/media/post/hdd4u7a/libro2.jpg
Ferpi > News > Dittatura fake o marketing ignorante?

Dittatura fake o marketing ignorante?

03/09/2019

Redazione

Una risposta scientifica, legale ed etica alla disinformazione di massa, recita il sottotitolo del libro di Giuseppe Patat. Un lungo viaggio per una nuova presa di coscienza e per comprendere che la pubblicità oltre a farci sognare, ci deve informare.

Leggendo questo libro scoprirete, tra l’altro, che il preside di una Facoltà di Farmacia è in grado di farvi ricrescere i capelli, che Cracco da stellato diventa scienziato “spadellatore” di ricette /media/post/hdd4u7a/libro1.jpg antitumorali, mentre Cannavacciuolo, nella veste di testimonial del Gorgonzola, non si fa scrupoli nell’affermare che il noto formaggio è povero di grassi. Non vuole essere da meno il “giulivo” Scotti che non esita a definire “artigianali” le patatine prodotte da una grande e fiorente industria, mentre i successi della Pellegrini sembrano dipendere dai “superfood” che pubblicizza a pagine intere sui quotidiani nazionali. Troverete le fake degli yogurt ma anche quelle del giornalismo, dei gestori della telefonia, dei naturopati e delle imprese che dicono di essere etiche e sostenibili ma che non producono uno straccio di prova a sostegno delle loro affermazioni. Insomma, un lungo viaggio per una nuova presa di coscienza e per comprendere che la pubblicità oltre a farci sognare, ci deve informare. E non ingannare. Una coedizione con “Gli erEtici della comunicazione”.




Dittatura fake o marketing ignorante?
Una risposta scientifica, legale ed etica alla disinformazione di massa
G. Patat
Cierre Edizioni, 2019
pp. 200, € 13,00

COMMENTI

Eventi