Ferpi > News > Accordi di Stoccolma: al via il gruppo di lavoro

Accordi di Stoccolma: al via il gruppo di lavoro

30/09/2010

A Milano prima riunione del gruppo di lavoro Ferpi sull'implementazione degli Accordi di Stoccolma, il documento contentente indicazioni di scenario sul futuro delle Relazioni Pubbliche. Decisa la strategia e le possibili attività.

di Aurelia Pavel
Le Relazioni Pubbliche sono davanti ad uno scenario nuovo che obbliga a ripensare i contenuti della professione e la professione stessa, sempre più istituzionalizzata nelle organizzazioni. Se ne è discusso di recente a Milano alla prima riunione del gruppo di lavoro Ferpi dedicato all’implementazione degli Accordi di Stoccolma che si è riunito venerdì 24 settembre.
Gli Stockholm Accords definiscono una nuova cornice concettuale per le relazioni pubbliche imperniata su sostenibilità e governance, su management e coordinamento tra comunicazione interna ed esterna. In quest’ottica le relazioni pubbliche diventano una funzione strategica e dunque consulenziale e manageriale ancora prima che tecnico-operativa.
La partecipazione alla riunione è stata sentita: non c’è tempo da perdere… i lavori di adattamento degli Accords devono iniziare subito. C’erano Francesca Albanese (Roma), Celeste Bertolini (Roma-Milano), Andrea Carobene (Milano), Florence Castiglioni, Valeria Cecilia (Roma), Nicoletta Cerana (Milano), Silvia Colombo (Milano), Elisa Greco (Roma-Milano), Mariapaola Lacaria (Padova), Toni Muzi Falconi (Roma-Milano), Amanda Succi (Catania) e la sottoscritta. Molti i colleghi che non hanno potuto partecipare ma che hanno dato la loro disponibilità sia per il gruppo di lavoro che sul territorio.

Dopo una breve introduzione e aggiornamento sullo status degli Accordi a livello internazionale inglesi) per promuovere una iniziativa corale per dimostrare il valore aggiunto delle relazioni pubbliche nel settore pubblico si passa a discutere le modalità necessarie per l’attuazione degli Accordi a livello territoriale e nazionale.
Al rientro da Stoccolma la delegazione Lazio della Ferpi ha dato vita al primo incontro territoriale di confronto sul documento, optando di focalizzare la propria azione nel settore del turismo, considerato di grande potenzialità in quel territorio. Celeste Bertolini e Francesca Albanese hanno brevemente riferito sui risultati della prima riunione del gruppo romano cui hanno partecipato una decina di colleghi. L’obiettivo è quello di fare un’analisi dello stato dell’arte delle relazioni pubbliche nel settore del turismo per arrivare alla definizione di un approccio realistico e condiviso per valorizzare la professione de relazioni pubbliche
Rispetto invece all’azione nazionale di Ferpi si è discusso a lungo una ipotesi di matrice che parta da una analisi delle possibili aspettative intorno al valore percepito delle relazioni pubbliche dei quattro gruppi di stakeholder individuati come prioritari dalla Federazione: la professional community (soci e non soci), la business community, la mainstream e social media community e la educational community).
Per partire da un orientamento attendibile, si è deciso di procedere rapidamente con una ricerca base in varie fasi (interviste singole, survey monkey e focus interpretative) con l’intento di porsi degli obiettivi specifici, segmento per segmento, che consentano di misurare l’efficacia dell’intervento a fine programma prevista per il 2012. Si è anche deciso di dare priorità di tempo (focus primo anno) alla business community e alla professional community, accentuando invece lo sforzo sulla media e la educational community al secondo anno.
Le idee iniziano a prendere forma, e ogni singolo partecipante inizia a sviluppare dei progetti che riguardano la propria area di competenza…ma purtroppo il tempo scorre troppo velocemente, e per questo viene stabilito un secondo appuntamento, questa volta a Roma (22 ottobre – per maggiori informazioni sul luogo e la data inviare una mail all’indirizzo tonimuzi@methodos.com ), in modo da poter dare maggiore tempo e spazio alla propria creatività.
L’incontro si conclude con l’intenzione di lasciare aperto il gruppo di lavoro ad ogni idea o iniziativa… si tratta di creare insieme il futuro della nostra professione e contribuire a migliorare la percezione che si ha della stessa.
To be continued…

COMMENTI

Eventi