Ferpi > News > CSR: nuovi format e stili di narrazione

CSR: nuovi format e stili di narrazione

04/04/2012

Sono sempre più le imprese che utilizzano i concetti di sostenibilità e responsabilità sociale nella propria governance, ma quali sono realmente i risultati che ottengono? Se ne è discusso lo scorso 28 marzo a Milano durante l’incontro _Quale futuro per la comunicazione della sostenibilità?,_ organizzato dal _CSR Manager Network._

di Caterina Banella
Non c’è azienda oggi che non faccia in qualche misura ricorso al concetto di sostenibilità e responsabilità sociale nel descrivere il proprio approccio al mercato o nella comunicazione con l’esterno. Ma i risultati in termini di impatto sul business e credibilità per il cosiddetto consumattore sono spesso discutibili. Per approcciare il tema dal punto di vista dei rischi e delle opportunità reputazionali e aiutare le imprese a costruire un posizionamento sostenibile solido e remunerativo nel lungo periodo, il CSR Manager Network Italia organizzato un workshop a Milano nei giorni scorsi.
L’evento ha voluto essere anche uno spunto per un cambio di passo nel dibattito intorno alla comunicazione della sostenibilità, troppo spesso banalizzato o schiacciato sul concetto del green washing. E questo stimolo non poteva che partire dall’Associazione dei professionisti che all’interno delle imprese si occupano di coordinare e gestire gli interventi di sostenibilità, appunto il Csr Manager Network. Nato 6 anni fa da un’intuizione di Altis (Alta Scuola Impresa e Società dell’Università Cattolica di Milano) e ISVI (Istituto per i valori d’impresa) e aperto ad imprese e società di consulenza di varie dimensioni e tipologie, il Network svolge un’intensa attività di promozione e ricerca intorno ai grandi temi della professione e della responsabilità sociale.
Nel corso dell’incontro i Corporate Social Responsibility Manager hanno dunque voluto interrogarsi sulla necessità di nuovi format e stili di narrazione – nella pubblicità, così come a livello corporate, nel caso dei bilanci di sostenibilità – per una comunicazione più matura e sempre più al passo con una CSR che si sta ormai radicando nelle strategie di impresa.
Al centro dell’evento del Csr Manager Network, il lavoro di RGA che ha messo a punto un innovativo modello multidimensionale per la valutazione del potenziale della comunicazione di sostenibilità. Il modello misura l’incrocio tra le performance sociali e ambientali e la comunicazione istituzionale e commerciale delle imprese attraverso un set di oltre 100 indicatori che opportunamente classificati, normalizzati e pesati consentono alle imprese di valutare rischi e opportunità del posizionamento “sostenibile” rispetto ai competitor e al contesto sociale e di opinione in cui si trovano.
Molti i rappresentanti delle aziende presenti all’evento, sia aderenti al Csr Manager Network come Gruppo Hera, Vodafone, Edison, sia esterne al sistema dell’Associazione quali Bolton Alimentari e Sorgenia, accanto a stakeholder, esperti ed enti di controllo. Tra questi Consumer’s Forum, Assoutenti, Legambiente, TBWA e Comitato di Controllo dell’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria.

COMMENTI

Eventi