Ferpi > News > Convegno: "Il ruolo della comunicazione a sostegno delle infrastrutture necessarie alla modernizza

Convegno: "Il ruolo della comunicazione a sostegno delle infrastrutture necessarie alla modernizza

06/06/2007

8 giugno 2007, ore 17:00, Roma, piazza Venezia 11 - Sala Alinari.

 
è lieta di invitarvi alla tavola rotonda sul tema:
"La comunicazione a sostegno delle infrastrutture per la modernizzazione del Paese"
 *****
8 giugno 2007, ore 17:00Roma Piazza Venezia 11, Sala Alinari
*****
ProgrammaOre 17:00     Registrazione partecipanti
Ore 17:15      Paolo Anselmi, Vice Presidente di GfK Eurisko
"La comunicazione nella gestione dei processi decisionali per la realizzazione di infrastrutture necessarie al Paese": presentazione dei risultati della ricerca commissionata da FERPI.
Ore 17:45      Paul Véron, Directeur de la Communication et des Relations Externes UIC (Union internazionale des Chemins de fer)
Ore 18:15     Tavola rotondaIl ruolo della comunicazione nella definizione delle politiche infrastrutturali dell'Italia
Coordina:Fabio De Rossi, Vice Direttore de "Il Mondo"
Partecipano:
Emilia Blanchetti, Vice Presidente ARIS-Nimby Forum
Dario Esposito, Assessore all'Ambiente del Comune di Roma
Francesco Ferrante, Direttore Generale Legambiente
Piero Marrazzo, Presidente  Regione Lazio
Andrea Prandi, Presidente FERPI 
Ore 19:00     Conclusione 
On. Enrico Letta, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri
* (in attesa di conferma)
La partecipazione è gratuita.
 L'evento è organizzato da FERPI (Federazione Relazioni Pubbliche Italiana) in occasione dell'Assemblea Generale dei soci che si terrà il 9 giugno 2007 a Roma.
R.S.V.P.
FERPITel. 02 58.31.24.55 Email: info@ferpi.it______________________________________________________________________________________________________________________________________________Il ruolo della comunicazione per la modernizzazione del Paesedi Andrea Prandi
In Italia si respira un clima di sfiducia. E questo nonostante "ripresina" e "tesoretto". I due diminutivi la dicono lunga circa la reale convinzione del paese verso le aspettative di una ripresa stabile.
In tutti i principali dibattiti a cui assistiamo si respira il dubbio verso la capacità di visione della classe politica e dirigente italiana. Il problema non è solo politico. I gruppi dirigenti, in generale, si devono interrogare sul proprio ruolo e sulle proprie capacità, elevandosi da un osservatorio parziale e guardando i problemi da un punto di vista più complessivo.
È quello che deve fare anche la nostra associazione. Sono convinto che la comunicazione abbia un ruolo non secondario per la modernizzazione del Paese. Anche noi comunicatori dobbiamo capire meglio quale possa essere il nostro contributo allo sviluppo e al miglioramento della competitività internazionale del nostro Paese.
Penso che si debba partire dall'ascolto dei cittadini. Per questo abbiamo chiesto a Eurisko di intervistare, per conto di FERPI, un campione di mille Italiani. Abbiamo fatto loro dieci domande da cui, spero potremo comprendere molte cose. Per esempio di chi si fidano di più, che tipo di informazioni richiedono, quale è il loro atteggiamento verso le infrastrutture che devono consentire lo sviluppo, cosa pensano delle imprese responsabili di questi progetti, che tipo di delega sono disponibili ad affidare alla politica.
Presenteremo i risultati di questa indagine nel corso di un convegno sul ruolo della comunicazione per la modernizzazione del paese, venerdì 8 giugno alle ore 17:00, a Roma presso la Piazza Venezia 11, Sala Alinari.
Il convegno dell'8, che è l'ultimo del mio mandato, precederà l'Assemblea Generale dei soci FERPI del 9 giugno. L'orario, inconsueto per un venerdì di inizio estate, è stato deciso per facilitare la partecipazione di chi arriverà da fuori Roma per l'Assemblea di sabato.
Qualche mese fa a Milano in un convegno di grande successo, FERPI si è interrogata sul valore del comunicatore; non è meno importante chiedersi quale debba essere il nostro ruolo.
Nel convegno dell'8 giugno ci confronteremo anche con il resto del mondo. Sarà un comunicatore Francese, Paul Véron (Directeur de la Communication et des Relations externes UIC), a raccontarci come hanno gestito i rapporti con il territorio le ferrovie francesi e come si è realizzata l'alta velocità nei paesi più avanzati.
Seguirà quindi una tavola rotonda che sarà guidata dal direttore de "Il Mondo" Enrico Manoja e a cui parteciperanno Dario Esposito Assessore all'Ambiente del Comune di Roma, Piero Marrazzo Presidente Regione Lazio, Francesco Ferrante Direttore Generale Legambiente, Emilia Blanchetti Vice Presidente ARIS-Nimby Forum e, naturalmente, un rappresentante della FERPI.

COMMENTI

Eventi