Ferpi > News > Cinema e comunicazione: le opportunità del tax credit

Cinema e comunicazione: le opportunità del tax credit

03/09/2012

Le Relazioni pubbliche possono giocare un ruolo fondamentale nel futuro dell’industria cinematografica, anche grazie alle nuove opportunità offerte alle imprese dal tax credit, nell’ottica di una strategia di comunicazione integrata. A Venezia, il punto in un convegno con il patrocinio di Ferpi.

Il tax credit è strategico per il futuro dell’industria cinematografica. E’ questo, in sintesi, il messaggio emerso dal convegno Oltre il tax credit che si è svolto domenica 3 settembre al Lido, all’Hotel Excelsior, nello spazio di Cinecittà Luce organizzato in occasione della presentazione del film E’ stato il figlio di Daniele Ciprì in concorso alla 69^ Mostra del Cinema di Venezia, uno tra i primi a beneficiare, grazie all’impegno di Aleteia Communication, di finanziamenti provenienti dello strumento del tax credit.
“Il tax credit, uno strumento in cui Ferpi crede molto, riveste un ruolo fondamentale per la diversificazione delle strategie di comunicazione soprattutto delle piccole e medie imprese, in un’industria cinematografica italiana che fa della territorialità una delle sue cifre distintive – afferma il presidente Ferpi, Patrizia Rutigliano – di cui il settore delle Relazioni pubbliche rappresenta il tramite per cogliere opportunità e puntare, attraverso gli investimenti, su visibilità e ritorno d’immagine inserendo il tax credit in una strategia di comunicazione integrata”.
Con il presidente Ferpi hanno dibattuto su questo tema l’AD dell’Istituto Luce Cinecittà, Roberto Cicutto, l’avvocato Guendalina Ponti dello Studio Legale Ponti, il Presidente di Aleteia Communication, Mauro Luchetti. Al convegno, promosso da Aleteia Communication, che ha contribuito a finanziare il film attraverso lo strumento del tax credit, e patrocinato da Ferpi, che ha seguito l’evoluzione della normativa sul tema fin dall’approvazione del DM nel 2010 con il lavoro del delegato nazionale Ferpi alla Cultura, Elisa Greco, sono intervenuti, fra gli altri, Luigi Abete, Presidente di Cinecitta’ Studios e BNL, da oltre 70 anni la banca di riferimento dell’industria cinematografica italiana e partner fondamentale di Qualunquemente per il ricorso al tax credit, e l’Onorevole Guglielmo Vaccaro, membro della VI Commissione Finanze della Camera.
Il Decreto Ministeriale 21 gennaio 2010 sul Tax Credit Investitori ha introdotto agevolazioni fiscali in favore degli investitori privati esterni al settore cinematografico che, con questo meccanismo, possono diventare partner nella produzione di un film, usufruendo di un credito d’imposta rilevante in misura del 40% dell’investimento. L’incontro organizzato durante la 69^ mostra del Cinema di Venezia è stata l’occasione per presentare e discutere il quadro dettagliato del provvedimento, offrendo non solo un’analisi degli aspetti tecnici e finanziari, ma presentando concretamente quali nuove e interessanti opportunità questo strumento possa offrire sia agli operatori del settore, i produttori, che soprattutto a soggetti esterni, le imprese, interessati a diversificare i loro investimenti ottenendo un interessante ritorno.
Tra gli altri aspetti al centro del workshop, oltre a discutere delle prospettive e le opportunità d’investimento e di promozione offerte alle imprese dalla regolamentazione sul tax credit, strumento previsto dalla Finanziaria 2008 per individuare modalità di finanziamento dell’industria cinematografica alternative al contributo pubblico, si è discusso anche del ruolo fondamentale di Ferpi e del settore delle Relazioni pubbliche nell’individuare opportunità e modalità di partnership delle organizzazioni più diverse con una produzione cinematografica. Le Rp possono ricoprire un ruolo importante in un processo basato sulla conoscenza della normativa ma soprattutto sulla piena comprensione delle opportunità di visibilità e ritorno d’immagine di cui le imprese possono beneficiare inserendo il tax credit in una strategia di comunicazione integrata. Il convegno di Venezia è un ulteriore passo in avanti di un percorso di studio, analisi e confronto a cui si è giunti dopo un’attenta attività preparatoria condotta dal Delegato nazionale alla cultura Ferpi e Anica, l’Associazione Nazionale delle Industrie Cinematografiche Audiovisive e Multimediali, che hanno formalizzato la costituzione di un tavolo di lavoro interassociativo finalizzato a individuare un roadmap comune per promuovere lo strumento del tax credit, creare un sistema di networking strutturato e permanente, fornire analisi attente e puntuali sull’esperienza del tax credit e sulle opportunità offerte, realizzare tools di presentazione e campagne di comunicazione ad hoc da diffondere in un percorso di road-show territoriali. E i road-show territoriali sul tema sono ricompresi anche nell’ambito del protocollo siglato da Ferpi con la Piccola Industria di Confindustria. Fra le attività allo studio del Delegato Nazionale PMI, Rossana Revello e del Delegato Nazionale al Coordinamento delle Delegazioni Territoriali, Mariapaola La Caria, con i referenti nazionali e territoriali della PI, lo strumento del tax credit riveste infatti un ruolo fondamentale per la diversificazione delle strategie di comunicazione delle piccole e medie imprese.

COMMENTI

Eventi