Ferpi > News > Etica delle aziende tecnologiche

Etica delle aziende tecnologiche

18/04/2007

Molte aziende hi-tech, nonostante la visione innovativa del mondo, sono alle prese con vecchi scandali e caduta della reputazione. Come racconta la storia di Take-Two Interactive Software, famoso editore di videogiochi (tra cui Grand Theft Auto), che sta cercando di darsi qualche regola in più.

Sono più di 75 le aziende tecnologiche che, secondo questo articolo, sono state ultimamente implicate in vari tipi di scandali o che sono state coinvolte in procedimenti investigativi. Nonostante si tratti di società la cui immagine è particolarmente legata al nuovo e al potere dell'innovazione, gli scandali di sempre si ripetono nella new come nella old economy.
Usa Today parte dalla storia dell'editore dell'entertainment Take-Two Interactive Software, meglio conosciuto come il padre del videogioco violento Grand Theft Auto. Il suo nuovo presidente Strauss Zelnick ha parlato recentemente con gli analisti di Wall Street, promettendo nel futuro una gestione più etica dell'azienda dopo le irregolarità finanziarie che hanno coinvolto Take-Two Interactive e il suo management. Ma l'editore non è l'unico ad avere la reputazione in ribasso e l'articolo fa notare come, a dirla tutta, fino a questo momento la gestione superficiale degli scandali non ha danneggiato più di tanto i colossi dell'hi-tech, le cui azioni sono continuate a salire, quando erano in salita, anche a dispetto di indagini giudiziarie.
Nel panorama del corporate inizia però a sentirsi questa esigenza e voglia di etica, anche in considerazione del fatto che una cattiva fama prima o poi si tradurrà in una scarsa fedeltà dei consumatori. Insomma, le aziende tecnologiche vogliono diventare più buone e si rendono conto di essere un pò al limite. Molti sono i marchi che iniziano a porsi dilemmi morali, come quello se sia giusto o meno lavorare con la Cina dove esiste un clima liberticida. Dopo l'affaire Enron è nata la Society of Corporate Compliance and Ethics che oggi conta ben 800 membri, tutti accomunati dall'idea di regalare al business qualche regola in più.
Il clima sta cambiando e tra le imprese più sensibili a questo tema troviamo Hewlett Packard, le cui iniziative vengono raccontate nell'articolo insieme agli scandali più eclatanti di questi ultimi tempi
Emanuela Di Pasqua - Totem

COMMENTI

Eventi