/media/post/udulc87/1.jpg
Ferpi > News > 70 anni di Grande Fratello: reputazione e cronaca nell’era dell’ascolto globale

70 anni di Grande Fratello: reputazione e cronaca nell’era dell’ascolto globale

12/10/2018

Redazione

Al via la collaborazione tra L'Eco della Stampa e Ferpi con un evento che vuole far luce sui cambiamenti in atto nel mondo della comunicazione, ascoltando le voci di professionisti di altre discipline. Appuntamento il 15 ottobre a Milano.

70 anni fa George Orwell scriveva 1984.

In occasione di questa ricorrenza lunedì 15 ottobre, alle ore 17.00, si terrà il primo incontro figlio della collaborazione tra Ferpi e L’Eco della Stampa.

1984 di Orwell è ambientato in uno dei periodi di massima rivoluzione per la comunicazione: quando radio e televisione entrarono per la prima volta nelle case delle persone.

Sul finire del secolo, però, siamo stati protagonisti di una nuova rivoluzione del mondo della comunicazione: l’avvento di internet – e poi dei social network – ha sconvolto le carte in tavola amplificando la possibilità di trasmettere contenuti liberi da costrizioni e abbattendo di fatto l’asimmetricità che ancora caratterizzava mezzi (seppur di massa) come radio e tv.

Infatti, grazie ai nuovi mezzi, ogni individuo ha avuto la possibilità di diventare un piccolo giornalista e un piccolo editore. E così la comunicazione, nell’arco degli ultimi anni, si è trasformata in una conversazione multipolare.

Come si è adattato il mondo dei professionisti della comunicazione a questa rivoluzione? E, soprattutto, è riuscito a comprendere e cogliere il cambiamento in tutti i suoi aspetti?

Nel corso dell’incontro si cercherà di dare una risposta a queste domande guardando ad altri campi della conoscenza e dell’agire umano. Saranno infatti protagonisti alcuni non-professionisti della comunicazione. Persone che fanno lavori per i quali dover raccontare e interpretare il mondo ha valore tanto quanto ne ha per chi lavora nella comunicazione, ma in una prospettiva completamente diversa.

Interverranno Ruben Oddenino, chirurgo plastico; Silvano Bulgari, scultore; Elisa Bryner, fotografa; Gabriele Mamotti, violoncellista; Giuseppe Calabrese, imprenditore della sicurezza.

È infine giunta la conferma della partecipazione di Livia Pomodoro, ex presidente del Tribunale di Milano e presidente dell’Accademia di Brera.

Questi professionisti parleranno di tecniche e loci tipici delle professioni della comunicazione: crisis management, scelta di un messaggio caratterizzante e distintivo, gestione delle personalità degli executive, orchestrazione di tutte le risorse dell’organizzazione, interne ed esterne, per dare voce al messaggio; presentandole sotto una luce nuova e inedita.

 

COMMENTI

Eventi