Ferpi > News > A Milano oltre 70 comunicatori ad ascoltare che aria tira nell'organizzazione di eventi

A Milano oltre 70 comunicatori ad ascoltare che aria tira nell'organizzazione di eventi

18/01/2005
Un mezzo per comunicare e attivare relazioni, più o meno efficace se legato a un corretto rapporto con i media, ma ancora talvolta allestito senza l'ausilio di figure professionali specifiche. Sarà per queste sue caratteristiche che l' "evento", protagonista del recente seminario organizzato da Ferpi a Milano, ha destato tanto interesse al punto da richiamare oltre 70 partecipanti nell'auditorium gentilmente messo a disposizione dal Gruppo Zurich Italia. Una risposta che ha superato ogni aspettativa e che la dice lunga sulla necessità, avvertita da chi opera nelle RP, di confrontarsi con altre realtà e di codificare prassi o soluzioni improvvisate.Lo sapeva bene Francesco Moneta, presidente di Egg -  Eventi e Sponsorizzazioni, quando nella sua veste di tutor ha allestito il seminario con la Commissione Aggiornamento e Specializzazione Professionale di Ferpi, intitolandolo "Gli eventi di comunicazione: istruzioni per l'uso". A confermare che la produzione di eventi è attualmente il mezzo più usato per raggiungere un determinato pubblico è arrivato l'intervento di Salvatore Sagone, presidente di ADC - Agenzia della Comunicazione, e direttore della rivista "e20": "Nel settore c'è grande confusione ma anche fermento -  ha detto -  la figura dell'event manager sta appena  nascendo  ma non è ancora riconosciuta all'interno delle aziende". Di qui nasce la  necessità di formazione come pure di dare maggiore sistematicità alla materia. Ottima occasione, dunque, per annunciare che ADC svolgerà tra breve una ricerca su 300 aziende per capire cosa ci si attende dagli eventi, quale tipo di evento scelgono aziende appartenenti a una determinata tipologia, quante aziende si rivolgono all'esterno per organizzare un evento.Che l'evento sia un mezzo di dialogo con il cliente anche per le compagnie assicuratrici lo ha testimoniato l'esperienza del Gruppo Zurich con la relazione della socia  Lucia Mauro, responsabile Comunicazione esterna del gruppo. Inevitabili inoltre i riferimenti al Bea, il Best Event Awards al quale ha partecipato, tra gli altri, Vodafone insieme all'agenzia "It's cool": Adriano Fasano, Event Manager dell'azienda telefonica, nel ruolo del committente, e Andrea Baccuini in quello del creativo che propone idee e soluzioni, hanno dimostrato che spesso le "agenzie e le aziende fanno rafting insieme sulle rapide della comunicazione".Puntuale e pungente l'intervento di Enrico Finzi, presidente di Astra Ricerche, che vede nelle RP l'attività con la più forte crescita nel lungo periodo dell'ultimo decennio, mentre in alcuni casi si registra una progressiva perdita di efficacia della pubblicità a causa della caduta di creatività. In questo contesto  gli eventi svolgerebbero un ruolo sempre più dinamico nell'ambito della comunicazione.Denso di spunti operativi il pomeriggio, con Giorgio Gilberti, autore del libro "L'evento in strada. Il progetto, la produzione, la gestione e il controllo come strategia di marketing" (Franco Angeli, 2004), che ha fornito una vera e propria lista della spesa per l'allestimento ottimale di un evento 'on the road'.Giusi Viani, account manager marketing communication di Allaxia, partendo da alcune case history ha ricordato le regole da non trascurare quando si comunicano gli eventi di comunicazione sottolineando, in particolare, come sia fondamentale che chi si occupa di Media Relations debba essere coinvolto sin dal momento dell'ideazione dell'evento. L'esperienza in diverse agenzie di comunicazione ha arricchito l'intervento di Tony Gherardelli che con "Gli eventi 'trendsetting'  ha aperto una finestra sul nuovo concetto di Total Living e sulle implicazioni che tale tendenza  porta con sé nell'evoluzione del concetto di target legato a uno stile di pensiero piuttosto che ad uno stile di vita.Pier Donato Vercellone  ha fatto riferimento in particolare agli  eventi memorabili organizzati da Telecom Progetto Italia come il recente "Telecomcerto" di Simon & Garfunkel a Roma osservando che per quanto lo riguarda le sponsorizzazioni pure e semplici non sono più frequentate come in passato.A fronte del  grande interesse dimostrato dall'uditorio è probabile che il seminario venga quanto prima replicato in altre città.Eleonora SassoIl prossimo appuntamento Ferpi con il programma di aggiornamento professionale è per venerdì 21 gennaio 2005 a Roma, alle ore 8.30 presso il Centro Studi Comunicazione (via della Cava Aurelia, 163), con il seminario intitolato "Relazioni Pubbliche e diversità".

COMMENTI

Eventi