investe numerosissimi aspetti: dal customer focus, che rileva in quale misura l’azienda si prende cura dei suoi clienti e soddisfa le loro aspettative, alla vision d’impresa che si riferisce al modo in cui essa riesce a esprimere il ruolo che potrà svolgere nel medio-lungo termine; dalle percezioni e dalle emozioni che i valori del brand genera, alla social responsibility, che prende in considerazione i rapporti con i dipendenti e con le tematiche sociali e ambientali.

Il corso è aperto a tutti, soci e non soci. Dà diritto al riconoscimento di 100 crediti ai soci Ferpi ai fini della qualificazione necessaria all’aggiornamento professionale interno.

Per esigenze di natura organizzativa e logistica, il corso si svolge solo al raggiungimento di un numero minimo di iscritti. Per ulteriori informazioni e iscrizioni: casp@ferpi.it

COMMENTI

Eventi