Ferpi > News > Facebook: manuale per relatori pubblici

Facebook: manuale per relatori pubblici

11/09/2009

Un manuale tecnico che spieghi ai professionisti cosa fare e perché, dall’ascolto alla fase attiva di governo di un sistema di relazioni; come essere di supporto e raccordo alle altre aree aziendali, quanto investire e come valutare il ritorno sugli investimenti. È il nuovo progetto a cui sta lavorando Nicola Mattina, socio professionista esperto di media sociali e coordinatore del gruppo di lavoro _New e Social Media_ Ferpi.

di Nicola Mattina


In questo periodo sto articolando la struttura di un Manuale di Facebook per relazioni pubbliche. Ho deciso di scrivere un manuale perché penso che, oltre a cercare di inquadrare la comunicazione d’impresa alla luce della progressiva penetrazione dei media sociali nella vita di individui e organizzazioni, sia opportuno entrare nel merito degli strumenti per comprendere le loro caratteristiche e apprezzare le pratiche sociali che emergono grazie ad essi.


Allo stesso tempo, ho scelto Facebook per la sua popolarità (oltre 250 milioni di utenti nel mondo) e per alcune sue caratteristiche peculiari che lo rendono particolarmente utile nell’esplorazione di questo nuovo mondo di opportunità (o minacce, a seconda dei punti di vista).


Il libro sarà suddiviso in due parti: la prima spiegherà il funzionamento di Facebook; la seconda guiderà nella costruzione di un progetto di comunicazione.
Ho già iniziato a delineare la struttura della prima parte, cercando di andare oltre una semplice enumerazione di funzionalità e concentrandomi, invece, sulla messa a fuoco di un modello, utile a progettare attività di relazioni pubbliche: di manuali d’uso tout-court ne esistono già molti e difficilmente potrei aggiungere qualcosa di nuovo.


La prima parte, quindi, si comporrà di cinque capitoli. Dei primi tre ho già delineato (molto) sinteticamente la struttura:


Il modello di Facebook: sarà presentato un modello concettuale del social network che ci guiderà nel resto del libro.


Il web in tempo reale: si farà riferimento al paradigma del real-time web per illustrare perché le persone passano così tanto tempo dentro Facebook.


Questioni di privacy: si discuterà del rapporto tra sfera pubblica e privata delle persone e dei relatori pubblici.


Facebook Os: si parlerà dell’ambizione di Facebook di diventare un vero e proprio sistema operativo per le relazioni sociali e non solo.


Le dimensioni di un fenomeno: si raccoglieranno le statistiche disponibili sul fenomeno con specifico riferimento all’Italia.


Chi, tra i professionisti della comunicazione, ha maggiore dimestichezza con i media sociali non avrà difficoltà a capire l’articolazione del discorso e a intuire dove porteranno le poche frasi che finora ho scritto. Mi auguro che vorrete aggiungere suggerimenti e correzioni all’impostazione che ho dato e a quanto produrrò in modo più esteso nelle prossime settimane.


Chi, invece, ha meno dimestichezza con Facebook, potrà contribuire con domande e richieste, che saranno utilissime perché mi permetteranno di affrontare questioni che – magari – sottovaluterei dandole per scontate.


Grazie della collaborazione :-)

COMMENTI

Eventi