Ferpi > News > Ferpi Domani: al via il confronto sul documento

Ferpi Domani: al via il confronto sul documento

24/04/2013

Dopo la lunga campagna di ascolto, il momento di confronto a Bologna _Ferpi Talk,_ ma anche dal dibattito che si è sviluppato nelle delegazioni territoriali e i contributi raccolti sul sito, il gruppo di lavoro sul rinnovamento del modello associativo istituito il 18 marzo scorso dal Consiglio Direttivo, ha elaborato un documento, denominato _Ferpi Domani,_ su cui i soci sono chiamati ad esprimersi.

Elezione diretta del Presidente, ingresso nel Consiglio Direttivo di quattro Delegati Regionali, un pacchetto di servizi professionali compresi nella quota annuale, ma anche il rafforzamento della leadership culturale e una governance più snella. Sono solo alcune delle novità contenute nel documento Ferpi Domani, approvato il 22 aprile dal Consiglio Direttivo Nazionale ed elaborato dal gruppo di lavoro istituito il 18 marzo scorso subito prima dell’Assemblea Straordinaria.
Il documento presenta alcune riflessioni sui possibili cambiamenti relativi al modello associativo, all’offerta di servizi, alla governance della nostra organizzazione su cui sarà chiesto il parere di ogni socio e che costituirà la base per la prossima assemblea straordinaria in programma a luglio.
Il documento nasce come sintesi della campagna di ascolto dei mesi scorsi sul rinnovamento del modello associativo e dei contributi emersi dall’evento Ferpi Talk, ma anche dal dibattito che si è sviluppato nelle delegazioni territoriali e i contributi raccolti sul sito.
Sette le aree tematiche: Patto associativo, Ruolo culturale, Aggiornamento e specializzazione professionale, Delegazioni territoriali, Giovani, Governance, Sostenibilità economica.
Per ogni argomento viene presentata la situazione attuale (partendo dallo Statuto e dalle attività realizzate negli ultimi anni o adottate per consuetudine) e i possibili sviluppi futuri (passaggio centrale del processo su cui i soci sono chiamati ad esprimersi).
In base a quanto emergerà dalla consultazione, saranno individuate le ricadute sullo Statuto, la sostenibilità economica e il timing di realizzazione. I contributi saranno accolti entro il 10 maggio 2013 per consentire al gruppo di lavoro di elaborarli in un documento ufficiale da sottoporre al CDN e successivamente all’assemblea.
“Le modifiche proposte nel documento vanno nel senso di una maggiore concretezza e vicinanza alle istanze dei soci” – ha commentato il Presidente, Patrizia Rutigliano. “Nessuna differenza fra centro e territori a livello di organi decisionali ma anche una pratica esplicitazione di tutte le ragioni per cui iscriversi e permanere in Associazione: riconoscimento giuridico, servizi e possibilità di accesso a varie opportunità a prezzi agevolati. – Ringrazio il gruppo d lavoro e tutto il CDN per l’impegno e soprattutto la ferma volontà di giungere presto a proposte realmente innovative e unanimemente condivise. Credo che questo passaggio possa imprimere un vero cambio di marcia alla nostra Federazione”.
Scarica qui il documento.

COMMENTI

Eventi