Ferpi > News > Comitati regionali: suggerimenti per scongiurare il de-marketing

Comitati regionali: suggerimenti per scongiurare il de-marketing

26/07/2005

Una riflessione di Sergio Vazzoler.

Parto dall'invito alla riflessione rivolto la scorsa settimana da Toni Muzi Falconi a tutti i professionisti delle RP in merito alla tendenza a ripetersi e alla diffusa ritrosia a innovare e sperimentare. E, condividendo la "fotografia" di Toni, penso sia utile includere in questa riflessione anche la vita associativa.Vengo rapidamente al punto. In autunno i soci saranno chiamati all'elezione dei comitati regionali che avranno il compito di tradurre in atti tangibili uno dei punti qualificanti del programma del nuovo gruppo dirigente della Ferpi: il federalismo associativo e una rinnovata vicinanza ai soci.Bene, allora chi, come il sottoscritto, ha svolto il ruolo di attivista nel territorio lombardo  che raccoglie di gran lunga il numero più elevato di soci, auspica che questa nuova fase sia accompagnata da un dibattito vero e soprattutto a molte voci!Riprendendo le parole di Toni, proviamo a non ripeterci... e quindi a partire da settembre: 

utilizziamo il sito per lo scambio di idee, la formulazione di proposte e le bozze di programma;
accanto al sito, prevediamo almeno un paio d'incontri per conoscerci più da vicino, ricordandoci che ci sono diversi nuovi soci che desiderano essere coinvolti e altri che devono essere soltanto "stanati" per renderli attivisti dell'associazione;
cerchiamo d'individuare insieme una squadra, il più possibile allargata, che sia in grado di collaborare con il consiglio direttivo nazionale nel conseguimento degli obiettivi indicati ma che rappresenti anche un bacino d'idee e stimoli per innovare e sperimentare nuove strade;
evitiamo gli sterili scontri tra generazioni e tra uomini d'azienda e consulenti;
ricordiamoci che per poter innovare e sperimentare non possiamo saltare la fase necessaria a conoscere, capire ed eventualmente cambiare le regole esistenti e, quindi, evitiamo di sbuffare quando qualcuno si sofferma su statuto e regolamenti;
ascoltiamo e coinvolgiamo sin dall'inizio gli studenti di UniFerpi: ogni comitato territoriale dovrebbe avere uno studente al suo interno;
lavoriamo in tutte le regioni affinché Ferpi diventi un punto di riferimento di sistema, in modo tale che si passi, in definitiva, dalla valorizzazione dell'associazione a quella della professione. 
Ogni giorno ripetiamo nell'esercizio della nostra professione termini quali "ascolto", "partecipazione", "trasparenza", "processi inclusivi", ... bene, cerchiamo di applicarli in questo importante appuntamento della vita associativa: non possiamo permetterci di arrivare alle assemblee regionali con una lista formata e decisa da pochi qualche giorno prima... questa sì che sarebbe una pericolosa azione di de-marketing! 
Sergio Vazzoler

COMMENTI

Eventi