Ferpi > News > CRIET Incontra 2009: studiosi e protagonisti delle Economie Territoriali a confronto

CRIET Incontra 2009: studiosi e protagonisti delle Economie Territoriali a confronto

30/04/2009

Tramite l’attività del Centro di Ricerca Interuniversitario in Economia Del Territorio studiosi ed esponenti delle maggiori istituzioni pubbliche e private in Italia, mettono a disposizione le loro conoscenze e i risultati dei progetti di ricerca per poter dare un apporto significativo allo sviluppo del territorio. Un'opportunità per far confrontare le idee con i fatti, le teorie con le pratiche e presentarsi come supporto operativo per lo sviluppo delle economie locali. Il prossimo incontro si terrà il 18 maggio a Vigevano.

CRIET Incontra 2009 è l’attività del Centro di Ricerca Interuniversitario in Economia Del Territorio che si propone di far confrontare, su una serie di tematiche di primario interesse per lo sviluppo territoriale, gli studiosi con i decisori delle imprese e delle istituzioni, le idee con i fatti, le teorie con le pratiche.


La competitività di un’impresa è condizionata sia dalla natura che dall’intensità della concorrenza diretta che si trova a dover affrontare e, quindi, dalle azioni poste in essere dai concorrenti diretti, dalla presenza di prodotti sostitutivi e/o dalla minaccia di nuovi ingressi nel settore, dal potere contrattuale dei clienti e dei fornitori, ma in maniera rilevante anche dal macroambiente nel quale è inserita.


Funzionamento ed efficienza di pubblica amministrazione, trasporti, energia, sanità, istruzione e formazione determinano il livello competitivo di base delle singole imprese; nello stesso tempo tali fattori, in congiunzione con intensità, dimensioni e competitività delle realtà imprenditoriali determinano la competitività e il successo degli specifici sistemi territoriali e il benessere dei cittadini che nei medesimi vivono e lavorano.


Il filo conduttore del ciclo di ricerche e convegni di Criet Incontra è il decentramento
decisionale e il conseguente federalismo fiscale fra Stato, Regioni ed Enti Locali. Le deleghe di
competenze dal centro alla periferia mirano a responsabilizzare e “impegnare” gli attori locali,
ma pongono il problema di come garantire efficienza al sistema nel suo complesso, assicurando
la comparabilità di obblighi e prestazioni erogate nei diversi territori.
Criet Incontra 2009 si propone di approfondire queste tematiche e delineare possibili scenari futuri mettendo a confronto studiosi e protagonisti sia privati che pubblici.


L’obiettivo principale di Criet incontra è quello di aiutare e spiegare le relazioni che si intrecciano, su un determinato territorio, tra dinamiche delle imprese e dinamiche delle istituzioni affinché esse assumano un ruolo adeguato nell’analisi scientifica e nella valutazione strategica dei singoli decisori.
Le imprese decidono assumendo le caratteristiche istituzionali come un dato, e lo stesso avviene da parte delle istituzioni pubbliche nel confronto del tessuto economico. Questo impedisce l’emergere di giochi cooperativi che possono essere reciprocamente migliorativi e incrementare il ‘successo’ complessivo di una realtà territoriale.


Il comitato scientifico del Criet si propone come supporto per permettere al tessuto economico e imprenditoriale di un determinato territorio e alle istituzioni di migliorare le proprie relazioni e di conseguenza le performance del distretto territoriale.


Accanto a questa dicotomia, che può essere assunta dal binomio pubblico/privato, se ne aggiunge una seconda che è quella che separa gli studiosi delle problematiche delle imprese, del mercato e delle istituzioni e dai protagonisti che in quelle realtà decidono, Criet incontra vuole offrire dei momenti di confronto tra teoria e pratica, affinché insieme possano realizzarsi progetti realistici, realizzabili e migliorativi per il territorio.


Gli ambiti di studio per cui Criet intende relazionarsi con il territorio per l’anno 2009 sono: i sistemi sanitari, il mercato postale, federalismo fiscale e pianificazione del territorio, competitività nella pubblica amministrazione, materie prime e sviluppo sostenibile, trasporti, energia, turismo.


Ogni convegno prenderà spunto da due relazioni che illustreranno la specifica ricerca realizzata dal Project Leader in collaborazione con due Studiosi.
Seguiranno i contributi, sempre sotto forma di relazioni, di almeno due Protagonisti del settore oggetto di analisi.


Infine, i lavori si concluderanno con una tavola rotonda, guidata da un giornalista specializzato e che vedrà fra i suoi partecipanti Studiosi e Protagonisti diversi da coloro che hanno predisposto le precedenti relazioni.


Il prossimo incontro organizzato da Criet Incontra è dedicato a: Federalismo, pianificazione solidale del territorio e perequazione finanziaria e si terrà a Vigevano il 18 maggio 2009 dalle ore 9:30 alle ore 16:00 presso l’Auditorium di San Dionigi.


La pianificazione territoriale è una funzione di primaria importanza in uno Stato bene amministrato e non può venire trascurata in un processo di costruzione del federalismo, incluso quello fiscale. Un federalismo responsabile si basa sulla sussidiarietà ma anche sulla cooperazione tra livelli di governo e tra unità dello stesso livello di governo. Questa è particolarmente rilevante in tema di pianificazione territoriale, che in Lombardia è esercitata con metodi e strumenti avanzati e soddisfacenti dal punto di vista della condivisione da parte dei soggetti coinvolti.


D’interesse è la legislazione della Regione Lombardia (legge 12/2005) , che prevede appunto sistemi di perequazione e compensazione verticali ed orizzontali, meritevoli di approfondimento, applicazione ed implementazione.
La ricerca si pone come obiettivo proprio di partire dall’analisi di tale legislazione regionale, applicata a concreti casi di studio, per allargare la problematica a livello nazionale e formulare delle coerenti proposte di governo della complessa materia.


Scarica qui il programma dell’incontro



Tutti gli appuntamenti in calendario di Criet Incontra 2009 sono disponibili qui
I convegni sono a partecipazione gratuita e fino ad esaurimento posti.


Per iscriversi o ricevere gratuitamente gli atti dei convegni cliccare qui

COMMENTI

Eventi