/media/post/fv7c8dz/palazzo-mattei-di-giove.jpeg
Ferpi > News > FERPI e Centro Studi Americani: una partnership per la costruzione di percorsi di valore relazionale

FERPI e Centro Studi Americani: una partnership per la costruzione di percorsi di valore relazionale

11/05/2021

Vincenzo Manfredi

La collaborazione fra FERPI e Centro Studi Americani ha già visto negli ultimi anni una lunga serie di collaborazioni che oggi si consolidano in una partnership che contribuirà ad alimentare il dialogo a tutti i livelli e la consapevolezza di una professione capace di rendere le organizzazioni più mature, resilienti e responsabili per la gestione della complessità e la ricerca di soluzioni condivise.

La presidente di FERPI, Rossella Sobrero, e il presidente del Centro Studi Americani, Prefetto Gianni De Gennaro, hanno sottoscritto un accordo che consentirà alle due associazioni di collaborare nel perseguimento di comuni obiettivi e condivisioni di valore, nella costruzione di una sempre maggiore consapevolezza dell’importanza del governo strategico dei sistemi di relazione e per valorizzare il sistema di relazioni europee e transatlantiche.

Il Centro Studi Americani è uno dei più prestigiosi istituti di studi sugli Stati Uniti esistenti in Europa. Fin dalle sue origini il Centro ha perseguito l’obiettivo di favorire le relazioni tra Italia e Stati Uniti e il dialogo tra la cultura italiana e quella americana. Il Centro Studi Americani è sede di eventi ed iniziative rivolte sia a specialisti, sia ad un pubblico più generale, spesso in collaborazione con altre rilevanti istituzioni italiane e statunitensi. Nel corso degli anni si è svolta e continua a svolgersi una ricca attività di seminari, convegni, lectures di qualificati speakers italiani e americani sui temi più attuali della politica e dell’economia internazionale, incontri con esponenti del mondo letterario, giornalistico, artistico, cinematografico statunitense, mostre, proiezioni cinematografiche e concerti. Il CSA è anche sede di una Biblioteca - il cui nucleo originale risale al periodo immediatamente successivo alla prima guerra mondiale – che offre ai suoi iscritti un ampio patrimonio bibliografico e un numero sempre crescente di risorse elettroniche, che riguardano i molteplici aspetti della storia e della cultura americana e le relazioni internazionali degli Stati Uniti.

Le relazioni pubbliche e la comunicazione hanno trovato all’inizio del secolo scorso, negli Stati Uniti, l’alveo di costruzione e sviluppo della disciplina che poi è andata diffondendosi in tutte le parti del mondo. Le relazioni fra FERPI e il mondo americano delle relazioni pubbliche è sempre stato molto intenso e questa partnership contribuirà a consolidare gli aspetti comuni più rilevanti fra le due sponde dell’atlantico.

La collaborazione fra FERPI e Centro Studi Americani ha già visto negli ultimi anni una lunga serie di collaborazioni per la costruzione di eventi congiunti, presentazioni di libri, iniziative di collaborazione che oggi si sostanzia in un questo protocollo specifico che consentirà di accrescere il valore della collaborazione fra le due organizzazioni.

Il Centro Studi Americani oltre ad avere moltissime aziende iscritte, e che fanno parte del Consiglio, come associazione prevede anche l’iscrizione di persone fisiche che possono accrescere in questo modo la loro conoscenza degli Stati Uniti e far parte di un network relazionale di altissimo livello.

FERPI, come sappiamo, rappresenta da più di cinquant’anni i professionisti delle Relazioni Pubbliche e della comunicazione, persone che mettono al servizio di tutte le organizzazioni una professione che crea ascolto e struttura soluzioni, che genera valore e valorizza gli asset intangibili sempre più al centro della creazione di valore condiviso e sostenibile che caratterizzerà il futuro di tutti noi. La partnership FERPI - Centro Studi Americani contribuirà ad alimentare il dialogo a tutti i livelli e la consapevolezza dei singoli e delle organizzazioni per alimentare una professione la cui abitudine di consumo, dovrà crescere sempre di più per rendere le organizzazioni più mature, resilienti e responsabili per la gestione della complessità e la ricerca di soluzioni condivise.

 

 

COMMENTI

Eventi