Ferpi > News > Ferpi: positivo il bilancio del 2008

Ferpi: positivo il bilancio del 2008

19/12/2008

Innovazione, internazionalità e qualità sono gli aspetti che hanno caratterizzato il 2008 che, tutto sommato, è stato un anno importante per le Relazioni pubbliche come scrive il Presidente Ferpi, Gianluca Comin, nel tradizionale messaggio augurale di fine anno. E sulla crisi afferma: “Dobbiamo reagire con ottimismo e fiducia, perché sta in noi la ricetta per superare anche questo momento difficile”.

Care amiche e cari amici, e soci di Ferpi,


si chiude un anno importante per la nostra Associazione, che continua a crescere per iscritti ed autorevolezza. Il nostro network si è rafforzato grazie al lavoro e alla dedizione di tanti di noi, che volontariamente hanno prestato tempo ed intelligenza per far conoscere la nostra Associazione e per promuovere il ruolo professionale del comunicatore.


Le parole chiave di quest’anno, per noi, sono state innovazione, internazionalità, qualità. Ribadite in molte occasioni di incontro e di approfondimento di livello nazionale, ma anche in innumerevoli meeting e iniziative organizzate dalle nostre delegazioni regionali.


Attività e numeri confermati a giugno nel Forum della Comunicazione di Roma, di cui Ferpi è stata promotrice, poi dal successo ottenuto dal Congresso di Euprera che ha visto la partecipazione di oltre 250 accademici, ricercatori e professionisti provenienti da più di 50 Paesi, e, ad inizio dicembre, nella serata conclusiva dell’Oscar di Bilancio cui hanno preso parte oltre 500 tra professionisti, manager e ricercatori oltre imprenditori e amministratori pubblici.


Nel 2008 Ferpi ha registrato anche le nomine di tre italiani ai vertici delle più importanti associazioni internazionali: Roberto Zangrandi alla presidenza di Cerp, Emanuele Invernizzi a quella di Euprera e Toni Muzi Falconi alla prestigiosa commissione ricerca internazionale dell’Institute for public relation.


Il nuovo sito internet, più adatto ai nuovi tempi, ha accresciuto la possibilità di relazione tra noi soci, ma anche verso il largo pubblico degli addetti ai lavori, degli esperti, dei curiosi, degli studenti universitari. Oggi, ferpi.it ospita oltre 30mila visitatori al mese e circa 200mila pagine viste medie mensili, che per un sito fortemente tematico sono numeri importanti. Un successo che ha attirato investitori pubblicitari, consentendoci di avere un budget dedicato ad iniziative di promozione della nostra associazione. E’, senza dubbio, un punto di riferimento per la nostra community professionale.


Questo lavoro di 12 mesi che sarebbe troppo lungo riepilogare, ma che ognuno può trovare nell’archivio del nostro sito o sulle pagine del magazine (scaricabile dal sito in formato pdf), non sarebbe stato possibile senza il contributo e l’attività di molti soci, innanzitutto il Consiglio Direttivo Nazionale sempre impegnato a sostenere e a promuovere nuove iniziative; i Delegati Territoriali e gli incaricati di progetti speciali; la Commissione di Aggiornamento e Specializzazione Professionale, la Commissione di Ammissione e Verifica della posizione professionale ed il Collegio dei Probiviri. Ma anche grazie alle iniziative spontanee di tanti iscritti che hanno suggerito e promosso occasioni di incontro e di riflessione.


Alle tre parole chiave del nostro programma – innovazione, internazionalità e qualità – ora, purtroppo, dobbiamo aggiungere la parola “crisi”. Ne abbiamo parlato nell’ultimo Consiglio Direttivo Nazionale, perché sentiamo nelle nostre aziende e nelle società che guidiamo o nelle quali operiamo forte la pressione di un contesto nazionale e internazionale che sta portando a severi ridimensionamenti dei budget e quindi delle occasioni di lavoro.
Dobbiamo reagire con ottimismo e fiducia, perché sta in noi la ricetta per superare anche questo momento difficile. Dobbiamo saperci innovare e rinnovare, cercando di implementare esperienze internazionali o cogliendo le opportunità date da nicchie di prodotto o di mercato.


Ferpi starà vicino ai suoi soci. A breve diffonderemo un questionario che ci consentirà di capire la portata della crisi per i nostri associati, i loro giudizi e suggerimenti. Da questa analisi trarremo tutti assieme delle proposte operative da rappresentare pubblicamente ai nostri stakeholders che saranno accompagnate, concretamente, da strumenti volti a promuovere il nostro lavoro e ogni singolo professionista associato a Ferpi.


Come presidente devo dire che sono profondamente grato a tutti coloro che mi hanno sostenuto e supportato, ma soprattutto che sono orgoglioso di rappresentare la nostra Associazione che, non dimentichiamolo, è la più antica ed autorevole.


Spero che le festività possano essere un momento di serenità e riposo per tutti e che il 2009 inizi nel migliore degli auspici. Sorridiamo al futuro, perché nonostante tutto il nostro rimane il più bel mestiere possibile.


Buon Natale


Gianluca Comin

COMMENTI

Eventi