Ferpi > News > A Fedrigoni il Premio Monografia d’Impresa 2014

A Fedrigoni il Premio Monografia d’Impresa 2014

11/11/2014

Decretati a Verona i vincitori del Premio OMI: 62 opere in gara, presentate da 48 imprese e 14 agenzie di comunicazione, in rappresentanza di una filiera che vale 120 milioni di euro. Tra i premiati anche Lorenzo Marini Group, Antica Dolceria Bonajuto, Kartell, Edison, Sicily by Car e Colomberotto.

Le Cartiere di Fabriano, le più antiche d’Europa con ben 750 anni di vita, entrate a far parte del Gruppo Fedrigoni nel 2002, si sono aggiudicate il Premio alla miglior Monografia istituzionale d’impresa 2014, organizzato dall’Osservatorio Monografie Istituzionali d’Impresa, con il patrocinio dell’Università degli Studi di Verona, dello IUSVE-Istituto Universitario Salesiano Venezia, della Camera di Commercio di Verona e con la collaborazione delle maggiori associazioni italiane della comunicazione (Assocom, Assorel, Ferpi, TP, Unicom). Il premio ha ricevuto l’adesione del Presidente della Repubblica e il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico.

I vincitori del Premio, selezionati tra 62 opere partecipanti, sono stati annunciati oggi dal Presidente dell’Osservatorio,Mario Magagnino: al primo posto le Cartiere di Fabriano (Gruppo Fedrigoni), al secondo Lorenzo Marini Group, network internazione di agenzie di comunicazione, e al terzo l’ Antica Dolceria Bonajuto, storica cioccolateria di Modica.

La giuria seniores (composta da professionisti della comunicazione, docenti e imprenditori) ha inoltre assegnato le seguenti menzioni speciali:

  • per il miglior approccio creativo a Colomberotto spa (allevamento bovino, lavorazione e distribuzione carne), presentata dall’agenzia di comunicazione Baseggio Pubblicità;

  • per il miglior design a Kartell spa (mobili e oggetti di design in plastica);

  • per le migliori soluzioni produttive a Sicily By Car (noleggio autovetture);

  • per la miglior aderenza ai canoni di “monografia istituzionale d’impresa” a Bedeschi spa (progettazione e produzione di macchinari per la lavorazione e il trasporto di laterizi);

  • per la miglior aderenza ai canoni di biografia d’azienda a Edison spa (energia).


“Credo che il numero e il livello dei partecipanti al Premio rappresentino un segnale incoraggiante per il settore della comunicazione e per la cultura aziendale in generale”, ha commentato Mario Magagnino, “perché testimoniano delle competenze messe in campo, ma anche delle risorse mobilitate sul territorio, all’interno di una filiera che parte dai creativi e finisce con le imprese cartarie e stampatrici e vale che, secondo Assocarta, vale ogni anno 120 milioni di euro”.

Nella short list dei finalisti ex equo del premio sono inoltre entrati: Braccialini, Cantina Valpolicella Negrar, Colomberotto, Ferrarelle, Fila Industria chimica presentata dall’agenzia Coo’ee Italia, Gruppo Cimbali, Guala Dispensing, Kartell, MITManifattura Italiana Tabacco presentata da RossidiGrana Design, Molteni & C, Rivolta Carmignani, Rondolino, Sicily By Car, Tarros, Montelvini e Vagheggi Phytocosmetici presentate dall’agenzia A&Dwea, Zenato Azienda Vitivinicola.

Le 62 monografie che hanno partecipato al Premio, di cui 48 presentate da imprese, enti e istituzioni e 14 da agenzie di comunicazione, case editrici, creativi e copywriter, sono passate a un doppio vaglio di selezione: una giuria seniores, composta da docenti universitari italiani e stranieri, professionisti della comunicazione e imprenditori, e una giuria juniores, composta da studenti di Scienze della Comunicazione dell’Università di Verona e IUSVE.

La consegna ufficiale dei riconoscimenti avverrà a febbraio 2015, nel corso di una giornata di studi sulla comunicazione d’impresa.

COMMENTI

Eventi