/media/post/9tlf3qp/Enrico Falck_3.jpg
Ferpi > News > Falck su Oscar: crescita economica e sociale non sono in conflitto

Falck su Oscar: crescita economica e sociale non sono in conflitto

15/10/2020

Rossella Sobrero

Stiamo attraversando una fase di cambiamento senza precedenti: l’emergenza economica innescata dalla pandemia Covid-19 colpisce infatti domanda e offerta, mette a rischio la tenuta sociale, impatta sul modo di produrre, consumare, lavorare e vivere. La sfida è costruire una rinnovata prospettiva di crescita, sviluppo e inclusione, e richiede il contributo di tutti gli attori della società. Ne è convinto il Presidente Sodalitas, Enrico Falck, intervistato da Rossella Sobrero.

Anche se certamente molti dei nostri lettori conoscono Sodalitas, ci presenta in poche parole la Fondazione e le sue principali attività?

Fondazione Sodalitas è l’organizzazione formata da imprese di riferimento che considerano la sostenibilità un fattore distintivo e la integrano nelle strategie di business. Siamo impegnati ad affermare e rendere riconoscibile la leadership dell’impresa nel realizzare uno sviluppo sostenibile, ed a costruire insieme alle imprese associate alla nostra Fondazione partnership per la crescita della comunità che sono le imprese stesse a co-progettare insieme a Terzo settore, scuole e istituzioni.
Questo è il nostro impegno da venticinque anni. Fondazione Sodalitas è nata infatti nel 1995 su iniziativa di Assolombarda e un gruppo di imprese e manager volontari, affermandosi come la prima organizzazione in Italia a promuovere la Sostenibilità d’impresa.

Da molti anni Sodalitas è tra le organizzazioni partner dell’Oscar di Bilancio: quali sono le ragioni che vi hanno spinto a collaborare con FERPI, Borsa Italia e Bocconi nella gestione di questo premio?

Fondazione Sodalitas è da molti anni un partner convinto dell’Oscar di Bilancio, perché si tratta di una delle iniziative che più hanno contribuito in Italia a diffondere e far evolvere la cultura della rendicontazione tra imprese ed organizzazioni di ogni settore e dimensione. Migliorare costantemente la qualità della rendicontazione è fondamentale per ogni impresa. Saper rendicontare in modo trasparente e completo gli impatti economici, sociali e ambientali generati è infatti un presupposto necessario per definire le strategie di sviluppo dell’impresa, far crescere il valore stesso dell’azienda e la percezione che gli stakeholder ne hanno. Gli ultimi anni hanno visto entrare in scena nuovi standard di rendicontazione che hanno saputo migliorarsi costantemente, e la direttiva europea sulla rendicontazione non finanziaria ha dato un ulteriore impulso al percorso già tracciato. Oggi credo sia particolarmente importante che la cultura della rendicontazione di qualità si diffonda presso un numero sempre maggiore di imprese, evitando al tempo stesso il rischio che si diffonda un approccio prevalentemente basato sulla pura compliance. L’Oscar di Bilancio ha dato in questi anni e continuerà a dare un contributo rilevante da questo punto di vista.        

Una delle sfide di Sodalitas è promuovere partnership tra imprese e Enti del Terzo Settore: in questo periodo così difficile pensa che crescerà l’apertura a diverse forme di collaborazione?

La pandemia Covid-19 ha senz’altro fatto crescere l’apertura di imprese e organizzazioni non profit a collaborare, e crediamo che questa tendenza verrà confermata anche dopo che l’emergenza sanitaria si sarà conclusa. Durante il lockdown abbiamo raccolto 61 progetti realizzati in poco tempo dalle 95 imprese associate alla Fondazione per contribuire a rispondere con tempestività non solo all’emergenza strettamente sanitaria ma anche agli impatti sociali che già cominciavano a delinearsi. Proprio in queste settimane stiamo poi conducendo un’indagine che coinvolge quindici nostre associate e più di duemila loro dipendenti. Le prime evidenze ci dicono che in questi mesi è cresciuta la propensione verso il volontariato d’impresa, nonostante la necessità operare a distanza.
Si tratta di segnali incoraggianti, i quali confermano che la partnership sarà sempre di più un approccio sistemico per affrontare con il contributo di tanti attori diversi i bisogni delle persone e delle comunità di cui altrimenti sarebbe difficile occuparsi.

Sodalitas è stata la prima organizzazioni in Italia a promuovere la responsabilità sociale d’impresa: che attività avete in programma per i prossimi mesi?

La sfida è mobilitare sempre di più le imprese e i loro leader per accelerare la costruzione di un nuovo modello di sviluppo sostenibile. Abbiamo coinvolto 77 leader d’impresa italiani che hanno aderito alla “CEOs Call to Action”: l’appello firmato da 350 leader d’impresa europei rivolto alla Commissione Europea, ai policy maker, al mondo imprenditoriale ed alla società civile.
Una tappa importante di questo percorso sarà a fine ottobre a Bruxelles, quando Fondazione Sodalitas parteciperà ai lavori dello “European SDG Summit” per fare il punto con i vertici della Commissione Europea. Abbiamo poi da poco lanciato “Sodalitas Call for Future”, la campagna rivolta alle imprese che nel nostro Paese sono più impegnate a realizzare azioni, progetti e soluzioni per un futuro sostenibile, contribuendo ad attuare l’Agenda 2030 dell’ONU. Questa iniziativa parlerà ai giovani, coinvolgendo 2 milioni di ragazzi e ragazze delle 7.500 scuole secondarie di secondo grado italiane che potranno scoprire i progetti realizzati dalle imprese, ed esprimere le proprie aspettative proponendo idee e progetti da realizzare per contribuire ad un mondo più sostenibile. Infine, stiamo per lanciare un progetto che metterà a fattor comune le competenze delle imprese più grandi per rendere disponibili anche alle piccole e medie imprese soluzioni e strumenti gestionali efficaci per rispondere alla sfida della Sostenibilità e attuare pienamente un approccio orientato alla “Stakeholder Economy”.

Per concludere, un pensiero per il futuro: quali sono a suo parere le sfide più importanti che ci attendono?

Stiamo attraversando una fase di cambiamento senza precedenti: l’emergenza economica innescata dalla pandemia Covid-19 colpisce infatti domanda e offerta, mette a rischio la tenuta sociale, impatta sul modo di produrre, consumare, lavorare e vivere. La sfida è costruire una rinnovata prospettiva di crescita, sviluppo e inclusione, e richiede il contributo di tutti gli attori della società. L’impegno di Fondazione Sodalitas è coinvolgere in questa sfida sempre più imprese, nella consapevolezza  che generare crescita economica per l’azienda e contribuire allo sviluppo della società non sono due obiettivi in conflitto l’uno con l’altro. Al contrario sono due obiettivi fortemente interconnessi e integrati, perché la capacità di un’azienda di creare valore competitivo per sé è alimentata dalla capacità di creare valore sociale per gli stakeholder, la comunità e il territorio.

 

 

 

 

COMMENTI

Eventi