/media/post/5ge7zqt/SerieA.jpg
Ferpi > News > Cambi di look importanti

Cambi di look importanti

#Ferpi2Be

21/05/2019

Sara Bassi

I grandi marchi puntano al digitale e nel farlo molti ricorrono a cambi di look. È il caso di Mastercard, IKEA e della Serie A di calcio come racconta Sara Bassi nella rubrica #Ferpi2Be. 

Rinnovare la propria immagine, per un’azienda o un’organizzazione, è molto importante. Permette di rimanere al passo coi tempi, con le evoluzioni del mercato, della tecnologia e con la percezione delle persone. Questo 2019 si sta caratterizzando per dei cambi di look importanti sia a livello internazionale che nazionale. Vediamo com’è cambiato, ad esempio, il logo di grandi aziende come Mastercard e IKEA, e di grandi organizzazioni come la nostra Serie A di calcio.

(descrizione)

Mastercard già nel 2016 aveva ritoccato il proprio logo, togliendo le righe che si trovavano nell’intersezione dei due cerchi e affiancando la scritta del brand con un font completamente diverso. Questa svolta d’immagine era stata decisa per avvicinarsi di più al digitale che stava avanzando. All’inizio del 2019 ha fatto un ulteriore passo in avanti, rinunciando completamente al nome del brand e tenendo solo i due cerchi che si intersecano.

Ancora una volta, la scelta riguarda il digitale. I pagamenti si stanno spostando sempre più su devices con schermi molto piccoli come gli smart watch, in cui occorre mantenere solo l’essenziale. Così, dopo quasi due anni di ricerche per testare la riconoscibilità del marchio, Mastercard entra a far parte di quella ristretta cerchia di marchi senza nome, insieme a Nike, Apple a pochi altri.

IKEA, qualche giorno fa, ha annunciato un ritocco al design dello storico logo. Anche per il brand di arredamento svedese lo scopo è di adattarsi meglio all’evoluzione digitale. Il nuovo logo è bianco con sfondo trasparente, creando una sorta di “finestra” (Fönster in svedese) che permette di adattarsi meglio ai contenuti visuali del web. Per migliorare la leggibilità del logo è stato ingrandito leggermente l’ovale e le lettere al suo interno, smussando poi le grazie a queste ultime.

Il vecchio logo, giallo e blu, non sarà rimpiazzato. Il restyling è stato fatto principalmente per il mondo digitale. Per non relegare il logo sempre in un angolo o alla fine del contenuto, posizioni dove non sempre arriva l’attenzione dell’utente. La nuova “finestra” potrà integrarsi col contenuto, che sempre di più è un video, e di cui IKEA è convinta sia il futuro della comunicazione.

All’inizio del mese è stato presentato anche il nuovo volto della nostra Lega Serie A di calcio. Pronto ad insediarsi per la stagione 2019/2020, il logo rinnovato presenta una ‘A’ dall’aspetto tridimensionale, azzurra, con delle sfumature. La lettera si prolunga alla base, ricordando la forma di un diamante, e termina indicando il tricolore. Al di sotto, la scritta “SERIE A” con un font bastonato e moderno. Sono stati eliminati i riferimenti figurativi al calcio, che caratterizzavano il vecchio logo.

La nuova identità della Serie A vuole valorizzare il campionato italiano anche a livello internazionale, rendendolo riconoscibile attraverso un tratto così distintivo come la lettera che gli dà il nome. Il presidente della Lega Serie A, Micciché, ha dichiarato che proprio il raggiungimento dei mercati internazionali e la riconoscibilità del marchio a livello globale sono le sfide per il futuro. Le fonti ufficiali non specificano per quali mezzi è stato pensato questo tipo di logo, ma la scelta stilistica lascia presumere un utilizzo prevalente su schermo, dove colori e sfumature possono essere resi al meglio.

La visione a lungo termine che emerge da questi significativi restyling è la centralità della tecnologia e del web, che possono avvicinare sempre più persone, giovani specialmente, ai brand, diventando i nuovi touchpoint di punta su cui investire.

COMMENTI

Eventi