Ferpi > News > Continua il nostro dizionario delle Rp: continuiamo con la lettera M

Continua il nostro dizionario delle Rp: continuiamo con la lettera M

04/05/2004

Per consultare tutte le voci pubblicate a oggi, commentare, dissentire, collegatevi all'area del sito dedicata al dizionario

Matching grant o fundIn una iniziativa di cause related marketing, quando una organizzazione si impegna a versare ad una causa la medesima somma versata dal consumatore/cliente/dipendente.MassIn comunicazione (di) il concetto di massa è molto cambiato e c'è chi dubita perfino che possa ancora venire utilizzato. I cambiamenti - rispetto a 30/40 anni fa nel mondo anglosassone, a 30/20 anni fa in Italia - sono soprattutto dovuti alla crescente segmentazione e clusterizzazione degli stili di vita e dei media (incluse perfino le televisioni generaliste, grazie a un sapiente utilizzo delle fasce orarie e alle loro diverse tipologie), fino ad arrivare, con Internet, a realizzare un media individuale, contrapposto a quelli di massa (anche se alcuni sostengono che anche Internet sia un mass media...).MediaE' innanzitutto importante sottolineare che il termine deriva dal latino e quindi va pronunciato media e non midia. Un errore che facciamo in tanti e che segnala una eccessiva dipendenza dalla lingua inglese. Il media è un canale (fisico come un giornale, etereo come una frequenza televisiva, virtuale come uno scambio di bit) che unisce l'emittente al ricevente e, nei casi di interattività, viceversa.Media accessSi intende il livello di accesso (basso, medio, alto; oppure cattivo, mediocre, ottimo) che un individuo, un'organizzazione o una popolazione hanno al sistema dei media (inteso come insieme dei media in un determinato Paese).Media blitzUna elevata concentrazione di uso dei media da parte di una organizzazione o di un indidivuo per trasferire un messaggio in un breve periodo.Media coverageLa 'copertura' che il sistema dei media concede a una notizia, una questione, un'iniziativa.Media listHa lo stesso significato di mailing list, solo che si riferisce esclusivamente ai media.Media relationsLa funzione delle relazioni con i media. In Italia si usa più frequentemente, ma impropriamente, relazioni con la stampa o addirittura ufficio stampa. Quest'ultimo è errato poiché dire ufficio stampa implica una quasi passività/neutralità della funzione, quando invece il compito prevalente è di creare, sviluppare e consolidare le relazioni con i giornalisti per conto di un ben specifico interesse; mentre relazioni con la stampa (letteralmente) è in effetti esclusivo di radio, televisione e internet.Metooism (me-too-ism)E' la sindrome del ‘vengo anch'io', dell'imitazione. Quando un fenomeno, un'espressione, una tendenza si diffondono rapidamente per cui un gran numero di persone (o anche di organizzazioni), pur se prive di consapevolezza specifica, fanno la stessa cosa o compiono le stesse scelte. Per esempio è successo recentemente in Italia con la responsabilità sociale delle imprese. Succede anche quando qualche leader di opinione esprime una opinione che, solo perché espressa da lui/lei, viene di per sé condivisa.MerchandisingL'insieme di iniziative, strumenti e canali below the line utilizzati da una organizzazione per supportare la vendita di un determinato prodotto/servizio.MessaggioSignifica il senso generale come il contenuto specifico di una parte del processo comunicativo.Il senso generale si determina quando, ad esempio nelle diverse sequenze del Gorel, il messaggio -pur attentamente costruito in base a quello che l'emittente vorrebbe fosse nella testa del ricevente- assume il significato di un riferimento, di un contesto comune, cui attingono le varie funzioni dell'organizzazione che poi lo declinano come meglio ritengono e attraverso tutti i canali disponibili.Il contenuto specifico è quando il messaggio viene trasferito esattamente come è stato costruito (ad esempio nella pubblicità ove l'emittente, acquistando lo spazio, controlla il contenuto testuale del messaggio).MissionSta per ‘missione' e in gergo organizzativo è la prima fase del cosiddetto processo di envisioning organizzativo che comprende, oltre alla missione, anche la visione, i valori guida e, in qualche occasione, anche la strategia.La missione di una organizzazione si riferisce al suo senso presente: cosa è, cosa fa; mentre la visione si riferisce al suo futuro a 3/5 anni: cosa vuole fare, cosa vuole diventare.I valori guida sono le modalità comportamentali cui l'organizzazione intende attenersi nel passaggio dalla missione alla visione; mentre la strategia indica il senso delle modalità attuative che l'organizzazione intende implementare, tenendo conto dei valori guida, per assicurare il passaggio dalla missione alla visione. Si è detto che non sempre la strategia è integrata al processo di envisioning poiché in molti casi l'organizzazione definisce strategia il coerente insieme delle tattiche implementate e la razionalizza cammin facendo.

COMMENTI

Eventi